Archivi del mese: giugno 2019

30 giugno 1943: news

war-News

Situazione militare
(comunicati ufficiali rilasciati in pubblicazioni dell’epoca)
.

FRONTE ORIENTALE.
Nel Mar Nero 2mila tonnellate di naviglio nemico affondate dai sommergibili tedeschi.

FRONTE LIBICO E MEDITERRANEO.
Attacco aereo tedesco su Bona.
Incursioni aeree nemiche sulla Sicilia.
49mila tonnellate di naviglio nemico affondate nel Mediterraneo e nell’Atlantico, oltre a 3 velieri ed un cacciatorpediniere.

FRONTE NORD-OCCIDENTALE.
nessuna notizia di rilievo pubblicata in data odierna

FRONTE del PACIFICO.
nessuna notizia di rilievo pubblicata in data odierna


bollettino 1131: 30 giugno 1943

 

 

Il porto di Bona è stato efficacemente bombardato da formazioni aeree tedesche.

Messina e dintorni e la costa calabra dello Stretto, hanno subito una nuova incursione. Alcune bombe sono state sganciate anche su Porto Empedocle.

Il nemico ha perduto io apparecchi: 5 in combattimento con la caccia dell’Asse nel cielo di Comiso e 5 ad opera delle artiglierie con­traeree precipitati rispettivamente nei pressi di Licata, Pozzallo, Tremestieri, Comiso e Castelvetrano.

Nell’azione su Livorno, citata nel bollettino di ieri, altri due quadri­motori nemici, colpiti dal tiro delle batterie della difesa, sono caduti in mare presso l’isola di Gorgona.

Nelle incursioni citate dal bollettino odierno sono stati finora accer­tati: 2 morti e 10 feriti a Porto Empedocle.

Polonia. Il capo dell’esercito polacco Grot-Rowecki viene arrestato dai tedeschi a Varsavia.

URSS. Molti attacchi locali prendono il via in molti posti sul fronte.

Isole Salomone. La Task Force 31 di Rear-Admiral Turner è approdata alla 43a Divisione USA e ai Commandos marini sotto il generale Hester sull’isola Rendova. Sull’isola di New Georgia, a nord di Rendova, le unità del 3 ° reggimento di fanteria degli Stati Uniti arrivano a Segi Point. In serata, i Raiders occupano il porto di Viru.

Sbarco USA a Sasavele, Vangunu, Isole Baraulu, al largo della Nuova Georgia. A Vangunu, i marines statunitensi si scontrano con le truppe giapponesi che si oppongono alla loro penetrazione da Oleana Bay a Wickham Anchorage. Le operazioni sono supportate dagli aerei dell’ammiraglio Fitch. L’aviazione giapponese affonda la McCawley, una nave da sbarco, e raggiunge un’altra.

In Nuova Guinea atterraggio della forza australiano-americana MacKechnie nella baia di Nassau, vicino a Salamaua. Progredisce immediatamente, combattendo contro una forte resistenza giapponese.


29 giugno 1943: news

war-News

Situazione militare
(comunicati ufficiali rilasciati in pubblicazioni dell’epoca)
.

FRONTE ORIENTALE.
Presso Velikie luki, a sud di Staraja Russa attacchi sovietici russi respinti.

FRONTE LIBICO E MEDITERRANEO.
Aerei tedeschi hanno attaccato il porto di Pantelleria.

FRONTE NORD-OCCIDENTALE.
Attacco aereo britannico su Colonia e sulla Germania occidentale e nord-occidentale.

FRONTE del PACIFICO.
nessuna notizia di rilievo pervenuta in data odierna


bollettino 1130: 29 giugno 1943

Velivoli germanici da combattimento hanno agito con favorevoli ri­sultati sugli impianti del porto di Pantelleria.

Livorno, Reggio Calabria, Messina ed altre località. della Sicilia e della Sardegna sono state bombardate dall’aviazione nemica: ingenti i danni subiti dalla città di Livorno, in corso di precisazione le per­dite delle popolazioni.

Nove velivoli venivano abbattuti dalla caccia nazionale: 6 in Sar­degna e 3 a Livorno; 9 distrutti dalle artiglierie contraeree: uno in Sardegna, 4 in Sicilia e 4 a Livorno, dei quali 2 caduti in mare al largo dell’Ardenza, uno nei pressi di Tombolo e uno nei boschi di Salviano.

Un altro aereo avversario, colpito dalle batterie della difesa delle Isole Ione, precipitava in mare.

Nelle incursioni citate dal bollettino odierno, sono state finora ac­certate:

— 175 morti e 300 feriti a Livorno;
— 14 morti e 52 feriti a Reggio Calabria;
— 4 feriti a Messina.

Nelle isole Salomone, le acque del porto di Shortland sono minate per proibire lo sbarco di rinforzi giapponesi.
Un convoglio americano in rotta verso la Nuova Georgia è avvistato dai giapponesi, ma erroneamente credono che sia destinato a Guadalcanal.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: