Archivi tag: war report 28 febbraio 1941

war report: 28feb1941

t557_warbullettin_sxcBollettino di guerra internazionale.

warReport1941

Germania: Durante la notte 23 aerei britannici Hampden, partiti da Waddington, nel Lincolnshire, in Inghilterra, hanno attaccato ancora la corazzata Tirpitz a Wilhelmshaven, in Germania. Nubi basse hanno portato solo 4 aeromobili a localizzare la corazzata e non sono riusciti a colpire il bersaglio. Questo è la 16° incursione in 7 mesi, ma la Tirpitz non ha subito ancora nessun danno grave.

L’ambasciatore giapponese Oshima, torna a Berlino per la seconda volta per incontrarsi con Hitler.

Il RAF Bomber Command invia 116 aerei per attaccare Wilhelmshaven, per la terza volta in pochi giorni, durante la notte.

Il generale von Manstein ha preso il comando dei tedeschi del 56° Korps.

 

Nord Africa: A Kufra, sono stati avviati negoziati tra la Francia Libera e i britannici.

A 4/16 del Punjab, meno due compagnie, con il 1° Royal Sussex, è stato ordinato di effettuare un’operazione contro il Mescelit Pass. La sera del 28 febbraio una compagnia ha fatta un’attacco frontale, mentre l’altro si è spostata sul fianco sinistro, trascorrendo la notte del 28 febbraio/1 marzo nel nulla più profondo del deserto.

 

Regno Unito: Il conto delle vittime britanniche di questo mese è salito a 789 morti e 1068 feriti.

Il Generale Sir Henry Maitland Wilson è stato chiamato a comandare le forze di terra alleate stanziate in Grecia.

 

Fronte Occidentale: Nella Francia di Vichy le razioni di pane sono state ridotte da 350g a 280g, oggi.

 

Mediterraneo: Un raid della Luftwaffe, sul campo d’aviazione della RAF, ad Hal Far, a Malta, ha distrutto quasi tutti gli aerei a terra lasciando i britannici senza nessun aereo utile per le operazioni di difesa.

I Greci dell’Esercito dell’Epiro attaccano l’11 ° Armata italiana ad ovest di Klisura.

Questo giorno in cui si è registrato il maggior successo della RAF durante la campagna di Grecia. Uno squadrone di caccia della RAF Hurricane e uno squadrone di Gladiators della RAF hanno abbattuto 27 aerei italiani sulle montagne albanesi a sostegno delle truppe greche a terra.

 

L’operazione Abstention si è conclusa con una vittoria italiana, quando l’ultimo residuo dei commandos inglesi sono dovuti fuggire a gambe levate. Poco dopo la mezzanotte, i comandanti di entrambi i comandi i gruppi ed i fucilieri Forestali hanno considerato l’estrema precarietà della loro situazione e l’impossibilità di tenere la posizione del Nifti Point. Si è pertanto deciso un immediato ritiro dall’isola ed entro tre ore dallo sbarco, le truppe sono dovute essere evacuate sotto la copertura delle tenebre. I soldati britannici non avrebbero messo più piede sull’isola per più di due anni ancora. 40 commandos britannici sono stati abbandonati alle spalle con quel ritiro forzato. Inoltre, più di due dozzine di uomini della popolazione locale sono state arrestate e poi imputate di ‘aiutare il nemico’.  Alla fine sono stati inviati a Brindisi, Italia per essere imprigionati. Il fallimento dell’operazione Abstention è stata una completa disfatta per gli inglesi. Il Primo Ministro ha dichiarato scioccato, incredulo;

Sono completamente depresso per questa operazione.”

L’operazione disastrosa è stata descritta da Cunningham come:

“… Un’operazione fallimentare giudicata con troppa faciloneria“.

 

Oceano Atlantico: Il transatlantico britannico Anchises, è stato danneggiato da una flotta di aerei Fw200 tedeschi e ha iniziato affondare lentamente, dalle 11:30. I restanti 33 membri dell’equipaggio sono scesi in una scialuppa di salvataggio; 12 di questi sono stati uccisi accidentalmente investiti dalla prua della corvetta HMS Kingcup, che era arrivato a salvarli.
Nel pomeriggio, aerei tedeschi sono tornati e hanno completato l’opera affondando definitivamente l’Anchise con le bombe.

Il sommergibile tedesco U-108 ha affondato la nave britannica Effna, a 200 miglia a sud dell’Islanda alle 23:32, uccidendo l’intero equipaggio di 33 marinai.

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: