bollettino 1117: 16 giugno 1943

Lungo le coste dell’Algeria un convoglio nemico veniva attaccato da nostri aerosiluranti che colavano a picco un piroscafo da 15.000 tonnellate e ne danneggiavano gravemente un secondo da 5.000.

Formazioni germaniche hanno nuovamente agito, in prossimità di Pantelleria, contro mezzi da sbarco avversari affondandone alcuni e colpendone altri.

Località dei dintorni di Palermo e delle province di Trapani e Agri­gento sono state ieri obiettivo di azioni aeree di bombardamento e mitragliamento, che causavano qualche perdita tra la popolazione ci­vile e facevano danni di limitata entità. Risultano complessivamente abbattuti nel cielo della Sicilia 23 apparecchi, tra i quali numerosi plurimotori: 5 dalla caccia italiana, 7 da quella germanica e 11 dalle artiglierie della difesa.

Nelle azioni di siluramento citate dal bollettino odierno si sono par­ticolarmente distinti i seguenti piloti:

— tenente Irnerio Bertuzzi da Rimini e sergente Giovanni Coppola da Trentola (Napoli) che hanno affondato il piroscafo da 15.000 tonnellate;
— sottotenente Alessandro Girardi da Volpago (Treviso) e sergente maggiore Giuseppe Rumpianesi da Bologna, i quali hanno colpito il mercantile da 5.000 tonnellate.

Negli Stati Uniti i primi convogli dell’operazione Husky lasciano i porti americani.

Nelle Isole Salomone, attacco aereo giapponese contro la flotta americana ferita a Guadalcanal che si prepara ad attaccare la Nuova Georgia. Tre grandi trasporti americani sono seriamente colpiti, ma i giapponesi perdono 93 aerei.

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: