Archivi del mese: luglio 2011

aggiornamento documentari (pag.14)

aggiorno; puff, puff, pant! pant! (come nei fumetti…)

RaiStoria ha proposto una raccolta in 3 puntate di “Prigionieri” (l’Odissea – la scelta  l’ultimo inverno) di M.Sani;

.

da History channel arriva “l’ultimo nazista – i figli della razza eletta“.

..

L’illusione del male” di Rai Storia è un documento da conservare per capire la scelta di molti ragazzi di aderire alla RSI; per Rai150 ci viene presentato un doppio appuntamento dedicato ad “Anna Frank” con film e documentario. 2 ore imperdibili.

.

Da History channel un’altra rara biografia: “Martin Bormann” (gli Apostoli di Hitler).

.

Una serie di testimonianze preziose in “600.000 volte no” sulle sofferenze dei prigionieri italiani in Germania; di Sergio Valentini, appartiene alla serie <Tragico e Glorioso 1943>.

Team557


aggiornamento documentari (pag.13)

Da RaiStoria, la serie Battaglie annovera 2 nuove entrate di rilievo: “la battaglia di Sicilia” e “attacco alla Russia” da Dixit;

 

dalla collana <Tre città in guerra> ecco “Torino” e “Taranto”  (la serie è completata da Napoli-nonostante la morte già presente nel sito).

      

Da History channel una nuova versione di “Ascesa e caduta del Terzo Reich“, fatta dai tedeschi ed in 2 parti.
      

 

Team557


aggiornamento documentari (pag.12)

Da segnalare alcune biografie di pregevole fattura: “Eichmann” e M.Seifert (Misha-il boia di Bolzano) da RaiStoria (serie Dixit) e “C.Doenitz” da History channel (serie Apostoli di Hitler).

estati di guerra: bombardate Roma!” e “guerra civile” sono documentari di 2 ore a cura Di G.Minoli per la serie Dixit;

1944: bottino di guerra” parla dell’orrore delle “marocchinate”, le donne ciociare violentate, nel 1944 dal contingente marocchino dell’esercito francese.

 

 

Team557

 


la grande domanda e l’offerta

Poi, con tutto questo vedere documentari di guerra, leggere libri e raccogliere testimonianze, succede che una certa idea sulle cose, alla fine, uno se la fa. E’ naturale. Ne ho sentite di tutti i colori. Da History channel; qui se i documenti non sono in una certa chiave non li programmano, non li comprano proprio da Fox channel; da Rai Storia che attinge a piene mani da Istituto Luce (l’altra sponda); dalle inchieste di RaiUno che DEVONO essere sempre risolutive e nazional-popolari; insomma, mi sono illuminato dei resoconti di Biagi, S. Zavoli, G.Bisiach (che il sito di RaiStoria continua a  scrivere sbagliato), A.Petacco, fino agli storici dei giorni nostri (vedi sotto); ma nessuno ha mai risposto esaurientemente alla mia domanda-chiave che mi trascino da quando mi interesso di queste cose: tutto il popolo della Resistenza, tutti gli Antifascisti dov’erano i sabato pomeriggio del 1938/39 fino al 10 giugno 1940 e poi dov’erano fino al ’43? Questa è la grande domanda. E l’offerta è la vita dei 415.000 morti italiani ( 330.000 militari e 80.000 civili). Non basta? Ci aggiungo la mia pace interiore; così mi potrò dar pace. Ma intanto i dubbi rimangono.

Continua a leggere


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: