bollettino 948: 29 dicembre 1942

 

Nostre formazioni aeree hanno reiteratamente battuto colonne ne­miche nel Sahara libico distruggendo o danneggiando buon numero di veicoli.

In Tunisia, nei corso di scontri locali, venivano decisamente arrestate puntate di elementi blindati avversari e dispersi reparti motorizzati. L’attività delle opposte aviazioni è stata vivace nell’uno e nell’altro settore dell’Africa settentrionale: velivoli italiani d’assalto agivano con successo su concentramenti di truppe e di automezzi, 5 appa­recchi erano abbattuti in combattimento dalla caccia germanica, un altro precipitava colpito dalle artiglierie della difesa.

Un nostro aeroconvoglio, intercettato da cacciatori in numero molto superiore, ne distruggeva due nell’ineguale duello e giungeva senza danni a destinazione.

Nel Mediterraneo un sommergibile nemico è stato affondato da una nostra unità al comando del capitano di corvetta Luigi Colavolpe.

Libia. L’avanguardia dell’ottava armata britannica raggiunse Bouerat, che è evacuata dalle truppe di Rommel.

URSS. Kotelnikovo, a sud-ovest di Stalingrado, viene rioccupata dalle truppe sovietiche dopo pesanti combattimenti.

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: