Archivi tag: Molotov

28 novembre 1939: news

Attività politica e diplomatica. A Mosca, il Commissario agli Esteri Molotov riceve il Ministro di Finlandia e gli comunica che il Governo sovietico denuncia il patto di non aggressione.
In Russia aumenta, negli ambienti militari, l’agitazione contro la Finlandia.
A Londra, la nuova sessione del Parlamento è aperta con il consueto cerimoniale.
Giorgio V pronuncia un discorso della Corona in cui è detto:
Nel Paese, in Francia ed in tutte le guarnigioni oltre mare, il mio esercito e le mie forze aeree compiono pienamente il loro dovere e sono certo che esse saranno pronte ad ogni sforzo e ad ogni sacrificio che possa essere loro richiesto “.
war-NewsSi preannunciano quindi, come necessari, nuovi provvedimenti per il finanziamento della guerra.
In risposta Chamberlain pronuncia un lungo discorso, dichiarando che il sistema di sequestri in alto mare delle merci esportate dalla Germania sarà messo in vigore il 4 dicembre.
Il Primo Ministro afferma poi che l’inasprimento del blocco è la conseguenza di « numerosi  atti imperdonabili compiuti dalla Germania contrariamente agli accordi e alle convenzioni cui essa aveva aderito. I nuovi provvedimenti contro le esportazioni dalla Germania — ha aggiunto — potranno causare danni e perdite ai neutrali, ma si tratta di provvedimenti che aiuteranno la Gran Bretagna a terminare vittoriosomente la guerra ».
Essi vengono riassunti in un decreto immediatamente pubblicato cui ha seguito un analogo decreto da parte francese.

(diciamo intanto che le note di protesta di Giappone, Belgio, Olanda, Danimarca, Svezia, Iran e di altri Stati neutrali NON hanno avuto alcun peso e anche in questo caso l’Inghilterra non esista a mostrare la sua proverbiale sensibilità per gli altri. Qualcuno, a guerra finita dirà che Churchill ha fatto di necessità una virtù;   a me sembra che abbiano fatto solo i loro interessi…)

 

Attività militare. Il comunicato tedesco annuncia l’affondamento dell’incrociatore ausiliario britannico Rawalpindi, in seguito alla battaglia svoltasi presso la Groenlandia.
Il comunicato francese annuncia la cattura delle navi mercantili germaniche Triseis, di 6000 tonnellate e Santafè.
Sono affondati i piroscafi inglesi Uskmouth, di 2493 tonnellate e James Maguire, nave cisterna di 10.525 tonnellate.

HMS-Rawalpindi


6 novembre 1939: news

Attività politica e militare. L’ ambasciatore di germania ad Ankara, von Papen,war-News lascia Sofia diretto ad Istambul, dopo aver visitato il Presidente del Consiglio e Ministro degli Esteri bulgaro, Kiossaneivanov.
Da Mosca si informa che le trattative russo-finlandesi si protrarranno ancora nei prossimi giorni.
In una riunione, tenutasi a Mosca per la celebrazione del XXII anniversario della rivoluzione bolscevica, il Commissario agli Esteri, Molotov, pronuncia una nuova requisitoria contro la Gran Bretagna e la Francia, accusandole di aver scatenato la guerra.
I circoli autorizzati di Berlino ritengono che i Governi dei Paesi neutrali non possono tollerare, senza violare la neutralità, l’arruolamento di cittadini polacchi nella legione costituitasi in Francia.  Tale punto di vista è stato comunicato a tutti i paesi neutrali, ove si trovano profughi polacchi.

Attività militare. Sul fronte occidentale azioni di pattuglie e notevole attività delle due aviazioni. Un comunicato francese informa che nel corso di un violento combattimento aereo, 9 caccia francesi hanno attaccato un gruppo di 27 caccia tedeschi di cui 9 sono stati abbattuti. 7 sono caduti in territorio francese. Un gruppo di aerei inglesi ha sorvolato per ricognizione il territorio germanico.


28 settembre-1939 news

28 settembre.

Questa ridefinizione di confini viene definita a Mosca da von Ribbentrop e Molotov. Alla Russia viene data mano libera anche in Lituania, che secondo i precedenti accordi sarebbe dovuta invece finire sotto l’influenza tedesca. In cambio la linea di demarcazione russo-tedesca viene spostata a oriente (i sovietici infatti arretreranno fino alla linea Narew-Bug-San) e la regione compresa tra la Vistola e il Bug occidentale va alla Germania. Il territorio occupato dai tedeschi è la regione più ricca della Polonia, con 22 milioni di abitanti e la quasi totalità delle Industrie. I russi si annettono circa 200.000 km² di territorio polacco, per lo più atto allo sfruttamento agricolo, con 13 milioni di abitanti. Hitler oggi incarica il ReichsFuhrer delle SS, Himmler, di provvedere al “consolidamento delle minoranze tedesche in Oriente”.

(Ordine segreto del Fuhrer che verrà ratificato il 7 ottobre 1939)

firma-nuovi-confini39

Qui appare evidente ancora una volta l’indomabile antagonismo tra Russia e Germania che ora convivono sulla base di sottili equilibri. Per così dire, la zampa sinistra dell’orso sovietico ha già sbarrato la via tra la Polonia e la Romania (con i suoi giacimenti). L’interesse che la Russia ha per le popolazioni balcaniche di razza slava è tradizionale e l’eventuale arrivo dei tedeschi sul Mar Nero sarebbe una minaccia mortale per la Russia. Turchia compresa. Intanto, come già evidenziato, questi nuovi confini sono pericolosi per la dilagante superiorità di uomini e mezzi sovietici insediativi sulla linea. Hitler lo nasconde, ma è intimamente in affanno.

Italia. Ciano è inquieto: «Ancora siamo al buio completo. Ma molti sintomi – negli Stati baltici e in Bessarabia – non fanno prevedere niente di buono. Quell’uomo (Ribbentrop) è sinistro e la sua influenza sugli eventi è estremamente pericolosa».

Mosca. Una curiosità: una clamorosa dichiarazione pacifista di Molotov e Ribbentrop, in cui è detto tra l’altro che i governi del Reich e dell’URSS dopo avere «definitivamente sistemato i problemi derivanti dallo sgretolarsi dello Stato polacco esprimono la loro comune convinzione che sarebbe nel vero interesse di tutti i popoli por fine allo stato di guerra tra la Germania, la Francia e l’Inghilterra. Per cui i due Governi rivolgono i loro comuni sforzi al raggiungimento di questo fine. Se però gli sforzi dei due governi non dovessero avere successo, ciò dimostrerà che l’Inghilterra e la Francia sono le responsabili per la continuazione della guerra».


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: