Archivi categoria: giorno per giorno

25 giugno 1943: news

war-News

Situazione militare
(comunicati ufficiali rilasciati in pubblicazioni dell’epoca)
.

FRONTE ORIENTALE.
Combattimenti sul fronte di Velikie Luki.

FRONTE LIBICO E MEDITERRANEO.
Azioni di disturbo di aero-siluranti italiane nel Mediterraneo: 31mila tonnellate di naviglio nemico affondate.
Attacco aereo su Biserta.
Incursioni aeree nemiche sulla Sardegna.

FRONTE NORD-OCCIDENTALE.
Incursioni aeree britanniche sulla Germania, specialmente su Wepportal, Uberfeld, Remscheld e sui territori occupati.
Attacco aereo tedesco sull’Inghilterra meridionale.

FRONTE del PACIFICO.
nessuna notizia di rilievo pervenuta in data odierna

Annunci

bollettino 1126: 25 giugno 1943

In ripetute azioni notturne contro convogli nemici in navigazione lungo le coste settentrionali dell’Africa, nuovi successi sono stati con­seguiti da nostri reparti aerosiluranti che affondavano tre grossi piro­scafi per complessive 31 mila tonnellate e ne danneggiavano altri tre. Gli impianti portuali di Biserta e navi alla fonda venivano attaccati da nostri bombardieri.

Località della Sardegna sono state bombardate e spezzonate, nella giornata di ieri e questa notte, da formazioni avversarie alle quali la caccia italiana e germanica e le artiglierie della difesa hanno in­flitto dure perdite. Risultano abbattuti 7 apparecchi dai cacciatori ita­liani, 23 da quelli tedeschi, 3 dalle batterie contraeree di cui a preci­pitati nei pressi di Macomer ed i ad Olbia.

Vittime tra la popolazione e danni di qualche rilievo sono segnalati soltanto in provincia di Sassari, a Chilivani e Golfo Aranci. Due nostri velivoli non hanno fatto ritorno alle basi.

Ecco i nomi dei piloti segnalatisi nelle azioni di aerosiluramento, ci­tate dal bollettino odierno: ten. col. Carlo Unia da Torino, cap. Dan­te Magagnoli da Bologna, cap. Francesco Aurelio Di Bella da Rocca Lumera (Messina), ten. Giuseppe Balzarotti da Milano, maresc. Olivo Luppi da Revere (Mantova), serg. Guido Freschi da Campi di Bisen­zio (Firenze).

Le perdite della popolazione di Chilivani e Golfo Aranci (Sassari) sono state accertate in 1 morto e 8 feriti.

In Italia, continuano i bombardamenti alleati sull’isola, in particolare a Messina, dove ne fanno cento morti.


24 giugno 1943: news

Attività politica e diplomatica.
war-News

A Roma, il Duce ha presieduto il Direttorio del P.N.F.

In Montenegro il gen. Mihailovic, capo dei ribelli, è fuggito a bordo di un sommergibile inglese.

Negli Stati Uniti lo sciopero dei minatori continua malgrado l’ordine perentorio di riprendere il lavoro.

 

Attività militare.
FRONTE ORIENTALE.
Nel Kuban e sul Ladoga attacchi aerei germanici.

FRONTE LIBICO E MEDITERRANEO.
Nel Mediterraneo attacchi aerei italiani in Siria ed in Egitto su basi aeree inglesi.
Incursioni aeree nemiche sulla Spezia, Porto Empedocle e Catania.

FRONTE NORD-OCCIDENTALE.
Nell’Atlantico una nave nemica affondata da aerei germanici.
In Inghilterra attacco aereo tedesco su Hull.

FRONTE del PACIFICO.
nessuna notizia di rilievo pervenuta in data odierna


bollettino 1125: 24 giugno 1943

Nostri aerosiluranti, in ricognizione offensiva sulle coste algerine, hanno colato a picco un piroscafo da 15.000 tonnellate e silurato una petroliera da 7.000.

Nel cielo della Sicilia un ricognitore nazionale abbatteva un aerosi­lurante avversario e ne colpiva gravemente un secondo.

L’aeroporto di Latakia di Siria e le linee di comunicazione di Fuka (Egitto) sono state attaccate con buon risultato da bombardieri italiani. Il nemico ha effettuato incursioni su La Spezia, Porto Empedocle e Catania causando in quest’ultima città numerosi crolli di fabbricati civili ed alcune vittime tra la popolazione.

Le artiglierie contraeree di La Spezia abbattevano due velivoli, un terzo precipitava in mare a ovest di Calambrone, colpito dal tiro delle batterie della difesa di Livorno.

L’aerosilurante, che ha affondato un piroscafo da 15.000 tonnellate, era pilotato dai marescialli Angelo Momolo da Trasaghis (Udine) e Radames Gineprari da Perugia; la petroliera è stata colpita dal ve­livolo pilotato dal tenente Luigi Bonaiuto da Sarno (Salerno) e dal sergente Bruno Zgur da Trieste.

Fra la popolazione di Catania, a seguito dell’incursione di cui dà notizia il bollettino di oggi, si deplorano 19 morti e 106 feriti.

Continuano gli sbarchi su Woodlark Island.


23 giugno 1943: news

war-News

Situazione militare
(comunicati ufficiali rilasciati in pubblicazioni dell’epoca)
.

FRONTE ORIENTALE.
Su tutto il fronte orientale forte attività aerea, in particolare sulla zona del Volga, presa di mira metro per metro.

FRONTE LIBICO E MEDITERRANEO.
Incursioni aeree su Salerno, Castelvetrano, Milazzo e Olbia.
Attacco aereo italiano ad un convoglio nemici a Biserta e a Giaffa.

FRONTE NORD-OCCIDENTALE.
In Occidente attacchi aerei inglesi e nord-americani sulla Germania occidentale e sui territori occupati, in particolare su Oberhausen, su Mulheim e su un convoglio germanico al largo di Schwaningen.
Incursione aerea germanica sulla periferia di Londra.

FRONTE del PACIFICO.
nessuna notizia di rilievo pervenuta in data odierna


bollettino 1124: 23 giugno 1943

Nostri aerosiluranti hanno attaccato un convoglio nemico lungo le coste dell’Africa settentrionale affondando un piroscafo da 12.000 tonnellate e danneggiandone un altro da 7.000; un terzo mercantile veniva silurato nel golfo di Tunisi.

Il porto di Biserta ed obiettivi stradali e ferroviari a sud di Giaffa (Palestina) sono stati bombardati da nostre formazioni aeree. Velivoli avversari hanno effettuato azioni di bombardamento e mitragliamento su Salerno, Castelvetrano, Milazzo e Olbia sono se­gnalati danni e perdite a Salerno. Le batterie contraeree di Olbia facevano precipitare in fiamme un apparecchio a oriente di Castelsardo.

Durante le incursioni su Reggio Calabria e Messina, di cui ha dato notizia il bollettino n. 1123, due quadrimotori risultano abbattuti dalla caccia nazionale.

Nelle azioni di siluramento citate dal bollettino odierno, si sono particolarmente distinti i seguenti piloti:

— tenente Orlando Veroni da Milano e sergente maggiore Carlo Cozzi da Olgiate – Olona (Varese) che hanno affondato il piro­scafo da 12.000 tonnellate;
— tenente Ruggero Malagoli da Milano e .sergente Vincenzo Spina da Milano, che hanno colpito il mercantile da 7.000 tonnellate.

Nell’incursione su Salerno di cui dà notizia il bollettino odierno, si deplorano tra la popolazione 41 morti e 57 feriti.

Le perdite della popolazione, a seguito dell’azione aerea nemica nella zona dello Stretto di Messina, di cui al bollettino di ieri, sono state complessivamente accertate, a Villa S. Giovanni e Bagnara Calabra, in 5 morti e 55 feriti.

In Australia, alla Camera dei rappresentanti, una mozione di censura è respinta per un solo voto. Il Premier Curtin annuncia che consiglierà al Governatore Generale di sciogliere il Parlamento.

In Nuova Guinea, atterraggio notturno del distaccamento americano sull’isola di Woodlark.


22 giugno 1943: news

war-News

Situazione militare
(comunicati ufficiali rilasciati in pubblicazioni dell’epoca)
.

FRONTE ORIENTALE.
Sul fronte orientale attacchi aerei germanici nella zona del Volga.

FRONTE LIBICO E MEDITERRANEO.
nessuna notizia di rilievo pervenuta in data odierna

FRONTE NORD-OCCIDENTALE.
Incursioni aeree britanniche sulla Germania meridionale.
Attacco aereo germanico sulla periferia di Londra e sulle coste dell’Inghilterra meridionale.

FRONTE del PACIFICO.
nessuna notizia di rilievo pervenuta in data odierna


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: