Archivi del mese: gennaio 2016

war report: 31gen1940

warReport1940Mr. Chamberlain ha fatto un discorso sulla potenza crescente della Gran Bretagna.
I finlandesi riportato diversi successi in una nuova battaglia a Kuhmo, nella parte centrale della Finlandia. Hanno inoltre sostenuto che cinque aerei nemici sono stati abbattuti. Almeno 150 bombe sono state sganciate su Rovaniemi da aerei russi.
L’Ammiragliato britannico ha annunciato che navi militari e aeri hanno distrutto l’U-boot che ha attaccato un convoglio martedì affondando la petroliera britannica Vaclite.
In Gran Bretagna viene pubblicato il Barlow Report sulla “distribuzione della popolazione industriale”, raccomandando la costruzione di nuove città.
In Italia una missione militare segreta britannica ordina 300 caccia Reggiane Re.2000 della Caproni.
(Ad aprile l’intervento tedesco impedirà il piano e i britannici cercheranno di ottenerei i caccia tramite un intermediazione portoghese che fallirà con la dichiarazione di guerra italiana del 10 giugno).
È stato annunciato che il piroscafo britannico Stanburn è stato affondato Lunedi.

Vaclite-oiler


31 gennaio 1940: news

war-NewsAttività politica e diplomatica.
Si comunica da Tokio che il Ministro degli Esteri, Arita, ha pronunciato un discorso, affermando che:
«la pace internazionale non ha potuto essere mantenuta per varie ragioni; ma in fin dei conti il conflitto è scoppiato perchè talune Nazioni insistono sul mantenimento di status quo irragionevoli ed ingiusti dal punto di vista razziale, religioso e territoriale e adottano una politica esclusivista o abusano delle loro posizioni privilegiate».
Il Ministro degli Esteri di Jugoslavia, Markovic, fa le seguenti dichiarazioni circa l’imminente convegno interbalcanico:
«Il Consiglio dell’Intesa balcanica, che si riunisce a Belgrado il 2 febbraio, nella sua ottava ordinaria sessione annuale, continuerà la sua opera al fine di mantenere la pace e il buon vicinato e di allontanare gli antagonismi. Con tale cura, l’Intesa balcanica manifesta la sua forte decisione di mantenere ferma la sua politica di severa neutralità nel conflitto attuale».
A Londra Chamberlain pronuncia un discorso nel quale ha chiarito il pensiero del Governo britannico in rapporto alla situazione dei neutri.

Attività militare.
In Finlandia le truppe finlandesi respingono attacchi russi sull’istmo di Carelia e a nord del lago Ladoga. L’azione degli aerei sovietici si svolge principalmente sul teatro delle operazioni.
Sul fronte occidentale attività di pattuglie francesi.
Comunicati tedeschi ed inglesi danno notizie contraddittorie circa gli scontri aerei e navali nel Mare del Nord, in particolare per gli episodi notificati ieri e relativi alle navi Giralda, Eston e Vaclite.


war report: 30gen1940

Da Helsinki si afferma che i finlandesi e le batterie antiaeree hanno abbattuto 21 dei 200 bombardieri russi che fecero irruzione in Finlandia lunedì. Una nuova offensiva lanciata dai finlandesi a nord di Kuhmo, contro la 54° divisione russa ha avuto un notevole successo.
Altri raid aerei della Luftwaffe sono stati avvistati sulla costa orientale della Gran Bretagna. Un Heinkel He 111 bombardiere si è avvicinato alla costa dello Northumbrian, è stato abbattuto dalla RAF. Un altro che si stava avvicinando al Firth of Forth è stato neutralizzato. Diverse navi sono state attaccate nella rada di Yarmouth e tre nel Firth of Tay. Gli inglesi della Royal Air Force hanno sorvolato lungo la costa orientale, ma hanno incontrato scarsa visibilità.
warReport1940In Germania nel 7° anniversario del regime nazista, Hitler parla allo Sportpalast a Berlino. Esige il Lebensraum (spazio vitale) per i tedeschi e ridicolizza Chamberlain, Churchill e Daladier. Egli osserva che, da quando “hanno iniziato la guerra, … loro otterranno tutte le guerre che vogliono.” Dichiara inoltre che la prima parte della guerra è stata completata con la distruzione della Polonia. “La seconda parte potrebbe forse iniziare con una guerra di bombe”, ha dichiarato Hitler.
Da Berlino Heydrich ordina più espulsioni di ebrei dal Reich verso Lublin in Polonia orientale. Nel frattempo, Himmler autorizza la deportazione di 30.000 zingari.
In Gran Bretagna viene lanciata oggi una campagna nazionale per utilizzare quasi tutti i 120 milioni di tonn. di rifiuti domestici che vengono depositati ogni anno. Rottami di ferro e acciaio, così come carta da macero, vengono individuati come urgenti.
Parigi ha registrato notevole attività delle unità di contatto (spie), ad ovest della Saar.
Nella stessa regione artiglieria è attualmente in azione dalla mattina.
Un piroscafo britannico ha perso tutto l’equipaggio sulla costa della Scozia. Per ora non si conoscono altri particolari.
I piroscafi britannici Giralda,  Highwave e Bancrest sono stati affondati dai bombardieri della Luftwaffe.
Il piroscafo britannico Eston è dichiarato perso nel mare del Nord.
L’ufficio di guerra britannico ha pubblicato la prima lista delle vittime dell’esercito composto di 758 nomi.
Il sommergibile tedesco U-55 ha affondato la petroliera britannica Vac Lite, parte del convoglio OA-80G, a 50 miglia al largo di Land ‘s End nel sud-ovest dell’Inghilterra.
L’equipaggio di 35 uomini è stato salvato dal piroscafo italiano Pollenzo. L’U-55 ha affondato la nave greca Keramati. Più tardi quel giorno, U-55 è stato individuato e attaccato con bombe di profondità  dal cacciatorpediniere britannico HMS Whitshed e HMS Fowey; in più dal francese Valmy e Guépard e da aerei della RAF (il 228 Squadron della RAF del Sunderland). 41 uomini dell’equipaggio tedesco si sono arresi. Il sommergibile poi si è autoaffondato.
Una torpediniera tedesca sopraggiunta ha identificato il sommergibile tedesco U-15 come un vascello ostile e lo ha speronato a 50 miglia a nord di Wilhelmshaven, in Germania.
L’U-15 è affondato, uccidendo l’intero equipaggio di 25 uomini.
La nave britannica Voreda è stata gravemente danneggiata e arenata vicino a Winterton, in Inghilterra.


30 gennaio 1940: news

Attività politica e diplomatica.
Nel VII anniversario della Rivoluzione nazionalsocialista, Hitler pronunzia al Palazzo dello Sport di Berlino un discorso nel quale ricorda l’opera compiuta dal nazionalsocialismo e polemizza con i suoi avversari.

war-News

Egli conclude con queste parole:
«La Provvidenza ha voluto che il nazionalsocialismo combattesse per tutto il periodo da che venne alla luce. Noi le siamo riconoscenti se la nostra esistenza è una esistenza di lotta. Il nazionalsocialismo ha visto momenti drammatici ma poi sempre sono sopraggiunte meravigliose vittorie. Il compito della Nazione germanica, di questa nazione di ottanta milioni che possiede una eccellente organizzazione e una formidabile fede, è quello di assicurare la propria vittoria. Non può esservi intesa alcuna senza una chiara accettazione e attuazione dei diritti tedeschi. La Germania vivrà e vincerà. All’inizio dell’ottavo anno di regime il popolo tedesco guarda all’avvenire con fede. La Germania non capitolerà».
Si comunica da Budapest che il Conte Csaky, Ministro degli Esteri, ha pronunciato alla Commissione per gli affari esteri della camera un discorso nel quale ha fatto un quadro della situazione politica internazionale, affermando che fondamento della politica estera ungherese sono le strette relazioni di amicizia che legano l’Ungheria all’Italia.

Attività militare.
In Finlandia l’aviazione finlandese bombarda la base navale sovietica di Kronstadt.
Da Londra si comunica che le navi affondate dal nemico, durante la settimana terminata alla mezzanotte del 28 sono state 13 per un totale di 21.101 tonn. e cioè una nave inglese di 2523 tonn., due francesi per 6588 tonn. e dieci neutrali per 20.990 tonnellate.
Al 24 gennaio il numero delle navi alleate scortate dalla flotta inglese in convoglio è stato di 7388 delle quali soltanto 15, pari al 0,2 %, sono andate perdute. Di queste una sola apparteneva ai neutrali.
Fin dal principio della guerra 350 navi mercantili tedesche venivano bloccate nei porti neutrali. Le flotte alleate catturavano 21 navi per un totale di 89mila tonn. e i tedeschi affondavano navi proprie per 23.139 tonnellate.
Oltre alle 13 navi navi affondate durante la settimana, altre 3 navi neutrali ed alleate, per 30.000 tonnellate, sono state affondate negli ultimi tre giorni.
L’Ammiragliato francese pubblica le seguenti cifre sul blocco durante la settimana 21-25 gennaio: navi fermate – 12; merci catturate 21mila tonn.
Dall’inizio della guerra le navi fermate ammontano a 266 e le merci catturate a 502mila tonnellate.
Nel Mare del Nord affondano la petroliera britannica British Triumph, di 8500 tonn. e la carboniera gallese Corgiten, di 4553 tonn.

 


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: