Archivi tag: 29 agosto 1941

29 agosto 1941: news

Attività politica e diplomatica.
war-News

Il Duce ed il Fuhrer si sono incontrati al Quartier Generale del Fuhrer fra il 25 ed il 29 agosto. Nei colloqui svoltisi il 25, 26 e 27 agosto, al fronte nord, sono stati esaminati dettagliatamente tutti i problemi di carattere militare e politico che sono in relazione agli sviluppi e alla durata della guerra.
L’esame di tali problemi è stato ispirato dallo stretto cameratismo e dalla comunità di destini che caratterizzano i rapporti fra le due Potenze dell’Asse.
(a questo preciso proposito scriverò un articolo descrittivo dei rapporti tra i militari delle due Potenze, senza enfatizzare e senza sminuirne il peso, dal 1940 al 1945.    Poi desidererei avere il telefono o la mail di chi ha composto l’articolo che sto riproducendo per dirgli cosa ne penso personalmente, in privato)
I colloqui sono stati caratterizzati dalla volontà dei due popoli e dei loro Condottieri di continuare la guerra fino alla vittoria.
Il nuovo Ordine europeo che scaturirà da questa vittoria dovrà eliminare, nella maggior misura possibile, le cause che diedero, nel passato, origine alle guerre europee.
(beh, almeno sarebbe già molto informare correttamente la gente comune sulle cause di questa…)
La soppressione della minaccia bolscevica da una parte e dello sfruttamento plutocratico dall’altra, permetterà una pacifica, armonica e feconda collaborazione nei campi della politica, dell’economia e della cultura fra tutti i popoli del continente europeo.
(utopie…)
Nel corso di questa visita, il Duce ed il Fuhrer si sono recati in località importanti del fronte Orientale e in tale occasione è stata anche passata in rassegna una delle Divisioni italiane impegnate nella lotta contro il bolscevismo.
Al fronte meridionale il Duce ed il Fuhrer sono stati salutati dal Maresciallo von Rundstedt. Hanno inoltre avuto luogo visite ai Quartieri generali del Maresciallo del Reich, Goering e del Comandante dell’esercito.
Erano al seguito del Duce: il Capo di Stato Maggiore generale italiano, Cavallero, con i generali Marras e Gandin ed un gruppo di alti ufficiali di Stato Maggiore, il Capo di Gabinetto, Anfuso, in rappresentanza del Ministro degli Esteri conte Ciano, attualmente indisposto ed il Regio Ambasciatore a Berlino, Alfieri.
Da parte tedesca: Il Capo del Comando Supremo delle Forze Armate, Maresciallo Keitel, con il generale von Rintelen, il Ministro degli Esteri von Ribbentrop e l’Ambasciatore del Reich a Roma, von Mackensen.
Al momento di varcare la frontiera, rientrando in Italia, il Duce ha diretto al Fuhrer il seguente telegramma:

Eccellenza Adolfo Hitler, Fuhrer e Cancelliere del Reich -Berlino.
Fuhrer, le fervide giornate che abbiamo trascorso insieme al Vostro Quartier Generale e le visite compiute alle nostre truppe impegnate nella guerra contro il bolscevismo rimarranno, come Vi ho detto, ricordo incancellabile nel mio spirito.
Da quando ho constatato sull’URSS si palesa sempre più indiscutibile la portata storica delle nostre Rivoluzioni, che hanno salvato la civiltà europea dal mortale pericolo bolscevico.
Torno in Italia con la indelebile visione della grande opera intrapresa e con la più che mai assoluta certezza del suo vittorioso compimento.
Abbiatevi il mio vivissimo ringraziamento per la amichevole ospitalità offertami presso di Voi e in mezzo alle valorose, instancabili Forze Armate germaniche e ricevete i miei camerateschi saluti. MUSSOLINI“.

Negli ambienti ufficiali turchi si riconferma la dichiarazione di neutralità della Turchia di fronte agli attuali avvenimenti, esprimendo l’opinione che nessuna pressione esterna, da qualunque parte venga, potrà far recedere il Paese dalla sua politica.

Il Consiglio dei Ministri giapponese si è riunito in sessione straordinaria alla quale hanno partecipato, oltre tutti i membri del Gabinetto, il generale Akira Muto, direttore generale degli Affari militari al Ministero della Guerra, il contrammiraglio Takasumi, direttore degli Affari navali al Ministero della Marina e Terasaki, direttore generale degli Affari americani al Ministero degli Esteri.

L’Agenzia Domei informa che nella riunione il Ministro degli Esteri, Toyoda, il Primo Ministro, principe Fumimaro Konoe e Terasaki hanno illustrato gli ultimi sviluppi dei rapporti nippo-americani e la portata dei colloqui avuti in questi giorni dell’Ambasciatore nipponico a Washington col Presidente Roosevelt e altre personalità responsabili degli Stati Uniti.
Roosevelt ha ammesso che farà importanti dichiarazioni di politica estera durante il discorso che pronuncerà alla radio il primo settembre.

Il Comandante generale militare nella Serbia, a seguito della preghiera rivoltagli dal Ministro Commissario Atschimovic, ha affidato l’incarico di formare il Gabinetto serbo al Generale Nedic.
Il generale Nedic ha accettato l’incarico ed ha proposto al Comandante militare della Serbia la seguente lista:
Presidente del Consiglio: gen. d’Armata Milandj Nedic;
Ministro degli Interni: Milan Atschimovic;
Ministro degli Esteri: ing. Agnje Kusmanovic;
Ministro delle Comunicazioni: Josif Koftic;
Poste e Telegrafi: Josif Koftic;
Ministro del Lavoro: Panta Draskic;
Ministro senza portafoglio: Moncilo Jankovic;
Ministro delle Finanze: dott. Ljibisa Nikic;
Ministro della Giustizia: dott. Tsedomir Marjanovic;
Ministro dell’Agricoltura e Alimentazione: dott. Milosh Oljschan;
Ministro per i Culti: dott. Milos Trivunatz;
Ministro della Previdenza Sociale: dott. Mijuskovic.

Il Comandante militare ha accettato la lista ministeriale.

 

Attività militare.
FRONTE ORIENTALE. Truppe tedesche in cooperazione con la Marina da guerra e con l’Arma aerea hanno conquistato il 28 agosto il porto militare di Reval (Tallin).
Nello stesso giorno truppe tedesche si sono spinte fino al porto militare di Baltish Port e lo hanno conquistato. Sono state caaturate parecchie migliaia di prigionieri, sei batterie da costa e altro materiale bellico. Nel porto di Reval sono stati affondati 19 trasporti sovietici carichi di truppe e di materiale bellico, un cacciatorpediniere e altre nove unità da guerra. L’incrociatore pesante Kirov, un cacciatorpediniere e cinque altre navi da guerra sovietiche sono stati gravemente danneggiati.

Nel Golfo di Finlandia l’Arma aerea tedesca ha affondato tre navi trasporto sovietiche, per complessive 13mila tonn. ed ha centrato in pieno, con bombe, un cacciatorpediniere che in breve è colato a picco.
Anche in altri settori le operazioni procedono regolarmente.

FRONTE NORD-OCCIDENTALE. Ad ovest di Pembroke 12mila tonn. di naviglio mercantile nemico sono affondate.
Attacchi aerei ad aerodromi inglesi.
Incursioni aeree inglesi sul territorio occupato e su alcune località della Germania occidentale.
57 apparecchi nemici abbattuti.

FRONTE LIBICO E MEDITERRANEO. Attacchi aerei italiani e tedeschi su Tobruk. Aerei tedeschi hanno attaccato la zona del porto di Suez con successo.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: