Archivi tag: war report 24 febbraio 1941

war report: 24feb1941

t557_warbullettin_sxcBollettino di guerra internazionale.

warReport1941

Germania: Hitler ha tenuto un discorso, nel 21° anniversario della fondazione del partito nazista a Monaco di Baviera, dichiarando che l’offensiva degli U-boot sarà intensificata molto nei prossimi mesi.
La dichiarazione è stata accolta con un’ovazione memorabile da parte dei presenti.

 

Nord Africa: Rommel ha mobilitato 3 divisioni italiane e parte della 5° Divisione Leggera tedesca a Sirte, sulla costa libica, a 150 Km West dalle difese alleate di El Agheila, per bloccare ulteriori progressi alleati e condurre alcuni raid di ricognizione per far conoscere ai britannici l’arrivo della forza tedesca. Elementi di ricognizione della 5a Divisione Leggera tedesca con i carri armati, autoblindo e motociclette hanno creato un’imboscata ad una pattuglia britannica e australiana a ovest di El Agheila, Libia, prendendo 3 prigionieri.

La nave italiana Sabbia, danneggiata da un attacco mal riuscito del sommergibile inglese Ursula, tre giorni fa, è stata intercettata ed affondata dal sommergibile Regent.

Tre aerei bombardieri HE111 hanno attaccato i cacciatorpediniere britannici HMS Dainty e HMS Hasty nel porto di Tobruk, alle 19:00. L’HMS Dainty è stato affondato da una bomba di 500 kg, che ha ucciso 16 uomini all’istante.

4 Moto con mitragliatrice britanniche sono passate attraverso Cubcol. le pattuglie con auto blindate si sono spostate davanti alla colonna e hanno portato un posto di blocco all’ingresso del Passo Mescelit.

La RAF ha attaccato Tripoli con bombardieri Wellington partiti da Malta.

 

Regno Unito: La Luftwaffe ha condotto un raid notturno terribile contro Cambridge.

 

Fronte Occidentale: Durante la notte, il porto tedesco occupato di Brest, in Francia, è stato bombardato da 57 Avro Manchesters del 207° Squadron del Bomber Command, partiti da Waddington, nel Lincolnshire. Questo è stato il debutto operativo del Manchester, il precursore del più noto Avro Lancaster.

Un incontro all’aria aperta si è tenuto al Noordermarkt di Amsterdam per organizzare uno sciopero per protestare contro il recente pogrom e contro il lavoro forzato.
I lavoratori di Amsterdam, in particolare quelli dei cantieri navali di Amsterdam-Noord, furono minacciati di deportazione in Germania per essere assegnati ai lavori forzati.
Il Partito Comunista dei Paesi Bassi, diventato illegale per volere dei tedeschi, oggi ha stampato e diffuso un invito a colpire le forze occupanti in tutta la città per la mattina successiva.
volantino-sciopero-di-febbrCome misura ulteriore è stato proclamato uno sciopero generale sempre l’indomani. A questa misura aderiranno i conduttori di tram cittadini, seguiti da lavoratori di altri servizi, dalle scuole e da società private come i magazzini De Bijenkorf. Anche se lo sciopero di per sé non avrà successo in termini di risultati ottenuti, sarà molto significativo in quanto, per la prima volta in una nazione occupata dai tedeschi, la popolazione si ribella in modo così compatto contro l’invasore, a sostegno della popolazione ebraica.

 

Nord America: Omar Bradley è stato promosso al grado di brigadiere generale temporaneo.

I risultati di un sondaggio Gallup sono stati pubblicati e chiedevano agli americani: “Pensi che gli Stati Uniti dovrebbero cercare di togliere il Giappone dalle Indie orientali olandesi e da Singapore?” Il 56% ha detto di sì, il 24% ha detto di no, il 20% non ha espresso alcuna opinione. Una versione diversa della questione ha chiesto: “Pensi che gli Stati Uniti dovrebbero rischiare una guerra con il Giappone, se necessario?” Il 46% ha detto di no, il 39% ha detto di sì, il 15% non ha dato parere.

Mediterraneo: E’ proseguito ancora oggi il recupero delle salme in mare del monitor Terror affondato ieri.

 

Oceano Atlantico: A 300 miglia a sud dell’Islanda, il sottomarino tedesco U-107 ha affondato la nave britannica HMS Manistee, uccidendo l’intero equipaggio di 141, dopo un inseguimento iniziato il giorno precedente.
I sommergibili tedeschi U-95 e U-96 e il sommergibile italiano Bianchi ha attaccato il convoglio OB-288 (ora disperso e senza scorta), di cui il Manistee era parte, affondando altre 7 navi mercantili prima dell’alba.
La maggior parte delle squadre di marinai sono annegati, anche se tutti i 41 uomini del SS Waynegate hanno prenso le scialuppe di salvataggio e sono stati raccolti dal cacciatorpediniere della Francia Libera Leopard.
Nella stessa zona, U-97 ha affondato 3 piroscafi britannici del convoglio OB-289 (la maggior parte delle squadre in soccorso della corvetta HMS Petunia) e ha danneggiato la petroliera norvegese G.C. Brøvig, che ha perso parte della prua, ma è riuscita a farsi rimorchiare a Stornoway dall’HMS Petunia.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: