bollettino 845: 19 settembre 1942

 

 

 

Puntate di elementi esploranti nemici nel settore sud del fronte egi­ziano sono state respinte.

Nella zona delle retrovie formazioni aeree italiane e germaniche hanno attaccato, con violente azioni di bombardamento e mitraglia­mento, colonne blindate infliggendo notevoli perdite.

In vivaci com­battimenti aerei tre caccia britannici venivano abbattuti.

Durante un’incursione notturna su Tobruk un velivolo é stato di­strutto dalla difesa contraerea della Piazza.

Nel Mediterraneo una nostra silurante di scorta ad un convoglio, comandata dal tenente di vascello Mario De Petris, ha affondato un sommergibile nemico.

Nella notte tra il 19 e il 20 settembre, 72 Wellington, 41 Halifax e 5 Stirling del RAF Bomber Command hanno fatto irruzione a Saarbrücken. Allo stesso tempo, 68 Lancaster e 21 Stirling prendono di mira Monaco. In entrambi i casi, la maggior parte degli attentatori ha perso i bersagli e il danno materiale e le perdite tedesche sono minime: 13 case distrutte, 27 gravemente colpite, 1 civili uccisi e 7 feriti, a Saarbrücken.

Nella notte tra il 19 e il 20 settembre, i B-24 Liberators della US Mediterranean Air Force bombardano le strutture italiane a Pylos Bay e Khalones.

A Malta, ripreso il bombardamento della Royal Air Force sull’isola, che continuerà nei giorni successivi.

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: