Archivi del mese: marzo 2019

31 marzo 1943: news

war-News

Situazione militare
(comunicato ufficiale rilasciato in pubblicazioni dell’epoca)
.

FRONTE ORIENTALE.
Puntate sovietiche nel Kuban e a sud-ovest di Wjasma.
A sud del lago Ilmen raccorciamento del fronte tedesco.
Attacco sovietico a sud del lago Ladoga.

FRONTE LIBICO E MEDITERRANEO.
In Tunisia la battaglia difensiva prosegue.
Nel Mediterraneo un sommergibile inglese affondato.
A Napoli, nel pomeriggio del 28 è scoppiato un deposito di munizioni.

FRONTE NORD-OCCIDENTALE.
Incursione aerea tedesca sulle coste meridionali dell’Inghilterra.

FRONTE del PACIFICO.
nessuna notizia di rilievo pervenuta in data odierna


bollettino 1040: 31 marzo 1943

 

 

 

 

Il nemico ha mantenuto ieri la sua pressione sul fronte tunisino sferrando nuovi violenti attacchi ai quali le truppe dell’Asse hanno op­posto, in stretta collaborazione con l’arma aerea, tenace resistenza. Una formazione di nostri cacciatori, al comando del capitano Gior­gio Tugnoli da Roma, affrontava un poderoso gruppo di caccia avversari e ne abbatteva 4; altri 6 velivoli nemici venivano distrutti dalle artiglierie contraeree e dalla caccia italo – germanica.

Apparecchi americani hanno sganciato alcune bombe e sparato raffiche di mitragliatrice su Crotone (Catanzaro) causando un morto e cinque feriti.

Russia. I sovietici prendono Anastasyevsk, a Kuban, a nord di Novorossiysk.

In Nuova Guinea, un battaglione americano occupa le posizioni intorno a Morobe, alla foce del Waria.


30 marzo 1943: news

Attività politica e diplomatica.
war-News

Il Primo Lord dell’Ammiragliato, ha fatto alcune dichiarazioni dicendo, fra l’altro, a proposito della guerra subacquea: “non voglio si pensi nemmeno per un momento che le nostre perdite navali non siano serie e gravissime“.
La frase ha destato ovunque stupore ed una profonda impressione.

 

Attività militare.
FRONTE ORIENTALE.
Attacchi sovietici falliti nel Kuban, ad ovest di Wjasma, a sud del Ladoga, nel settore di Staraja Russa.

FRONTE LIBICO E MEDITERRANEO.
In Tunisia violenti attacchi nemici in numerosi punti del fronte.
Un convoglio nemico attaccato da aerei dell’Asse.

FRONTE NORD-OCCIDENTALE.
In Occidente attacco aereo inglese su Berlino e sulla Germania occidentale.
Attacco aereo tedesco sulla costa meridionale dell’Inghilterra.
In Croazia meridionale movimento insurrezionale domato.

FRONTE del PACIFICO.
nessuna notizia di rilievo pervenuta in data odierna


bollettino 1039: 30 marzo 1943

Il nemico ha lanciato, nella battaglia sul fronte tunisino nuove in­genti forze corazzate e di fanteria, validamente contrastate e con­trattaccate dalle truppe dell’Asse.

Sventando tentativi di accerchiamento del nemico, nuove posizioni sono state occupate secondo i piani prestabiliti.

L’aviazione ha battuto colonne di automezzi e di carri armati nemici in movimento verso le linee avanzate; 6 apparecchi sono stati di­strutti dalla caccia germanica ed un altro é precipitato colpito dal tiro delle batterie contraeree.

Velivoli tedeschi hanno intercettato nelle acque di Philippeville un convoglio scortato, colpendo con siluri 2 piroscafi da 5.000 tonnellate ciascuno.

Un bimotore americano è caduto in fiamme nel comune di Giarra­tana (Ragusa).

Un nostro sommergibile al comando del tenente di vascello Gian­franco Gazzana ha affondato in Atlantico un piroscafo da 7.000 ton­nellate.

Atlantico. Nello stretto di Danimarca, l’equipaggio dell’incrociatore tedesco Ratisbona apre il fuoco per evitare di essere catturato mentre viene intercettato dall’incrociatore leggero britannico Glasgow. Solo 6 membri dell’equipaggio di Regensburg sopravvivono al contrattacco britannico.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: