Archivi del mese: agosto 2016

31 agosto 1940: news

Attività politica e diplomatica.
war-NewsDa Bucarest si che il Ministro degli Esteri, Manoilescu, ha pronunciato un discorso alla radio sull’accordo di Vienna.

Da Berlino si ha che l’Incaricato agli Affari tedesco ha presentato al Governo americano una protesta contro l’attività antitedesca degli Stati Uniti e contro le inchieste effettuate sull’attività di alcune organizzazioni tedesche.

Da Vichy si ha che il pretendente al trono di Francia, Enrico IV, ha inviato telegraficamente un proclama al popolo francese, datandolo da Larache nel Marocco, nel quale annuncia il suo appoggio al Governo del Maresciallo Pétain.

Si ha da Città del Capo che, con soli 83 voti favorevoli e 65 contrari, è stata respinta dall’assemblea del Sud Africa la mozione Hertzog che deplorava la politica di guerra del Governo e chiedeva decisioni immediate per ristabilire la pace con l’Italia e con la Germania.

 

Attività militare.
Bombardamenti aerei molto pesanti sul centro dell’Inghilterra; incursioni aeree britanniche su Berlino e altre località del Reich.
99 apparecchi inglesi contro 34 tedeschi abbattuti.

(ci si potrà chiedere come, dopo diversi giorni di incursioni inglesi sulla capitale tedesca, come mai il Reich non abbia attrezzato una difesa antiaerea adeguata; la mia risposta, al riparo da cose logistiche che posso non sapere, è che il nazismo, o più precisamente l’atteggiamento tedesco in questa guerra, non è imperniato sul concetto di difesa. Mi spiego meglio. Dal 1939 Hitler ha sempre parlato di necessità, per la Germania. Necessità di riprendersi le popolazioni rubate dai trattati Versailles, la necessità di spazio vitale ad Oriente, e per conseguire questi obiettivi ha annunciato e poi avviato campagne militari aggressive. Campagne dove la Germania non ha mai avuto la necessità di difendersi, forte della potenza oggettiva di armate che si erano preparate in segreto per quasi 5 anni. La difesa è un aspetto non contemplato fino al prossimo 1943, un aspetto che, per molti versi, quasi ripugna il tedesco, perchè lo pone su di un piano più basso, riducendone il valore. Per questo non sono mai stati avviati progetti di studio e realizzazione di strutture a questo scopo.
Ripeto. Solo dal 1943, quando sarà chiaro che a quel punto che la guerra non potrà più essere vinta la Germania comincerà a fare qualcosa, in estremo ritardo)

29mila tonn. di naviglio mercantile inglese affondate.
I quotidiani pubblicano il bilancio tedesco del primo anno di guerra, dal quale risulta quanto segue:
39mila morti, 143mila feriti e 24mila dispersi.
Come esempio della relativa esiguità di quelle perdite si ricorda che nei soli primi quattro mesi di guerra del 1914, per l’irruzione attraverso il Belgio, nella Francia settentrionale, si erano registrate 580mila perdite, di cui 200mila morti o dispersi e che, nella grande battaglia di venti giorni combattuta in Francia nel 1918, si erano contate 974mila perdite, di cui 225mila morti o dispersi.
Dalla Marina da guerra e dell’arma aerea insieme sono state affondate, dal principio delle ostilità fino al 31 luglio 1940, 4.986.860 tonnellate di naviglio mercantile nemico: sono quasi 5milioni – un disastro epico.
Senza contare i successi ottenuti mediante le mine e le navi nemiche soltanto danneggiate.
I bombardieri del Reich hanno compiuto, in circa 220 giorni, oltre 3500 attacchi aerei, lanciando quasi 5milioni di bombe per un peso totale di 75mila tonn. circa.
Oltre 500 navi da guerra e mercantili, con tonnellaggio di oltre due milioni sono state affondate dai bombardieri del Reich.
Le navi danneggiate hanno riunito un tonnellaggio di 3,5milioni.
Nel corso di quest’anno 1050 aerei tedeschi sono stati distrutti in combattimenti aerei o dall’artiglieria nemica. L’aviazione germanica ha annientato nello stesso periodo 3100 aeroplani avversari, ai quali vanno aggiunti altri 3850 distrutti dall’artiglieria antiaerea e al suolo, cosicchè il totale degli apparecchi che i nemici della Germania hanno perduto durante questa guerra raggiunge quasi la cifra di 7mila. Infine 155 palloni di sbarramento sono stati abbattuti sopra l’isola britannica.
Nei primi dodici mesi di guerra il tonnellaggio mercantile perduto e confessato in comunicazioni ufficiali dalla Gran Bretagna sale a 1.762.158 tonnellate. E questa cifra confessata dagli inglesi è inferiore di almeno il 40% alla realtà.

chiosco-di-giornali--Parigi

 

Annunci

war report: 31ago1940

La Corazzata Bismarck ha sparato 46 proiettili da 3,7 centimetri contro i raid di aerei inglesi, senza alcun risultato.

Entro la fine del mese, poco più di 51.000 cittadini britannici si sono  registrati come obiettori di coscienza.

warReport1940A cinque torpediniere britanniche, è stato ordinato di intercettare le navi tedesche e hanno intrapreso la navigazione in acque chiaramente ostili; l’HMS Express ha colpito una mina con gravi danni e 56 uomini sono rimasti uccisi. L’HMS Esk si è avvicinato all’HMS Express per assisterlo, ma è incappato in una mina che ha causato il suo affondamento; 135 sono stati uccisi e 25 dei sopravvissuti sono stati catturati sulla spiaggia.
Anche l’HMS Ivanhoe, cercando di aiutare l’HMS Express, ha colpito una mina ed è stato danneggiato, uccidendo 8 persone e ferendone altre 3; sarebbe poi affondato l’indomani e 23 dei suoi superstiti sarebbero stati presi prigionieri.
8.000 truppe britanniche e francesi sono partite dalla Gran Bretagna per Freetown, in Sierra Leone, scortato dagli incrociatori britannici HMS Devonshire e dall’HMS Fiji e da cinque cacciatorpediniere. La loro destinazione è Dakar, nell’Africa francese occidentale, ancora sotto il controllo di Vichy.

Il presidente Roosevelt ha chiamato 60.000 uomini della Guardia Nazionale in servizio federale con l’esercito americano.

Il convoglio alleato OB-205 è stato attaccato da sottomarini tedeschi a 100 miglia a nord dell’Irlanda;
a mezzanotte, il sottomarino tedesco U-60 ha colpito la nave passeggeri Dutch Volendam, che portava 273 dell’equipaggio e 606 passeggeri inglesi (molti erano bambini) per il Canada, uccidendone 1 e la morte è avvenuta durante l’evacuazione piuttosto che durante l’attacco; alle 02:06, il sottomarino tedesco U-59 ha affondato la nave britannica Bibury, uccidendo l’intero equipaggio di 38 uomini e 1 cannoniere; alle 06:15, il sottomarino tedesco U-38 ha affondata
la nave britannica Har Zion; 33 marinai sono stati uccisi e 1è  sopravvissuto (salvati dal cacciatorpediniere polacco Blyskawica il giorno successivo).
Ad ovest, a 100 miglia a nord ovest dell’Irlanda, il sottomarino tedesco U-46 ha affondato la nave passeggeri belga Ville de Hasselt; l’intero equipaggio di 53 sopravvissuti si è salvato su 4 scialuppe di salvataggio.

Bombardieri della RAF hanno attaccato obiettivi a Berlino, Colonia, Hannover ed Emden, in Germania.

L’aereo prototipo  Ca.331 OA ha preso il suo primo volo a Ponte San Pietro, in Italia, con il pilota collaudatore Ettore Wengi alla guida.

Mentre scortava il convoglio Operation Hats, verso Malta,la nave Garland è stata leggermente danneggiata da aerei italiani nel Mar Mediterraneo.

Durante la notte, gli inglesi hanno completato le riparazioni per portare la RAF di Biggin Hill a tornare allo stato operativo.
Alle 08:00, le installazioni radar nel Kent, nel sud dell’Inghilterra, hanno intercettato formazioni tedesche di caccia, quindi hanno inviato l’ordine di rientrare ai propri caccia e solo 3 caccia (tutti canadesi) sono stati persi.
Prima di mezzogiorno, le vere incursioni tedesche sono sopraggiunte. 200 bombardieri hanno attaccato Essex; gli squadroni RAF hanno abbattuto 1 bombardiere ma hanno perso 4 caccia.

Alle 18:00, Biggin Hill è stata bombardata ancora, distruggendo 2 dei 3 hangar restanti, tagliando tutte le linee telefoniche e distruggendo la sala operativa.
Oggi, la RAF ha perso 41 caccia e 9 piloti, mentre la Luftwaffe ha perso 56 caccia e 29 bombardieri.
Dopo il tramonto, Liverpool è stata bombardata per la quarta notte consecutiva; come
anche altre città.

Una notizia leggera. Gli attori di Hollywood Laurence Olivier e Vivien Leigh, si sono sposati in un ranch in California, con solo quattro ospiti di nozze. La coppia glamour, divorziata da partner precedenti, dopo una scandalosa vicenda di quattro anni, ha accumulato sei premi Oscar, cinque premi Emmy e tre premi BAFTA. Staranno insieme per altri 20 anni.

 


30 agosto 1940: news

Attività politica e diplomatica.
war-NewsA Vienna è firmato l’accordo per la cessione di una parte della Transilvania all’Ungheria, conformemente alla decisione arbitrale dai Ministri degli Esteri d’Italia e di Germania.

Da Quito si ha che gli Stati Uniti hanno ottenuto di poter trasformare l’arcipelago della Galapagos in una base navale ed aerea per la difesa dell’emisfero occidentale.
Come per le Bermude, dall’Inghilterra, il Governo di Washington ha avuto in affitto dall’Ecuador le isole Galapagos per 99 anni.

Da Berna si ha che De Gauelle ha preso la parola alla radio di Londra per annunciare che i Governi del Ciad, del Camerun e dell’Africa Equatoriale francese, tutti già destituiti dal Governo di Vichy, si sono schierati ai suoi ordini. Poi egli ha scagliato un altro “jamais” all’Italia, dicendo che la Francia respingerà le sue pretese sulla Tunisia.

Attività militare.
Comunicati tedeschi. Attacchi aerei nelle Contee di  Lincoln e di Suffolk, le località di Weybridge, Langleysouth, Dundee, Leish, Martlepool, Liverpool.
Incursioni aeree britanniche sulla germania occidentale e nella Ruhr.
19 apparecchi inglesi e 6 palloni frenati inglesi abbattuti contro 7 tedeschi abbattuti.
21mila tonn. di naviglio mercantile nemico affondate.
I quotidiani pubblicano l’elenco nominativo delle navi da guerra britanniche affondate o danneggiate dall’inizio delle ostilità al 30 agosto.


war report: 30ago1940

In cambio di una garanzia tedesca di sicurezza, la Romania ha ceduto la regione di Dobrugia alla Bulgaria e ha ceduto parte della Transilvania all’Ungheria. Questa mossa è stata imposta da Hitler alla Romania  nel tentativo di prevenire una possibile guerra tra la Romania e l’Ungheria.

Come già annunciato, il 303° Squadrone RAF polacco è stato ritenuto operativo in Gran Bretagna, da oggi.

Il sommergibile tedesco U-32 ha affondato tre navi alleate del convoglio HX-66A, a 4 miglia al largo isola di Lewis, in Scozia, tra le 02:00 e le 02:48;
la nave britannica Mill Hill è stata affondata con tutto l’equipaggio di 34 uomini;
la nave britannica Chelsea è stata affondata con 24 marinai e 11 uomini salvati dal peschereccio armato HMS Lord Cecil;
la nave norvegese Norne è stata affondata con 17 marinai e 11 sopravvissuti, salvati dalla corvetta HMS Hibiscus.
Alcune ore più tardi, il sottomarino tedesco U-59 ha attaccato due navi del convoglio OB-205, a 70 miglia a nord ovest dell’Irlanda tra le 09:34 e il 09:53;
la petroliera britannica Anadara è stata danneggiata, ma è rimasta galleggiare e senza perdite e sarebbe rimorchiata al Clyde in Scozia dal rimorchiatore HMS Schelda;
la nave greca San Gabriel ha riportato danni senza affondare, ma ha subito 2 uccisioni.
Ancora oggi, il sottomarino tedesco U-25 è affondato con tutto il suo equipaggio vicino a Terschelling, nei Paesi Bassi, dopo che una delle sue mine è esplosa.

L’Ambasciatore francese a Tokyo, Arsène Henry, ha annunciato ai giapponesi che il governo francese avrebbe permesso a 6.000 truppe giapponesi alla stazione in Indocina l’uso militare di porti, aeroporti, ferrovie e nella regione. Tuttavia, il governo francese ha tentato di ritardare l’attuazione del piano più a lungo possibile.

Albert Kesselring sapeva che grandi raid inglesi erano stati allertati a difesa delle coste, così ha cambiato tattica inviando incursioni minori ogni 20 o 30 minuti.
Il campo di volo a Biggin Hill in Inghilterra, è stato attaccato più volte, ma la maggior parte delle bombe sono cadute sulla città, anzichè sul campo d’aviazione, uccidendo 39 persone e ferendone 26; tuttavia, le poche bombe cadute che hanno colpito il campo di volo ha danneggiato la sala operativa e distrutto coordinamento di difesa di questo sito.
Altri obiettivi attaccati sono: Dietling (messo fuori servizio per il resto della giornata), Debden, North Weald, Duxford, Eastchurch, Croydon, e Hornchurch.
I radar Ken sono stati divelti, come le linee elettriche.
Oggi, con 1.310 sortite della Luftwaffe, sarebbe diventato il giorno della RAF Fighter Comand con più grandi vittime, con 40 aerei distrutti, 9 persone uccise e 18 persone gravemente ferite.
Le perdite tedesche rilevate ammontano a 33 caccia e 30 bombardieri. Attacchi pesanti sono continuati in Inghilterra dopo il tramonto, con Liverpool, Londra, Portsmouth, Manchester, Worcester e Bristol bombardato.


dietro le quinte. cose meno famose

Non molti giorni fa, Mussolini, immancabilmente smanioso di porsi al centro dell’attenzione, senza dover pagare conti troppo elevati, ha l’idea brillante di mandar alcune formazioni aeree italiane a bombardare Londra. Di sua iniziativa.
” Bombe, bombe sull’Inghilterra” si canta anche da noi, riprendendo una marcetta tedesca e con la stessa fantasia italiana che ci accompagna da sempre, i nostri aviatori scrivono sulle bombe all’indirizzo del destinatario: ” Al caro Eden”, “a Buckingham palace”, ” al caro Churchill “, ” all’Home Fleet “. Oppure, i più artisti, disegnano ombrelli, con facile allusione alla politica di Chamberlain.

messaggi-italiani-sulle-bom
Mussolini sapeva che negli alti comandi tedeschi le operazioni marittime e aeree contro la Gran Bretagna dovevano necessariamente preludere al grande sbarco nelle isole britanniche, a meno che nel frattempo Churchill non si fosse deciso alla resa.
Quindi, occorreva fare presto. Ma intanto si dovevano superare alcune difficoltà. Intanto l’Inghilterra del 1940 non era esattamente dietro l’angolo e bisognava raggiungerla per attaccarla; poi si doveva almeno avvertire, con una certa delicatezza i crucchi (cosa non automatica) e non lo si poteva neanche tanto dire in giro per assicurarsi il massimo effetto sorpresa.
Quando Hitler ne fu informato, prima pensò di incazzarsi col Duce, poi alzò gli occhi al cielo (su consiglio di Bormann) e, complice la caduta delle ultime illusioni sulla possibilità di evitare uno scontro diretto con l’Inghilterra, soprattutto informato delle difficoltà che la Luftwaffe stava incontrando, pensò seriamente di dover affrontare il suo nemico numero uno ed un qualche aiuto, in fondo, poteva anche fargli gioco.

Churchill-august-pain
Fra l’11 ed il 13 agosto ha cominciato a discutere con l’ammiraglio Raeder e con i generali il progetto di invasione, ma soprattutto dalla Marina, ottiene sempre pareri molto pessimistici.
” Quest’invasione non s’ha da fare…” avrebbero detto a Napoli, ma, allargando le braccia e rileggendo una lunga lettera al Duce, dice:
«ho fatto all’Inghilterra tante proposte per un accordo, perfino per una collaborazione e sono stato trattato così ignobilmente che ormai è mia convinzione che ogni mio richiamo alla ragione verrebbe da essa ugualmente respinto. Perciò mi sono deciso all’attacco. Un attacco deciso».

Nello stesso messaggio Hitler ringrazia Mussolini dell’offerta di un corpo di spedizione italiano contro il Regno Unito, ma si affretta a declinare cortesemente l’aiuto dell’alleato. Il Duce — commenterà Ciano — è rimasto molto contrariato del rifiuto e ha esclamato: “questi ci considerano nulla…, ma che alleati sono?”.

Il 16 luglio Hitler dirama la direttiva … 16! E’ lo scritto che contiene le disposizioni per la preparazione dell’operazione Seelöwe (o Sea lion, in inglese), decidendo, di fatto, lo spostamento di 13 divisioni scelte, verso le basi della Manica, pronte per il balzo al di là del Canale.

London-sampleChurchill informato dei movimenti tedeschi non si arrende e non ha nessuna intenzione di mollare. Manda infatti a Hitler una lettera molto sprezzante “Avete incupito le pagine della storia europea di una macchia indelebile, noi non ci arrenderemo mai, rimaniamo fedeli ai nostri principi , la Germania se vuole la pace deve restituire la vita libera e indipendente alle nazioni che ha occupato, aggredite, saccheggiate; in caso contrario la guerra continua, preferiamo perire tutti anziché vacillare o mancare al nostro dovere“.

Ma è in questa fase che si verifica il primo dei grandi errori tedeschi: un mega errore di valutazione del Reparto 5 del servizio informazioni dello Stato Maggiore della Luftwaffe.
Il generale Schmidt invia un rapporto ad Hitler nel quale si legge:

– attualmente le fabbriche britanniche producono tra i 180 e i 330 caccia (max.), di prima qualità, ogni mese.
In base all’attuale stato delle cose, si prevede un calo piuttosto che
un aumento degli indici di produzione -.

Un errore madornale. Poichè con l’impulso di Lord Beaverbrook, l’industria aeronautica inglese raggiunge cifre come 496 apparecchi, nel luglio 1940, l’errore si rivelerà completamente fuori quota. Ulteriormente, il rapporto sottovaluta l’efficienza degli aerei Hurricane e Spitfire (di cui ho già discusso) in termini di velocità ed armamento.
Nonostante la velocità dell’ME109 e dello Spitfire, così come degli Hurricane, sia di 600 km/h, i velivoli inglesi offrono una maggiore agiltà e una protezione migliore al pilota grazie alle piastre d’acciaio e quindi una maggiore possibilità di uscire illesi da scontri a fuoco.

Hurricanes-1940
Ma il rapporto ha un altro punto decisamente fatale.
Ignora, infatti l’esistenza dei sistemi radar e di controllo volo del Comando caccia britannico.
Come ho già scritto, il sistema permette di far decollare tempestivamente i suoi caccia intercettore, allertando contemporaneamente le altre squadriglie. Col comando ed il controllo centralizzato si raddoppia la forza d’urto britannica, creando in sistema di difesa tecnologico e flessibile ma ritenuto dai tedeschi invece troppo rigido e quindi inefficace, perchè teso solo a difendere lo spazio aereo vicino alle basi aeree inglesi.

Per come la vedo io, dal 2016, la Luftwaffe decide di attaccare il sistema di difesa aerea più avanzato del momento, senza conoscerne il funzionamento, l’equipaggiamento, la potenza.
Addirittura, il 16 luglio giunge all’errata conclusione che la difesa antiaerea dell’isola è assolutamente inadeguata.

Hitler-a-Calais

L’incompetenza del servizio informazioni tedesco, nel 1940, è assolutamente epica.

 

continua

con particolari succosi….


29 agosto 1940: news

Attività politica e diplomatica.
A Vienna hanno inizio i colloqui tra i Ministri degli Esteri d’Italia, di Germania, di Romania e d’Ungheria.
(è interessantissimo questo incontro con Ministri di paesi per i quali è già stata ordinata l’invasione … armata. La chiameremo: la diplomazia alla tedesca!)

war-NewsA Bucarest si riunisce il Consiglio della Corona.
Da Mosca si informa che è stato firmato l’accordo tedesco-sovietico riguardante l’accordo la sistemazione dei 115mila cittadini tedeschi che si trovano nei distretti della Bessarabia e della Bucovina del nord, ceduti dalla Romania all’URSS.
(anche qui, come nella migliore tradizione russa, parliamo di cessioni con la pistola puntata alla tempia …
Oppure, se piace di più, io la vedo come una persona di 150 kg che ti monta sui piedi, facendoti male e guardandoti dall’alto in basso ti dice: “ci siamo capiti?”
)
La sistemazione verrà effettuata in modo analogo di quella realizzata per i cittadini tedeschi dei territori dell’ez-Polonia lo scorso inverno.
(mi fermo un istante e penso alle persone colpite da un evento di questa portata. Una di quelle cose oggi inconcepibili. E parlo di un rumeno che improvvisamente diventa russo, magari assolutamente in contrasto alla sua volontà. Potrei anche sbagliarmi. Ma se un giorno qualsiasi io dovessi diventare serbo – come quelli di Trieste, per esempio – perchè lo ha deciso il mio governo, potrei anche diventare matto in un colpo)

Dal Cairo si ha che il Primo Ministro Hassan Sabri Pascià mirerebbe a formare un Gabinetto di unione nazionale.

Da Washington si informa che il Governo australiano avrebbe fatto pervenire al Gabinetto americano una proposta per la conclusione di un patto di mutua assistenza fra i due Paesi, analogo a quello concluso fra gli Stati Uniti e il Canada.


Attività militare.
Comunicati tedeschi. Attacchi aerei su Eart Church, South End, Bognor Regis, Liverpool, cardiff, Bristol, Middlesborough, Chatam, Coventry.
Incursioni britanniche su Berlino, sugli stabilimenti leuna e su altre numerose località della Germania occidentale e centrale.
44 apparecchi inglesi abbattuti contro 15 tedeschi.
43mila tonn. di naviglio mercantile inglese affondate.

Orecchie-della-guerra

questo si chiama aerofono. serve per captare il rombo degli aerei nemici in avvicinamento.


war report: 29ago1940

(un gesto carino:) Il Regno Unito ha respinto la proposta della Germania di usare le navi della Croce Rossa per recuperare  gli aviatori tedeschi abbattuti nel Canale della Manica.

La Missione Tizard britannica ha condiviso la tecnologia radar con gli Stati Uniti.
(Nella primavera del 1940, la Gran Bretagna era praticamente senza alleati. La Germania era già sulla buona strada per occupare gran parte dell’Europa e Sir Henry Tizard rese conto che non sarebbe passato molto tempo prima che la capacità produttiva della Gran Bretagna non poteva corrispondere a quella della Germania e dei paesi poi in suo possesso. Egli ha riconosciuto che se l’America non entrava in guerra, la Gran Bretagna semplicemente non poteva vincere senza la ricerca e la capacità produttiva del continente nordamericano. Questo era particolarmente vero nel campo dell’elettronica che stava già svolgendo un ruolo cruciale nella condotta della guerra).
Ribbentrop e il conte Ciano hanno incontrato i ministri rumeno e ungherese, a Vienna.

Le colonie francesi dell’Africa equatoriale e del Camerun hanno confermato il supporto a Charles de Gaulle. Il Governatore Georges Pierre Masson del Gabon, invece, ha ritirato il sostegno su richiesta del suo comandante navale che si è schierato con il governo di Vichy.

Il sommergibile tedesco U-100 ha colpito cinque navi del convoglio alleato OA-204, a 150 miglia a nord ovest dell’Irlanda.
La nave britannica Hartismere è stata danneggiata alle 00:23;
la nave britannica Dalblair è stata affondata  alle 00:23 ore (4 morti, 37 i sopravvissuti);
la nave britannica Astra II è stata affondata all’ 01:40 ore (5 morti, 20 i sopravvissuti);
la nave svedese Alida Gorton è stata affondata a 03:36 ore (11 uccisi, 13 sono sopravvissuti, 20 sopravvissuti del Dalblair sono stati uccisi);
la  nave britannica Empire Moose è stata affondata a 04:27 ore (tutti i 36 sopravvissuti).

Nell’ Armata Rossa, il  comandante Grigoriy Fèdorovic è stato giustiziato per aver abbandonato temporaneamente la sua unità in combattimento durante la Guerra d’Inverno.

Berlino si è scusata formalmente con l’Irlanda per aver bombardato Wexford.

Nubi basse e  pioggia al mattino hanno impedito ai tedeschi di lanciare attacchi contro la Gran Bretagna; voli di ricognizione erano per lo più lasciati soli dai britannici. Alle 15:00 e alle 19:15, i tedeschi hanno lanciato grandi gruppi di aerei caccia, nel tentativo di richiamare i caccia inglesi, inizialmente con successo, ma rapidamente l’Air Vice Marshal Keith Park li ha ritirati e solo 9 di questi sono stati abbattuti. Oggi la RAF ha deciso di terminare l’uso dei Defiant come intercettori alla luce del giorno perchè erano prede per i caccia tedeschi.
Durante la notte, bombardieri tedeschi hanno attaccato Portsmouth, Tyneside, Hartlepool, Swansea, Manchester e Liverpool; alcuni fuochi da richiamo sono stati accesi nelle campagne per attirare i bombardamenti tedeschi e la cosa ha funzionato, in parte.

 

 


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: