Archivi tag: bollettino 978

bollettino 978: 28 gennaio 1943

In Tripolitania nessuna azione di rilievo; la caccia germanica abbat­teva in combattimento 5 Curtiss.

Intensa attività esplorativa da ambo le parti in Tunisia ove mezzi corazzati nemici venivano respinti dal tiro dell’artiglieria.

La base navale di La Valletta (Malta) é stata bombardata da una nostra formazione aerea.

Apparecchi britannici sanno sorvolato Roccella Marina, Siderno e Gioiosa in provincia di Reggio Calabria lanciando alcuni spezzoni e mitragliando due treni; un morto e 13 feriti, tutti colpiti da pallot­tole esplosive. Sono stati pure mitragliati un treno tra Cassibile e Avola (Siracusa) e la stazione di Brolo (Messina): vengono segnalati un morto e alcuni feriti.

Sulla rotabile Vittoria – Ragusa altro apparecchio sparava raffiche di mitragliatrice ma, centrato dai tiro contraereo, precipitava in fiamme. Dalle varie missioni belliche due nostri velivoli non sono rientrati Il piroscafo nemico di medio tonnellaggio citato ieri nel bollettino come colpito da un aerosilurante (capo equipaggio tenente pilota Bat­tista Mura) risulta affondato.

Germania.
Coscrizione civile: formalizzazione del decreto di Sauckel sulla mobilitazione di tutti i tedeschi, uomini e donne, dai 16 ai 65 anni.

Fronte Orientale.
Il 38 ° esercito sovietico occupa Kastornoye, a ovest di Voronezh, e isola un distaccamento della 2a armata tedesca vicino alla città.

Isole Salomone.
Guadalcanal. Gli americani continuano ad avanzare verso Cape Hope, poco ostacolati dai giapponesi.

nuova Guinea.
Ultimo tentativo da parte dei giapponesi di raggiungere Port Moresby attaccando la 3a divisione australiana di Wau, all’interno dell’isola.
Grazie al coraggio dei difensori, il Comando alleato ha il tempo di pilotare i necessari rinforzi.

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: