Archivi tag: Paolo Mieli

Giornata della Memoria. in streaming

Dopo aver visto il documentario ” Auschwitz: l’ultimo segreto ” e capito che sia il Vaticano, sia la Croce Rossa Internazionale sapevano tutto sulla persecuzione degli ebrei fin dal febbraio 1943 (dopo le relazioni di Yan Karski), e aver compreso come i governi Alleati fossero più preoccupati dalle proprie ragioni politiche (Bengurion compreso), mi viene in mente una frase più volte ripetuta durante il film “la Rivolta”:

« un uomo che ha una moralità, può mantenere il suo codice morale in un mondo immorale ? »

Team557 vuole far un particolare plauso allo sforzo mediatico di RaiStoria dedicato al Giorno della Memoria; la giornata ha ospitato il grande lavoro di Paolo Mieli che ha selezionato i migliori documenti video delle teche Rai relativi alla Shoah e al clima antisemitico di quegli anni, con particolare riferimento al comportamento del popolo italiano. Per questo motivo, con l’intento di rafforzare la memoria visiva sull’ olocausto, mi sono impegnato a pubblicare 5 ore (integrali) di documentari in streaming per permettere la visualizzazione dei documentari.

I filmati, di cui mostro una lista minimamente dettagliata, sono divisi in blocchi da 10/12min (limite di YouTube) e sono anche disponibili sul sito ed in DvD.

Lista contenuti:

GM01:

presentazione della giornata della Memoria di Paolo Mieli: GM01_prima parte

testimonianza di Liliana Segre: GM01 seconda parte

Le NON persone – testimonianza di Andra e Tatiana Bucci; di R.Olla (2012): GM01 terza parte

.

GM02:

disposizioni governative per la soluzione finale della “questione ebraica”: GM02 prima parte

Auschwitz e Primo Levi +

testimonianza di Edith Bruck, Vittorio Foa: GM02 seconda parte

.

GM03:

Le NON persone – testimonianza di Sami Modiano: GM03 prima parte   .    GM03 seconda parte

.

GM04:

R.Olla presenta “Lo sterminio” (2002): GM04 prima parte

Auschwitz e Primo Levi: GM04 seconda parte

.

GM05:

Paolo Mieli parla del “negazionismo”

estratto della puntata di “il tempo che fa” con Umberto Eco (2010): GM05 versione integrale

.

GM06:

da Enigma (2004) ” i protocolli dei Savi di Sion; le linee guida di un progetto: GM06 prima parte

il Complotto giudaico: GM06 seconda parte

.

GM07:

Le NON persone – testimonianza di Piero Terracina: GM07 prima parte   .   GM07 seconda parte   .   GM07 terza parte

.

GM08:

la retata di Piazza Giudia a Roma (servizio del 1963): GM08 prima parte

Risiera di San Sabba. La memoria dell’offesa: GM08 seconda parte    .   GM08 terza parte   .   GM08 quarta parte

.

GM09:

introduzione di Paolo Mieli su Shoa e Norimberga: GM09 prima parte

Correva L’anno (2007): GM09 seconda parte   .   GM09 terza parte   .   GM09 quarta parte

.

GM10:

Mafalda di Savoia: GM10 versione integrale

.

GM11:

Le NON persone – testimonianza di Goti Bauer : GM11 prima parte   .   GM11 seconda parte   .   GM11 terza parte

Per avere visione di tutti i filmati disponibili controllare il canale di YouTube di Team557.

.

Team557


la grande domanda e l’offerta

Poi, con tutto questo vedere documentari di guerra, leggere libri e raccogliere testimonianze, succede che una certa idea sulle cose, alla fine, uno se la fa. E’ naturale. Ne ho sentite di tutti i colori. Da History channel; qui se i documenti non sono in una certa chiave non li programmano, non li comprano proprio da Fox channel; da Rai Storia che attinge a piene mani da Istituto Luce (l’altra sponda); dalle inchieste di RaiUno che DEVONO essere sempre risolutive e nazional-popolari; insomma, mi sono illuminato dei resoconti di Biagi, S. Zavoli, G.Bisiach (che il sito di RaiStoria continua a  scrivere sbagliato), A.Petacco, fino agli storici dei giorni nostri (vedi sotto); ma nessuno ha mai risposto esaurientemente alla mia domanda-chiave che mi trascino da quando mi interesso di queste cose: tutto il popolo della Resistenza, tutti gli Antifascisti dov’erano i sabato pomeriggio del 1938/39 fino al 10 giugno 1940 e poi dov’erano fino al ’43? Questa è la grande domanda. E l’offerta è la vita dei 415.000 morti italiani ( 330.000 militari e 80.000 civili). Non basta? Ci aggiungo la mia pace interiore; così mi potrò dar pace. Ma intanto i dubbi rimangono.

Continua a leggere


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: