Archivi tag: ventennio

prospettiva

Chi ha scritto queste righe probabilmente oggi non è più…, ma anche se l’argomento non è più attuale, trovo corretto riproporre una prospettiva che merita qualche riflessione.

.

Non atteggiamoci tutti a vittime dell’oppressione.

 Venti anni di storia li abbiamo fatti insieme: lui, il Duce, inebriandosi dai balconi per le «oceaniche» adunate, e noi pettoruti e tronfi, cantando “Giovinezza”.

Noi non siamo stati un popolo oppresso né martiri di una dittatura; chi più chi meno, abbiamo preso gusto al gioco, qualcuno reagendo debolmente con le barzellette sussurrate, qualche altro adagiandosi quieto quieto, tutti facendo a gomitate per le patacche. Persino il re fece festa quando fra queste ultime fece capolino l’aureola imperiale… 

Gli antichi saggi, quelli che con la sola forza dello spirito e dell’intelletto illuminarono il cammino dell’uomo, scrissero sui templi sacri «conosci te stesso, indicando non essere permesso avvicinarsi alla purezza senza aver prima guardato dentro di noi e giudicato noi stessi.

La nostra natura fisica e psicologica ci ha sempre portati ai facili entusiasmi ed alle ancor più facili lacrimazioni. La nostra emotività risente indubbiamente della natura che esplode nei giardini, nel sole inebriante, nei fiori… La brevità non consente ulteriore analisi storica, sociale e psicologica, ma è antica conoscenza che un popolo ha il governo che merita. Ha torto chi vuole scagionarsi, ha ancora torto chi accusa. Guardi quest’ultimo dentro se stesso ed ancora oggi si accorgerà quanto sia difficile giudicare con giustizia…


alla corte di Mussolini

11/03/10 – Per la serie <La Grande Storia> di Rai3 ecco il documentario “alla corte di Mussolini“, con le biografie degli uomini che hanno fatto il Ventennio: Farinacci, Balbo, Starace e Pavolini. In verità, è un po’ un reimpasto di quanto mandato in onda nel 2006 (credo) con il nome “gli uomini di Mussolini”. Prima erano 3 puntate e comprendeva anche la biografia di Ciano, ora mi sembra che abbiano condensato tutto in una di 2 ore. Bella però. Per un curioso che ne vuol sapere sempre di più le immagini non bastano mai; tuttavia, in questo numero si vedono un po’ di cose che i nostalgici non mancheranno di apprezzare.


nascita di una dittatura

10/06/09 – Di assoluto valore l’analisi politica di Sergio Zavoli sull’avvento del fascismo, dal titolo “nascita di una dittatura” (in 6 puntate di un’ora circa) con le interviste ai personaggi chiave dell’epoca.

Questa serie, mandata in onda in Rai nel ’73 (credo) e riproposta nel 2009 da RaiStoria, a mio modo di vedere è una perla di Sergio Zavoli che gli appassionati e curiosi di storia non possono non apprezzare. Personalmente, non ho mai compreso sino in fondo il perchè la Rai (o chi per lei) non abbia messo in vendita a disposizione raccolte di questa caratura. Tra l’altro, e parlo per esperienza diretta, chiedere le cose alla Tv di stato è sempre molto difficile da sempre tanto da far desistere chiunque dall’intento. 

Un altro bel documentario che ci parla del “ventennio” e dintorni, da Rai3, è la serie “Dittatura“, in 3 filmati, di assoluto valore per quantità di contributi. Il Duce, su “la Grande Storia”, in una puntigliosa analisi a cura di Luigi Bizzarri. Gli inglesi direbbero: un “must have”.

le anteprime di questi filmati si possono gustare (è il caso di dirlo) su http://www.557.it

NB. per esempio, ieri il server si era impallato e una nota di merito va a Telecom che prontamente è corsa a riparare il guasto. Devo dire la verità. Per quanto scalcagnata, almeno l’assistenza di Telecom c’è!  Viva. Con altri (non so voi…) mi tocca sudare 7 camicie e a volte non basta…


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: