bollettino 723: 24mag1942

 

 

 

 

Nella zona a sud – est di el Mechili concentramenti di automezzi ne­mici sono stati battuti dalle nostre artiglierie.

Nuove dure perdite ha subito in Cirenaica l’aeronautica avversaria: undici caccia e quattro Boston venivano abbattuti dagli aviatori ger­manici; un Curtiss e tre bombardieri risultano distrutti da nostri cacciatori durante un tentativo di incursione sull’aeroporto di Derna; tre altri apparecchi precipitavano al suolo, centrati dal tiro di bat­terie contraeree.

Gli aerei perduti dalla R.A.F. in Libia, nelle due ultime giornate, sommano così a 33.

Quando il 115° Flying Squadron della Royal Canadian Air Force è atterrato ad Annette Island, in Alaska, un ufficiale della dogana statunitense ha rifiutato di lasciare che i piloti lasciassero il loro aereo fino a quando non avevano pagato la tassa per le loro armi e loro attrezzature. Il Segretario di Stato americano Hull ha inviato un messaggio per garantire ai piloti lo status di visitatori stranieri e porre fine a questa idiozia.

Il generale Stilwell è arrivato a Delhi dopo aver viaggiato per circa 230 chilometri, attraverso la giungla birmana.
Durante una conferenza stampa, ha detto: “Abbiamo dovuto fare una correzione infernale alla nostra rotta: abbiamo dovuto abbandonare la Birmania, è una terribile umiliazione; penso che dovremmo trovarne le ragioni, ritornare indietro e riprendere il paese “.

I bombardamenti degli aerei italiani e tedeschi continuano con la stessa intensità e ora hanno completamente distrutto le strutture dell’aviazione navale britannica dell’isola.
Una controffensiva generale tedesca delle truppe di von Kleist è stata lanciata contro i partigiani sovietici nel settore di Mosca, per distruggere la linea ferroviaria tra Bryansk e Viazma.
Per sei giorni, 45.000 uomini hanno cercato e combattuto i 20.000 sostenitori sovietici stimati, catturandoli e uccidendone un gran numero, così anche per i civili.
Le truppe di Kleist hanno sfondato una parte del saliente di Izioum nell’area di Barvenkovo, dove erano circondate dal ​​6° e 9° esercito sovietico.
Le autorità sovietiche hanno ammesso di aver ucciso 5.000 soldati e provocato 70.000 dispersi e di aver distrutto 300 carri armati.
I sovietici avevano iniziato l’offensiva con solo 845 blindati.

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: