Archivi categoria: giorno per giorno

22 febbraio 1943: news

war-News

Situazione militare
(comunicato ufficiale rilasciato in pubblicazioni dell’epoca)
.

FRONTE ORIENTALE.
Nel Caucaso attacchi sovietici nel Kuban; nella zona di del Donetz, nella regione fra il Donetz ed il Dnieper, ad occidente e a nord-est di Orel proseguono aspri i combattimenti. Attacco aereo a Murmask.

FRONTE LIBICO E MEDITERRANEO.
Nell’Atlantico e nel Mediterraneo 163mila tonnellate di naviglio mercantile nemico affondate, nonchè una corvetta, una nave di scorta, una nave vedetta e 4 velieri.

FRONTE NORD-OCCIDENTALE.
In occidente incursioni aeree inglesi sulla Germania occidentale.

FRONTE del PACIFICO.
nessuna notizia di rilievo pervenuta in data odierna

Annunci

bollettino 1003: 22 febbraio 1943

In Tunisia le forze dell’Asse hanno conquistato nel settore centrale altre posizioni. Alcune decine di carri armati risultano distrutte; sono stati presi numerosi prigionieri.

L’aviazione italo – germanica ha intensamente agito sulle retrovie av­versarie ed abbattuto in combattimento tre aerei; un altro apparecchio e stato distrutto dalle artiglierie contraeree. Dalle operazioni degli ultimi due giorni tre nostri velivoli non hanno fatto ritorno.

Su varie località della Sicilia, della Calabria e del Salernitano aerei nemici hanno ieri sganciato bombe; un treno ospedale tra Gabella e Strongoli (Catanzaro) ed altri convogli ferroviari e stazioni sono stati pure mitragliati: segnalati complessivamente un morto e 11 feriti, danni non rilevanti.

Dal tiro delle batterie della difesa venivano abbattuti 4 velivoli: 3 su Trapani, caduti uno nei pressi di Villa Nasi, uno presso Levanzo e uno a levante di Favignana; uno a Catanzaro Marina, inabissatosi in mare in vicinanza della costa.

Questa notte nostri aerosiluranti hanno attaccato un convoglio ne­mico, a nord della costa algerina, affondando un piroscafo e colpen­do con siluro altri due mercantili.

In Tunisia battaglia notturna di fronte a Thala. Le perdite sono alte su entrambi i lati. Sentendo l’arrivo di rinforzi dalla 6a Divisione corazzata britannica, e un reggimento di artiglieria americano, guidato dal generale Irwin di Oran, Rommel rinuncia a lanciare la sua armata contro Sbiba e Thala e le sue truppe si ritirarano in seguito, nel pomeriggio.

Continuazione del contrattacco tedesco a sud del fronte.
Lancio di un’offensiva sovietica nel settore Orel-Brjansk.
Al centro del fronte, i sovietici stanno aumentando la loro pressione per riprendere Rjev, nonostante la carenza di munizioni e rifornimenti di carburante. Un’unità sovietica arriva a circa venti chilometri dal quartier generale di von Manstein.


21 febbraio 1943: news

war-News

Situazione militare
(comunicato ufficiale rilasciato in pubblicazioni dell’epoca)
.

FRONTE ORIENTALE.
In Russia attacchi sovietici nel Kuban, a sud di Orel, nella zona di Rjew, a sud del lago Ilmen,  a sud del Ladoga, e davanti a Leningrado.

FRONTE LIBICO E MEDITERRANEO.
In Tunisia combattimenti nella zona sud-occidentale.

FRONTE NORD-OCCIDENTALE.
nessuna notizia di rilievo pervenuta in data odierna

FRONTE del PACIFICO.
nessuna notizia di rilievo pervenuta in data odierna


bollettino 1002: 21 febbraio 1943

Nel settore meridionale del fronte tunisino si è svolto un combatti­mento fra carri armati nel quale nostre unità corazzate, appoggiate dall’aviazione, con immediato contrattacco hanno frustrato l’azione nemica.

Nostri velivoli si sono portati su Tripoli di Siria e Beirut bombar­dando, depositi e raffinerie di petrolio.

Aerei avversari hanno sganciato bombe su Napoli causando danni non gravi ad edifici civili: tra la popolazione sono stati finora ac­certati 119 morti e 332 feriti.

Altra incursione ha avuto luogo su Palermo: pochi feriti. Quattro dei velivoli attaccanti, colpiti dal tiro delle artiglierie contraeree ita­liane e germaniche, precipitavano: due in mare, uno a 11 km. da Palermo ed il quarto in località Brancaccio.

Inoltre sono state sganciate alcune bombe in Calabria sulle località Amantea, Gioia Tauro e Cittanova. Alcune vittime tra la popola­zione civile.

Due aerei risultano pure distrutti dalle batterie della difesa mentre sorvolavano Porto Empedocle.

A nord-ovest di Tebessa, la decima Panzerdivision continua ad avanzare verso Thala prima di essere fermata, in serata, dai veicoli corazzati britannici a circa 5 chilometri a sud della città. A est di Tebessa, la prima divisione corazzata statunitense respinge un attacco di diversione della 15a Panzerdivision. La progressione della 21a Panzerdivision verso Sbiba è bloccata.

In Atlantico, il convoglio ON-166 viene attaccato per cinque giorni da U-Boot perdendo 14 navi, e 85.000 tonnellate. La scorta affonda uno degli U-Boot.

Operazione Cleanslate: Partenza da Guadalcanal di un primo gruppo d’assalto della quarta divisione americana del Generale Hester per l’invasione delle Isole Russell nelle Isole Salomone. Le isole Pavuvu e Banika sono occupate senza resistenza. Entro la fine del mese, circa 9000 americani occuperanno le isole.


20 febbraio 1943: news

war-News

Situazione militare
(comunicato ufficiale rilasciato in pubblicazioni dell’epoca)
.

FRONTE ORIENTALE.
Combattimenti nel settore della testa di ponte del Kuban, fra il Mar d’Azov e la zona a sud di Orel, nella regione del Donetz e nel settore settentrionale.

FRONTE LIBICO E MEDITERRANEO.
In Tunisia Gafsa e Sbeitla occupate dagli italo-tedeschi.

FRONTE NORD-OCCIDENTALE.
Incursioni aeree inglesi sulla Germania nord-occidentale ed occidentale.

FRONTE del PACIFICO.
Nel Pacifico attività di forze navali ed aeree nipponiche nelle acque delle isole Salomone.


bollettino 1001: 20 febbraio 1943

 

 

 

 

 

In Tunisia attività di reparti esploranti. Le pessime condizioni atmo­sferiche hanno ostacolato le operazioni aeree.

Un nostro velivolo non è ritornato alla base.

Nel Mediterraneo occidentale, all’alba del 18, un nostro sommergi­bile ha attaccato e colpito con siluro un piroscafo navigante in con­voglio.

In Tunisia le truppe alleate contengono i tedeschi a Sbiba.
Gli attacchi contro il Passo di Kasserine sono inizialmente contenuti prima che l’attacco congiunto di elementi della 15a e della 10a Panzerdivisione trafigga le linee Alleate. La 26a Brigata corazzata britannica viene inviata come rinforzo per cercare di tappare la breccia, ma i tedeschi avanzano comunque circa quindici chilometri verso Thala.

Il generale inglese Alexander è nominato alla testa del 18 ° gruppo di eserciti.

Nel settore Kharkov, le truppe sovietiche raggiungono Pavlograd, che conquistano, e Krasnograd, dove iniziano i feroci combattimenti.
Il saliente creato dall’offensiva sovietica è contenuto su entrambi i fianchi dalle grandi truppe tedesche.


19 febbraio 1943: news

war-News

Situazione militare
(comunicato ufficiale rilasciato in pubblicazioni dell’epoca)
.

FRONTE ORIENTALE.
Attacchi sovietici sul Donetz, nella regione di Karkov, a sud-est di Orel e del lago Ilmen e davanti a Leningrado.

FRONTE LIBICO E MEDITERRANEO.
In Tunisia continuano con successo le operazioni italo-tedesche. Attacco aereo germanico ad un convoglio nemico nelle acque di Algeri.

FRONTE NORD-OCCIDENTALE.
In occidente attacco aereo su Wilhelmshaven.

FRONTE del PACIFICO.
nessuna notizia di rilievo pervenuta in data odierna


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: