7 gennaio 1942: news

Attività politica e diplomatica.
war-News

Il discorso pronunciato da Roosevelt è l’annuncio di un colossale piano di armamenti, scaglionato sui prossimi anni per creare i mezzi necessari all’America, all’Inghilterra ed ai loro maggiori o minori satelliti, per far fronte alla potenza militare del Tripartito.
(vista questa frase dal 2018, mi fa pensare che a Paesi come la Grecia, la Francia Libera, la Polonia, l’Olanda, la Cina, il Canada, la Turchia, ecc. essere chiamati “stati satelliti” potrebbe farebbe incazzare non poco…)
Tale potenza, egli ha detto, è immensa e il nostro compito è duro. Dobbiamo quindi accelerare il ritmo delle nostre costruzioni perchè il tempo è breve e l’impresa è difficile.
Dopo aver ripetuto il suo tema preferito circa i piani di dominazione mondiale delle Potenze dell’Asse, Roosevelt ha dovuto ammettere che l’nizio del conflitto intercontinentale ha riservato all’America molte amarezze e le ha procurato dei colpi molto duri. Quanto ai piani di produzione degli armamenti egli ha annunciato una serie di cifre teoriche: 125mila aeroplani, 55mila carri armati, 35mila cannoni, 10 milioni di tonnellate di naviglio l’America dovrà costruire nei mesi che vanno dal 1 gennaio al 31 dicembre 1943. Cinquantasei miliardi di dollari. La completa abolizione dell’uso di materiali ferrosi per i bisogni civili sono i mezzi dei quali gli Stati Uniti si dovrebbero servire per realizzare questa produzione.
Per la condotta comune di guerra, Roosevelt, riferendosi alle varie conferenze svoltesi a Washington, a Chung Ching e a Mosca, ha annunciato una nutrita serie di altre conferenze. Ha inoltre aggiunto che forze americane dovrebbero essere inviate nelle isole britanniche e un po’ in tutto il mondo.

 

Attività militare.
FRONTE ORIENTALE. In Crimea forze sovietiche sbracano a Eupatoria e a sud di Feodosia. Attacchi aerei germanici  su Feodosia, Nei settori medio e settentrionale attacchi sovietici. A nord-set di Charcow infiltrazione nemica eliminata.

FRONTE NORD-OCCIDENTALE. Un piroscafo di 4mila tonn. affondato. Impianti industriali colpiti.

FRONTE LIBICO E MEDITERRANEO. Nessuna operazione degna di rilievo. Attacchi aerei italo-germanici su aeroporti britannici in Marmarica e nell’isola di Malta.

FRONTE del PACIFICO. Avanguardie motorizzate nipponiche raggiungono lo Stato di Johore. Paracadutisti giapponesi atterrano nel Borneo. Azione navale ad est di Mindanao.

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: