l’incontro del Duce col Fuehrer

Tutto è venuto alla luce col comunicato ufficiale del giorno 11 aprile quando si annunciava che Mussolini ed il Fuhrer si erano nuovamente incontrati.
Va sicuramente fatto notare che l’indicazione contenuta nel comunicato dev’essere intesa nel significato più reale e positivo e nelle più vaste proporzioni.
Le misure a cui si accenna e che riguardano le azioni terrestri, marittime ed aeree, sono perfettamente adeguate alla situazione e bastano largamente a fronteggiare qualsiasi esigenza.
Gli sforzi bellici vengono intensificati al di là di ogni previsione e i risultati saranno quelli previsti nel piano che porta matematicamente alla vittoria.
Con le loro solenni, inequivocabili, inobliabili riaffermazioni, essi si sono riportati alle origini fatali del conflitto ed hanno aperto alle genti le prospettive dell’avvenire. (in Italia il sogno continua)
La guerra attuale vuol essere definita come effettivamente la sentiamo nella nostra coscienza di combattenti: una irresistibile rivolta contro l’oppressione egemonica della potenza anglo-sassone (vero, quest’ultimo concetto).
La causa del vecchio mondo, della Vecchia Europa schiava degli interessi inglesi, la causa degli iniqui privilegi e dei crudeli arbitrii, dovrà essere sicuramente sconfitta.
Alla ferma, infrangibile solidarietà del Tripartito, che le vicende della guerra non fanno che rafforzare, fa riscontro la crisi sempre più profonda che logora l’alleanza, così innaturale delle cosidette “Nazioni Unite“.
Si può ben prevedere che il proseguimento del conflitto aggraverà sempre più le cause dei dissensi che rodono i rapporti delle Nazioni Unite nel dissidio delle quali gli interessi dei piccoli paesi risultano ogni giorno cinicamente tenuti in secondo piano e sono, in spregio a tutti i principi della Carta Atlantica, irrimediabilmente manomessi. E che tale proseguimento della guerra possa protrarsi con tutte queste funeste conseguenze è maliconicamente ammesso anche dagli organi più autorevoli della stampa britannica.

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: