Archivi tag: Focke Wulf Triebflugel

il sogno segreto _1

Se uno solo tra le centinaia di scienziati geniali di Hitler avesse avuto le risorse per portare a termine i propri progetti, oggi non avremmo un presente così come lo conosciamo. L’ira del Fuhrer avrebbe generato una catastrofe umana per cui l’Olocausto sarebbe sembrato poi solo una mattanza di quartiere. E non sono fantasticherie. scienziatiNomi eccellenti come l’ing. Werner von Braun, la matematica Irene Bredt, l’ing. aero-spaziale Oiegen Sanger ed il fisico nucleare Werner Heisenberg portarono il livello tecnologico della Germania nazista avanti di 50 anni. Sui loro tavoli da disegno era già definita un’evoluzione scientifica che li avrebbe condotti ad un livello irraggiungibile. Grazie a generosi finanziamenti stanziati tra gli anni 20 e gli anni 30, il Reich ebbe a disposizione uno staff di migliaia di eccellenze per tentare di approntare il colpo definitivo che le avrebbe procurato la vittoria del conflitto. Dopo, ma molto dopo, si dirà che gli scienziati erano solo uomini di scienza e non politicizzati; NON è vero. Forse alcuni ne vennero coinvolti solo in parte, ma la quasi totalità aderì al nazismo; molti ebbero l’iscrizione alle SS e non solo ad honorem, ma per proprie ferree convinzioni personali.

All’inizio degli anni 40 vive la convinzione che la scienza e la tecnologia siano la strada che conduce alla vittoria. La tendenza a prediligere la qualità alla quantità, che di fatto è contraria alla mentalità americana (per esempio), spinse i tedeschi a credere che una qualità superiore avrebbe prevalso su qualsiasi cosa cambiando il corso della storia. E avrebbero potuto aver ragione.

Vennero presentati ad Hitler disegni futuristici come:

Lippish-P13 |

il Lippish P13: un bombardiere ad alta velocità con ali a delta, della Messerschmitt;

TRIEBFLUGEL|

il primo aereo a decollo verticale della storia, con ali rotanti: il Focke Wulf Triebflugel;

 |

|

portaereiV

|

una incredibile portaerei volante;

|

SilberVogel|

il Silber Vogel: l’uccello d’argento. Un’astronave sub-orbitale in grado di portare la guerra ovunque.

Silber2

Hitler, affascinato dalla possibile applicazione di queste invenzioni, pensò di usare la scienza e la tecnologia per concepire, testare e in alcuni casi dispiegare un’affascinante, per quanto spaventosa, serie di primati.

StealthDagli avanzatissimi missili balistici a lungo raggio ai jet a reazione,  capaci di umiliare i normali caccia ad elica, fino al primo esemplare stealth della storia: l’ Horten Ho-18a –  il bombardiere intercontinentale in grado di volare per 6835 miglia (11 mila Km). Questo bomber è stato in grado di volare dalla Germania a New York City e ritorno senza nessun rifornimento e con un carico di 4000 tonnellate. Fu chiamato Amerika Bomber. E siamo nel 1944.

Molti di questi progetti, si dirà ancora, non erano rivolti direttamente all’impiego bellico, ma allo sviluppo scientifico dell’uomo¹.

V1+V2

|

E la possibilità di opporsi al Fuhrer (che diventava sempre più pressante) non era contemplata dagli scienziati tedeschi e non lo era nemmeno l’ipotesi di difendersi. Per una ragione.

|

Un nazista, per non incorrerre in seri problemi, doveva essere politicamente corretto: non si potevano produrre armi che sembrassero difensive.

Hitler disapprovò sempre ogni tecnologia difensiva e la evitò.

Poi accadde qualcosa che aggravò ulteriormente ll sviluppo delle controdifese che ogni giorno si rendevano necessarie; nel 1944 uno stormo di caccia americani attaccò un convoglio di camion che stava trasportando un’arma che avrebbe potuto cambiare le sorti del conflitto se mai fosse stata impiegata: il Typhoon, il primo missile terra-aria al mondo, costruito per abbattere i bombardieri alleati. E questo è un punto cruciale.

Se nel 1943 i tedeschi avessero realizzato subito la rete di difesa dotata di questi missili, tutto avrebbe potuto avere un altro epilogo.

Typhoon

fine prima parte

¹ NON può essere sostenibile (ndr). Se si vuole progredire non si creano bombardieri intercontinentali o caccia sub-orbitali; si investe nella medicina e nella chirurgia o, comunque, non in tecnologie belliche.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: