bollettino 1123: 22 giugno 1943

Formazioni di quadrimotori hanno ieri attaccato Napoli, Torre An­nunziata, Salerno, Battipaglia, Reggio Calabria e Messina causando danni considerevoli ai centri urbani e facendo vittime tra la popola­zione. A Napoli le artiglierie della difesa facevano precipitare 5 ve­livoli; 6 quadrimotori venivano abbattuti dalla nostra caccia. Due apparecchi nemici precipitavano inoltre uno a Reggio Calabria, ad opera di cacciatori tedeschi, l’altro nei pressi di Cagliari sotto il tiro delle batterie contraeree.

Undici componenti degli equipaggi dei velivoli abbattuti sono stati catturati.

A seguito delle incursioni citate dal bollettino odierno sono state fi­nora accertate le seguenti perdite:

— a Napoli, 10 morti e 72 feriti;
— a Torre Annunziata, 1 morto e 8 feriti;
— a Salerno, 14 morti e 45 feriti;
— a Battipaglia, 15 morti e 70 feriti;

non ancora precisate quelle di Reggio Calabria e Messina.

In Algeria, dopo diversi giorni di negoziati, il CFLN decide che il generale Giraud rimarrà il comandante in capo per il Nord Africa, ma che de Gaulle rimarrà al comando ovunque.
È una vittoria per de Gaulle e per i suoi difensori.

Nelle Isole Salomone, atterraggio in Nuova Georgia a Segi Point della 43ª Divisione di fanteria della Divisione USA, senza problemi.

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: