bollettino 1034: 25 marzo 1943

 

 

 

Sul fronte tunisino le truppe dell’Asse hanno validamente respinto ulteriori attacchi nemici.

Intensa é stata l’attività dell’aviazione: bombardieri in picchiata han­no agito, con visibili effetti, contro postazioni di artiglierie e su concentramenti di carri armati avversari; in ripetuti scontri la cac­cia germanica ha abbattuto 11 velivoli.

Quadrimotori americani hanno sganciato numerose bombe nella zo­na di Biserta: sensibili i danni, in via di accertamento le vittime. Incursioni aeree su Messina e su Catania danneggiavano alcuni edi­fici civili e causavano 11 morti e 13 feriti tra la popolazione. Le batterie della difesa di Mes- sina abbattevano 2 plurimotori.

In tunisia la quarta divisione indiana attraversa la linea di Mareth e avanza verso Beni Zelten. Al calar della notte, la 1a Divisione corazzata inglese si riunisce a poche miglia dal Passo Tebaga.
Il generale von Arnim ordina alla fanteria dell’Asse di ritirarsi dalla linea di Mareth.

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: