bollettino 748: 16giu1942

In Marmarica, dopo la vittoriosa azione segnalata dal bollettino straordinario n. 747, la manovra delle unità italiane e tedesche continua a svilupparsi con successo. Le posizioni di Ain el Gazala sono state raggiunte e superate.

L’aviazione dell’Asse, che domina incontrastata il cielo della batta­glia, ha appoggiato senza tregua le operazioni terrestri: colonne av­versarie in ripiegamento sono state mitragliate e spezzonate, molte centinaia di automezzi immobilizzati o distrutti, batterie ridotte al silenzio.

Nelle giornate del 14 e 15 la R.A.F. ha perduto complessivamente 20 velivoli; 5 nostri aerei non sono rientrati.

Alla grande battaglia aeronavale che si è conclusa ieri sera nel Me­diterraneo la Marina ha potentemente partecipato con le sue forze. Sin dalla loro uscita in mare i due grossi convogli nemici, prove­nienti da levante e da ponente, sono stati segnalati e attaccati da nostri sommergibili che hanno colpito con siluri due delle unità della squadra partita da Gibilterra.

All’alba del 15, a sud di Pantelleria, la 7a divisione navale, formata da due incrociatori leggeri e cinque cacciatorpediniere, ha violente­mente attaccato il convoglio, diretto a Malta da Gibilterra. Questo, pur essendo scortato da forze superiori composte di almeno 2 in­crociatori e 12 cacciatorpediniere, ha ripiegato disperdendosi e co­prendosi di nebbia. Nel combattimento che ne è seguito a distanza ravvicinata un incrociatore nemico è esploso, affondando sotto il fuoco concentrato dell’Eugenio di Savoia e del Montecuccoli; due caccia­torpediniere sono stati gravemente colpiti; un incrociatore e un cac­ciatorpediniere silurati da cacciatorpediniere nostri.

Le nostre navi, fatte segno a continui infruttuosi attacchi aerei, han­no proseguito per tutta, la giornata l’azione contro le unità nemiche affondando a cannonate un altro cacciatorpediniere. L’aviazione dell’Asse interveniva nella lotta bersagliando e decimando il convoglio: quattro piroscafi venivano incendiati o affondati, una petroliera in­cendiata.

L’altro grande convoglio avversario proveniente da Alessandria è stato attaccato da bombardieri e siluranti provenienti dalle nostre basi dell’Africa settentrionale e dell’Egeo: un cacciatorpediniere è stato affondato, 6 unità colpite. In duelli aerei due Spitfire venivano distrutti; un nostro apparecchio non è rientrato.

Nei combattimenti navali svoltisi a oriente e a ponente di Malta abbiamo perduto un incrociatore pesante colpito da siluro aereo e successivamente da altro subacqueo, mentre un caccia, gravemente danneggiato, ha potuto raggiungere un porto nazionale. Gran parte degli equipaggi è stata salvata.

A seguito di ulteriori segnalazioni pervenute, gli aeroplani perduti dagli inglesi durante le operazioni svoltesi il giorno 14 nel Medi­terraneo occidentale sono saliti a 27; altri 19 sono stati distrutti nella giornata di ieri; quattro dei nostri non ritornavano alle basi.

Nel Mar Nero, Mas italiani hanno affondato un sommergibile bol­scevico.

Gli inglesi rafforzano la guarnigione di Tobruk con quattro brigate di fanteria, artiglieria e veicoli blindati.

Il resto dell’8a Armata Britannica continua le sue operazioni contro le forze dell’Asse che lo stanno seguendo.

Una colonna italo-tedesca avanza su Sidi Rezegh e simula una deviazione verso El Adem, i cui occupanti britannici si piegano durante la notte.

L’ U-205 affonda l’incrociatore britannico Hermione mentre salpava per l’Egitto dopo aver scortato il convoglio dell’operazione vigorosa a Malta.

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: