bollettino 825: 30ago1942

 

Sul fronte dell’Egitto fuoco delle artiglierie e attività di elementi esploranti da ambo le parti.

L’aviazione britannica ha rinnovato azioni di bombardamento, spe­cie sul settore meridionale del nostro schieramento; le batterie con­traeree di alcune grandi unità terrestri, fra cui quelle delle divisioni Littorio e Bologna, hanno distrutto quattro degli apparecchi attac­canti; sono stati catturati due piloti. Otto altri aerei risultano abbat­tuti da cacciatori italiani e tedeschi in ripetuti combattimenti.

Nel Mediterraneo un sommergibile nemico è stato colato a picco da velivoli germanici.

La notte sul 28 un tentativo di sbarco veniva effettuato nell’isola di Cerigotto (nord – ovest di Candia) da un piccolo nucleo avversario che il pronto intervento del nostro presidio poneva in fuga. Lungo le coste egiziane un cacciatorpediniere britannico è stato si­lurato e gravemente danneggiato da un nostro MAS.

Alle 11 di sera, Rommel ha attaccato l’intero fronte di El Alamein: l’inizio della battaglia di Alam Halfa (cresta sud-est di El Alamein). L’attacco principale ha luogo nel settore meridionale delle linee tedesche, tra Alam Nayil e Oaret el Himeimat. L’obiettivo di Rommel era bypassare le forze britanniche e circondarle. Ma le difese inglesi sono più forti di quanto sperasse Rommel e il progresso è lento. Inoltre, nonostante abbia ricevuto rinforzi dalla 164a divisione tedesca e dalle brigate di paracadutisti, Rommel ha scarsità di rifornimenti. L’attacco è attivato dopo che ha ricevuto la promessa del prossimo arrivo della fornitura.

Rinforzo dell’aviazione americana a Guadalcanal con l’arrivo di 18 aerei da combattimento e 12 bombardieri.

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: