24 febbraio 1941: news

Attività politica e diplomatica.
war-News

A Monaco di Baviera, nel 21° anniversario della fondazione del Partito Nazionalsocialista, il Fuhrer pronuncia un importante discorso politico.

L’Armistizio fra l’Indocina e la Tailandia è prorogato di dieci giorni.

Il Ministro degli Esteri inglese, Eden conferisce al Cairo con il capo del Governo egiziano, Mustafà  en-Nahhãs Pascià.

Da Vichy viene comunicata, per quanto non ancora in forma ufficiale, la nuova composizione del Gabinetto francese.
Il Maresciallo Pétain, Capo dello Stato e Presidente del Consiglio, verrà coadiuvato da un Comitato direttivo di cui faranno da un faranno parte:
– l’Ammiraglio Darlan, Vice Presidente del Consiglio, Ministro degli esteri, della Marina e degli Interni;
– il Generale Hutzinger, Ministro Segretario di Stato della Guerra;
– Boutillier, Ministro delle Finanze e dell’Economia;
– Barthelemy, Ministro della Giustizia e Segretario di Stato e
– Belin, Segretario di Stato alla Produzione.

Il Presidente Roosevelt ha chiesto al Congresso americano uno stanziamento suppletivo per l’esercito di 3.812 milioni di dollari, di cui 888 milioni da spendere immediatamente e 524 milioni destinati specificamente all’ulteriore incremento dell’aviazione delle forze di terra. Si prevede in ambienti ufficiosi che si tratti di un primo stanziamento suppletivo al quale ne seguiranno altri durante l’esercizio finanziario in corso, per un totale di 5.400 milioni di dollari.

Partendo da Costanza con il vapore rumeno Dacia, ha lasciato la Romania il Ministro di Egitto in questa capitale, accompagnato dai membri della sua Legazione. La partenza del Ministro di Egitto era stata comunicata la settimana scorsa, subito dopo la rottura delle relazioni diplomatiche fra l’Inghilterra e la Romania.

 

Attività militare.
Comunicati tedeschi. Tonnellate di naviglio mercantile nemico affondate. Il computo è ancora in corso.
Attacchi aerei a Hull, nell’Inghilterra meridionale e a Londra.
Voli nemici sul territorio occupato.


war report: 24feb1941

t557_warbullettin_sxcBollettino di guerra internazionale.

warReport1941

Germania: Hitler ha tenuto un discorso, nel 21° anniversario della fondazione del partito nazista a Monaco di Baviera, dichiarando che l’offensiva degli U-boot sarà intensificata molto nei prossimi mesi.
La dichiarazione è stata accolta con un’ovazione memorabile da parte dei presenti.

 

Nord Africa: Rommel ha mobilitato 3 divisioni italiane e parte della 5° Divisione Leggera tedesca a Sirte, sulla costa libica, a 150 Km West dalle difese alleate di El Agheila, per bloccare ulteriori progressi alleati e condurre alcuni raid di ricognizione per far conoscere ai britannici l’arrivo della forza tedesca. Elementi di ricognizione della 5a Divisione Leggera tedesca con i carri armati, autoblindo e motociclette hanno creato un’imboscata ad una pattuglia britannica e australiana a ovest di El Agheila, Libia, prendendo 3 prigionieri.

La nave italiana Sabbia, danneggiata da un attacco mal riuscito del sommergibile inglese Ursula, tre giorni fa, è stata intercettata ed affondata dal sommergibile Regent.

Tre aerei bombardieri HE111 hanno attaccato i cacciatorpediniere britannici HMS Dainty e HMS Hasty nel porto di Tobruk, alle 19:00. L’HMS Dainty è stato affondato da una bomba di 500 kg, che ha ucciso 16 uomini all’istante.

4 Moto con mitragliatrice britanniche sono passate attraverso Cubcol. le pattuglie con auto blindate si sono spostate davanti alla colonna e hanno portato un posto di blocco all’ingresso del Passo Mescelit.

La RAF ha attaccato Tripoli con bombardieri Wellington partiti da Malta.

 

Regno Unito: La Luftwaffe ha condotto un raid notturno terribile contro Cambridge.

 

Fronte Occidentale: Durante la notte, il porto tedesco occupato di Brest, in Francia, è stato bombardato da 57 Avro Manchesters del 207° Squadron del Bomber Command, partiti da Waddington, nel Lincolnshire. Questo è stato il debutto operativo del Manchester, il precursore del più noto Avro Lancaster.

Un incontro all’aria aperta si è tenuto al Noordermarkt di Amsterdam per organizzare uno sciopero per protestare contro il recente pogrom e contro il lavoro forzato.
I lavoratori di Amsterdam, in particolare quelli dei cantieri navali di Amsterdam-Noord, furono minacciati di deportazione in Germania per essere assegnati ai lavori forzati.
Il Partito Comunista dei Paesi Bassi, diventato illegale per volere dei tedeschi, oggi ha stampato e diffuso un invito a colpire le forze occupanti in tutta la città per la mattina successiva.
volantino-sciopero-di-febbrCome misura ulteriore è stato proclamato uno sciopero generale sempre l’indomani. A questa misura aderiranno i conduttori di tram cittadini, seguiti da lavoratori di altri servizi, dalle scuole e da società private come i magazzini De Bijenkorf. Anche se lo sciopero di per sé non avrà successo in termini di risultati ottenuti, sarà molto significativo in quanto, per la prima volta in una nazione occupata dai tedeschi, la popolazione si ribella in modo così compatto contro l’invasore, a sostegno della popolazione ebraica.

 

Nord America: Omar Bradley è stato promosso al grado di brigadiere generale temporaneo.

I risultati di un sondaggio Gallup sono stati pubblicati e chiedevano agli americani: “Pensi che gli Stati Uniti dovrebbero cercare di togliere il Giappone dalle Indie orientali olandesi e da Singapore?” Il 56% ha detto di sì, il 24% ha detto di no, il 20% non ha espresso alcuna opinione. Una versione diversa della questione ha chiesto: “Pensi che gli Stati Uniti dovrebbero rischiare una guerra con il Giappone, se necessario?” Il 46% ha detto di no, il 39% ha detto di sì, il 15% non ha dato parere.

Mediterraneo: E’ proseguito ancora oggi il recupero delle salme in mare del monitor Terror affondato ieri.

 

Oceano Atlantico: A 300 miglia a sud dell’Islanda, il sottomarino tedesco U-107 ha affondato la nave britannica HMS Manistee, uccidendo l’intero equipaggio di 141, dopo un inseguimento iniziato il giorno precedente.
I sommergibili tedeschi U-95 e U-96 e il sommergibile italiano Bianchi ha attaccato il convoglio OB-288 (ora disperso e senza scorta), di cui il Manistee era parte, affondando altre 7 navi mercantili prima dell’alba.
La maggior parte delle squadre di marinai sono annegati, anche se tutti i 41 uomini del SS Waynegate hanno prenso le scialuppe di salvataggio e sono stati raccolti dal cacciatorpediniere della Francia Libera Leopard.
Nella stessa zona, U-97 ha affondato 3 piroscafi britannici del convoglio OB-289 (la maggior parte delle squadre in soccorso della corvetta HMS Petunia) e ha danneggiato la petroliera norvegese G.C. Brøvig, che ha perso parte della prua, ma è riuscita a farsi rimorchiare a Stornoway dall’HMS Petunia.


nota Team557 sui war report

I war report che scrivo sono il risultato giornaliero di notizie che confronto e scelgo da altre pagine web, libri e documentari che mi offrono l’opportunità per ottenere un resoconto sommario e non troppo particolareggiato degli avvenimenti giornalieri del conflitto che tento di riportare.

Così per le attività diplomatiche, così per i bollettini di guerra.

Non vorrei fare della retorica, ma, come ho avuto già modo di riferire, la prima vittima della guerra è la verità. E, nel mio piccolo, leggendo su varie fonti ho scoperto troppo spesso differenze rilevanti se non addirittura esagerazioni e omissioni decisive.
E tutto ciò è un po’ la missione di questo blog.

Il lettore avrà intuito che si potrebbe fare di più. Certo.
Teoricamente, si può sempre sperare di fare meglio.
Riuscire nell’intento è un altro affare.

Nello specifico, mi piacerebbe moltissimo.
Al momento, vorrei essere in grado di documentare  sistematicamente meglio la battaglia navale e sottomarina che tanto ha rappresentato nel conflitto.
A questo proposito aggiungo che se negli ultimi tempi ho forzatamente abbandonato i rapporti navali, NON perchè non siano accaduti fatti di rilievo da riportare, ma perchè oggettivamente occorrerebbe un impegno, in ore di lavoro, che nella quantità mi supera.
Il cercare, il divulgare richiedono un tempo che non ho.
Occorrerebbe un team molto più grande che l’attività non potrebbe supportare, nonostante la passione che mi divora.
Me ne scuso.

logo180


23 febbraio 1941: news

Attività politica e diplomatica.
war-News

Il Duce pronuncia al Teatro Adriano di Roma, alla presenza delle Gerarchie del Fascismo Romano, un importante discorso politico. Il discorso è ascoltato in tutta Italia dalle masse del popolo, che improvvisa fervide manifestazioni all’indirizzo del Duce e delle Forze Armate dell’Asse.

Il consiglio dei Ministri francese si è occupato delle trattative di pace fra l’Indocina e la Tailandia. L’armistizio, già prolungato una volta di quindici giorni, scadrà il 25 febbraio.
Era corsa voce che le proposte presentate dal Giappone alle due parti fossero inaccettabili dalla Francia e che non fosse da escludersi la ripresa delle ostilità. ma lavoce non è confermata e al contrario si ritiene che la Francia abbia presentato delle controproposte per mezzo dell’Ambasciatore a Tokio. Tuttavia anche la stampa giapponese ammette che la conferenza di Tokio sia giunta ad una svolta difficile ed invita le parti a dar prova di moderazione, poichè talvolta sono risultati troppo alti.

Il Consiglio dei Ministri spagnolo, riunitosi sotto la Presidenza del generale Franco ha ascoltato un lungo rapporto sulla situazione internazionale fatto dal Ministro degli Esteri Serrano Suñer.

 

Attività militare.
Comunicati tedeschi. Altre tre navi mercantili affondate il 19 ed il 22 febbraio a nord delle Ebridi; 2 navi danneggiate. Attacchi aerei sull’Inghilterra orientale e meridionale e la Scozia settentrionale.
nel Mediterraneo attacco aereo a Bengasi e Aghedabia.
Dal 15 al 22 febbraio: 32 apparecchi inglesi abbattuti oltre a numerosi velivoli distrutti al suolo; 15 apparecchi tedeschi perduti.


war report: 23feb1941

t557_warbullettin_sxcBollettino di guerra internazionale.

warReport1941

Germania: Joachim von Ribbentrop ha ospitato Hiroshi Oshima nella sua casa in Germania e ha tentato di convincerlo che era il momento di colpire territori britannici in Asia. Ribbentrop ha sostenuto che c’era poca preoccupazione per quanto riguarda gli Stati Uniti in genere e sul come i loro possedimenti in Asia possano essere aggirati facilmente, ma in tutti i casi gli americani dovrebbero decidere se andare in guerra o no ed in quel caso la Marina giapponese sarebbe di gran lunga superiore alla US Navy.

 

Nord Africa: Nel Somaliland  le principali forze italiane che difendevano la linea del fiume Juba sono state sconfitte. Il Generale Cunningham ha diviso la sua forza con l’invio della 12° divisione africana britannica a marciare lungo il fiume Juba verso il confine etiopico, mentre la brigata motorizzata dell’11° divisione Africa ha risaliva la strada costiera verso Mogadiscio.
La 22° brigata di fanteria East African ha catturato Modun. C’è un piccolo approdo francese libero in Eritrea…

Intanto gli aerei della Luftwaffe hanno attaccto con successo i trasporti truppe a begasi ed ha attaccato Tobruk di notte.

 

Regno Unito: Nuovi bombardamenti della Luftwaffe si sono materializzati in punti sparsi lungo tutta la costa nord-orientale.
Il danno però  è sembrato lieve e le vittime, tuttosommato, poche.
I bacini a Hull, attaccati da quarantanove bombardieri, tra le 19:30 e le 20:15 hanno visto cadere sessanta tonnellate di HE
(High Explosives) (cinquantotto bombe) e 4.608 IBS; il punto di maggiore concentrazione è stato il Victoria and Albert Dock.
La scena doveva essere stata illuminato da una ventina di razzi a paracadute, ma i raid sono stati resi inefficaci dal riflesso delle nubi basse, in modo che solo pochi equipaggi hanno potuto bombardare visivamente. Alcuni equipaggi hanno usato la presenza di proiettori o palloni di sbarramento come indicazione della zona bersaglio. Nel corso di un raid nel Sunderland, una bomba è caduta su una fila di case a schiera, provocando sette vittime, e reso orfano un bambino di diciotto mesi che è stato trovato praticamente illeso, dieci ore dopo, in una camera da letto da cui la maggior parte del tetto era stato spazzato via. Con un curioso scherzo del destino, un bambino di sei mesi sul lato opposto della strada è stato ucciso. A ragazzo di dodici anni  ed uno più grande sono rimasti intrappolati e feriti sotto le macerie per quattro ore prima che arrivasse il soccorso. Trenta persone sono rimaste senza casa e sette persone sono state uccise. Una mina è caduta nell’Alexandra Dock a Hull ed è esplosa alle 12:02 e nello stesso momento sono affondati le navi Monarch e Brakelu. Le vittime sono tredici morti e ventisette feriti gravi.

 

Fronte Occidentale: Il Bomber Command ha inviato 52 aerei di notte per attaccare ancora Boulogne.

Il raid SS nel quartiere ebraico di Amsterdam è stato completato. Poco più di 400 ebrei vengono arrestati e deportati nel campo di concentramento di Buchenwald, in Germania.

 

Nord America: Il dottor Glenn T. Seaborg ha chimicamente identificato recentemente il nuovo elemento del plutonio con il ciclotrone da 60 pollici presso l’Università della California a Berkeley, California, Stati Uniti.

A Washington, funzionari del Governo insistono che la Gran Bretagna badi ai propri interessi nel Pacifico e che non conti troppo sugli aiuti americani.

 

Mediterraneo: Ad Atene, c’è abbastanza confusione tra i comandanti greci e britannici per quanto riguarda la migliore difesa contro l’invasione tedesca dalla Bulgaria. Il primo ministro greco Alexandros Korizis ha accettato l’offerta britannica di aiuti, che in questa fase è destinata ad essere solo 100.000 uomini con adeguata artiglieria e supporto di carri armati. I greci sono molto riluttanti ad accettare questa forza britannca, dal momento che ciò non sarebbe affatto abbastanza per combattere i tedeschi e servirebbe solo ad incoraggiarli ad attaccare. Ma i comandanti britannici e greci hanno comunque continuato a discutere sulla strategia di difesa insistendo sulla tenuta della linea Metaxas fortificata lungo il loro confine orientale con la Bulgaria, mentre gli inglesi proponevano una linea più a sud-ovest, lungo le montagne del Vermion ed il fiume Aliacmone. L’incontro si è sciolto senza soluzione al problema.

Come accennato nelle News, Mussolini ha fatto un discorso al raduno fascista del Teatro Adriano, a Roma, in cui ha ammesso che l’Italia aveva sperimentato vere giornate grigie, nella guerra finora.
Ha tentato di ridurre al minimo le disastrose campagne italiane in Grecia e Nord Africa, ma ha sostenuto che queste cose accadono “in tutte le guerre”. Egli elenca 10 motivi per cui la Gran Bretagna non può vincere la guerra e che;
“… il risultato finale sarà una vittoria dell’Asse
…. Noi combatteremo fino all’ultima goccia del nostro sangue!”

( parte del famoso concetto: “armiamoci e …partite!” )

Il famoso e temibile monitor britannico Terror è affondato al largo delle coste libiche, alle 4:20 di oggi, per i danni ricevuti dagli aerei della Luftwaffe nelle giornata di ieri.

monitorterror

Il sommergibile inglese HMS Upright ha affondato la nave italiana Silvia Tripcovich, che trasportava solo civili, a 50 miglia al largo di Sfax, in Tunisia.

Oceano Atlantico: Un aereo Condor Fw 200 tedesco ha condotto i sommergibili tedeschi U-69, U-73, U-96, U-107 e U-123 e i sommergibili italiani Bianchi e Barbarigo al convoglio alleato OB-288, che viaggiava a 300 miglia a sud dell’Islanda. Poco prima della mezzanotte, l’U-69 ha affondato la nave britannica Marslew (con 13 morti, 23 salvati) e l’U-96 ha affondato la nave britannica Anglo-Peruvian (29 vite perdute, 17 in salvo). L’U-107 e il Bianchi hanno danneggiato ed inseguito la nave britannica ed oceanica HMS Manistee per tutta la notte.


Hunting Hitler 2: la quarta puntata

hunting-hitler-2
Qui si può cominciare a trovare luogo e spazio per commenti di varia natura.

La prima considerazione che mi viene naturale fare, così a botta calda, è che questa nuova (che nuova NON è) serie è che, di volta in volta, si adopera per smentire quanto era stato evidenziato nella serie dell’anno scorso.
Ma andiamo per gradi. Intanto salta all’occhio abituato a queste cose che qui, in qualche modo il brodo è allungato sempre e comunque.
L’ho già scritto, lo so. Ma se se mi si perdono 6 minuti dei 40 che dura una puntata, senza la pubblicità, per riepilogare tutto della puntata precedente e ne perdiamo altri 2 nel finale per le anteprime della puntata successiva, significa che ci rimane solo una mezz’oretta striminzita di programma che in realtà sembrava poter promettere molto di più. Brontolo? Sì. forse sì. Ma volevo dirlo.
E poi, già che ci sono dico anche, e qualcuno sarà d’accordo con me, che le interviste a persone che avrebbero da raccontare molto, mi sembrano così centellinate, stilizzate, così asciugate da tutto ciò che potrebbe non rientrare nel contesto dell’episodio che sono più da serial televisivo che da trasmissione a sfondo storico. Invece il bello, nel caso, per esempio, di quell’uomo il cui padre faceva l’autista per Martin Bormann, è sentirlo raccontare dentro ad uno spazio video che sia qualcosa di più di 10 secondi. Per quanto riguarda la nipote di Goering, la sign.ra Adela, valgono le stesse considerazioni fatte sopra. Questa signora, ora anziana, che si chiama ancora in quel modo, avrà qualcosa di più da raccontare!

archive-search

Ok. La quarta puntata rivela che il 20 aprile 1945 Heinrich Mueller, capo della Gestapo, ha lasciato un appunto secondo sarebbe programmato un viaggio di Hitler a Barcellona, in compagnia del suo entourage. Se confermato, il documento diventerebbe un punto fermo dell’indagine dimostrando che la storia ufficiale è un sacco pieno di bugie.

special-trip-to-barcelona
Oltretutto, e lo si vede solo per un attimo, questo documento contiene una lista precisa di ufficiali che risulteranno poi irreperibili, di lì a breve, se non addirittura deceduti. E’ questo il caso di Bormann e di Fegeleis (il marito della sorella di Eva Braun, dichiarato fucilato per tradimento).
La partenza risulterebbe decisa per il giorno 26 aprile 1945, per le ore 20:00.
Quindi Hitler e Bormann (+ tutti gli altri) dalla base aerea di Tonder, a San Sebastian, poi a Barcellona.

Nella città spagnola, ci viene raccontato, sul finire della guerra e dopo c’erano oltre 20mila tedeschi e, di questi, 500 lavoravano come spie attive, creando così una infrastuttura solidissima in un paese neutrale governato da un amico del nazismo come il generalissimo Franco.

franco
A Barcellona Bormann intendeva creare una infrastruttura che proteggesse gli ufficiali nazisti in fuga; Franco poi era intervenuto in questo aggiungendo un’elite di suoi uomini sceltissimi per aiutare l’organizzazione della sicurezza. Bormann stava studiando i modi e i tempi per portare fuori dalla Germania Hitler e i suoi già dal 10 agosto 1944; ciò ha portato a creare l’organizzazione Die Spinne (dal tedesco: il ragno). Il sistema ha cominciato a far espatriare e fuggire verso l’Argentina migliaia di gerarchi e ufficiali di tutti i livelli e la cosa oggi ci può sembrare misteriosa ed intrigante ma, al tempo ed in Spagna, era una cosa normalissima. Alla luce del sole. Gli spagnoli hanno sempre aiutato i tedeschi, in tutte le maniere, spagnoli che nel frattempo avevano contatti anche frequenti con i britannici che li visitavano continuamente per invitarli ad unirsi agli Alleati.

Die Spinne era la madre delle organizzazioni con lo scopo di facilitare l’esfiltrazione di nazisti con un’enorme infrastruttura per sostenere i membri di spicco del partito, con fondi praticamente illimitati. Tra i principali sostenitori di questa rete c’era Eichmann che sembra abbia partecipato personalmente alle spese di molti viaggi intercontinentali. Una destinazione probabile poteva essere Tucuman, un’ area di appoggio, in attesa di un’altra destinazione definitiva.tucuman
Bormann, secondo un documento dell’MI6, sembra vissuto in un monastero benedettino di Montserrat, con il pieno consenso del Vaticano. Il lettore ricorderà, a questo proposito, l’interessamento del monastero di Samos della scorsa serie; siamo nelle montagne alte della Spagna, in luoghi assolutamente isolati, quasi inaccessibili e facilmente anche difendibili, ad un’ora di strada da Barcellona.

monastero-montserrat
Il posto è curiosamente ai piedi di una montagna che gli spagnoli chiamano “la vuota”, perchè contiene una serie di grotte, molto estese e molto lunghe, che sembrano ideali per un rifugio quasi impenetrabile. Il luogo fu visitato e valutato addirittura da Himmler e dopo un attento esame è stato scoperto che il sistema di gallerie potevano essere una sicura via di fuga poichè attraversano la montagna, sbucando dall’altra parte, a quasi 3 Km dall’ingresso.

caves( immagine: 1800 x 800 px. )

Ritornando a Barcellona, tenendo presente la possibilità già sondata di Vigo per imbarcarsi, diventa probabile l’idea che ci dovesse ssere un sistema di vie di fuga che prevedesse diverse basi di appoggio da poter usare in caso di bisogno.
Ecco che appare un documento argentino che rivela che il 7 febbraio 1945 un U-boot ha consegnato enormi fondi in Argentina per favorire la ricostruzione dell’impero nazista partendo da Cadice, in Spagna. Naturalmente diversi viaggi hanno portato anche molte truppe scelte.

Neanche a dirlo. A Cadice c’era tutto per rifornire e nascondere i sottomarini di Hitler negli ultimi mesi della guerra.
Liliana Romero, una signora del posto rivela che sua madre era una spia dei nazisti essendo legata all’Abwehr dal 1941. E da qui scopriremo che a Cadice cìè un hotel che una volta funzionava come punto d’incontro per sommergibilisti e spie: il Reina Cristina.
Ma questo è materiale per il prossimo episodio. Sicuramente.


22 febbraio 1941: news

Attività politica e diplomatica.
war-News

Mentre si annuncia da Vichy che l’Ammiraglio Darlan ripartirà per Parigi, si ha notizia delle dimissioni del Ministro della Pubblica Istruzione Chevalier e si prevede la prossima instaurazione di una semplice di una speciale dittatura ecomnomica del segretario di Stato alle Finanze Boutillier, il cui Ministero dovrebbe comprendere anche il Segretario speciale, incaricato delle relazioni finanziarie con il Reich.

Da Londra si apprende da una comunicazione che il rappresentante diplomatico inglese Rendell avrebbe già ultimato i preparativi per lasciare la Bulgaria. Egli resterebbe ancora qualche tempo in attesa di un ordine diretto del Foreign Office, che però non ha ancora lasciato intendere di essere imminente.

 

Attività militare.
Comunicati tedeschi. Il piroscafo inglese Canadian Cruiser, di 7178 tonn., battente bandiera nordamericana (perchè un battello inglese deve esporre una bandiera nordamericana? mistero) è stato affondato nell’Oceano Indiano. Altro vapore mercantile di 4.350 tonn. è affondato da un sommergibile.
Attacchi aerei a piroscafi commerciali naviganti a oriente ed a occidente dell’Inghilterra. Uno, di 4mila tonn., affondato; due navi cisterne ed altri vapori danneggiati:
Swansea ancora bombardata; due porti interamente minati. Nel Mediterraneo attacco aereo a bengasi e a Berka. Incursione aerea inglese sulla Germania settentrionale e occidentale. Un apparecchio inglese abbattuto.
Circa gli ultimi successi tedeschi registrati nel Bollettini del Comando Supremo delle Forze Armate, si rileva come dal 15 al 21 febbraio le perdite inglesi siano risultate particolarmente gravi.
Complessivamente la flotta commerciale britannica ha perduto 109.028 tonnellate. Di questo naviglio nemico, 65.528 tonn. sono state affondate dalla Marina germanica e 43.500 tonn. dall’aviazione.
Il tonnellaggio affondato dalla Marina germanica, a sua volta, è così ripartito: 38.350 tonn. dai sottomarini, 17.378 dalle navi addette alla guerra contro il traffico commerciale; 10mila dai Mas.
A tutto ciò vanno poi aggiunti i danni provocati dalle mine, dai metodici bombardamenti di centri industriali e militari e di porti britannici.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: