Archivi tag: se Hitler avesse…

Russia sì, russia no…

Chi ha acquistato a suo tempo il dvd “Il nemico alle porte” avrà certamente potuto gustare anche l’esaustivo documentario sulla Russia del ‘900, comprendendo la sua economia, le sue risorse, la sua forza. In questa produzione si evidenzia il concetto che l’errore fatale di Hitler fu proprio quello di attaccare l’alleato sovietico. parataNazi-URSSLe foto (piuttosto rare…) sono del 18 sett. 1939 a Brest e mostrano la parata degli eserciti nazisti e sovietici. Da ricordare: il giorno prima i russi avevano invaso la Polonia dopo che la Germania l’aveva invasa il primo sett. 1939 e in 2 settimane l’aveva conquistata. Ma già dalla primavera del 1941 sembrava sul punto di dominare la terra.   Francia, Paesi Bassi, Norvegia, Danimarca, Austria, Cecoslovacchia e Ungheria erano state invase dai tedeschi. Tranne Svezia e Svizzera (neutrali), la Francia di Petain, la Spagna di Franco, il Portogallo, le nazioni balcaniche e la Finlandia era tutta roba di Hitler. La storia ci dice che la sola divisione tedesca di Rommel, inviata per aiutare gli italiani in difficoltà, aveva messo in fuga le forze britanniche del Medio Oriente e  minacciava le linee di rifornimento del Canale di Suez. Intanto, in Iraq, un colpo di stato del filotedesco Rashid Alì aveva interrotto la via di terra verso l’India. In Asia il Giappone, terzo alleato dell’Asse, era pronto ad occupare la sua parte sud-orientale ed invaderla. soldatinoNon è azzardato pensare che era possibile, per loro, non coinvolgere gli Stati Uniti. Il Giappone infatti, poteva spezzare l’embargo americano e ottenere tutto il petrolio necessario alle potenze dell’Asse (tutte) semplicemente impadronendosi delle Indie. Era tutto allo loro portata. Se poi ci fossero stati di mezzo anche i Turchi…

Se Hitler avesse inviato a Rommel anche solo l’armata B dell’operazione Barbarossa (1 milione di uomini) gli avrebbe permesso di fare ciò che ad Alessandro il Grande e Napoleone non era riuscito. Avrebbe cioè conquistato il Medio Oriente e guidato le sue truppe verso l’India ricongiungendosi con i giapponesi. Progettino non male (si fa per dire…). il-nemico-alle-porte
In questo modo, una possibile alleanza nazi-sovietica avrebbe avuto a disposizione forze e risorse che avrebbero superato di molto quelle che possedevano le nazioni decise a resistere, Gran Bretagna e Stati Uniti. Senza troppa fantasia, le nazioni di lingua inglese si sarebbero trovate così isolate e avrebbero dovuto assogettarsi all’idea di far pace col nemico. Soltanto il sorprendente errore fatale di Hitler di invadere la Russia impedì che tutto questo avvenisse.
– Russia sì, russia no… la terra dei crucchi! – poteva essere anche un ritornello di Elio e le Storie Tese da cantarsi giocando a Risiko.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: