31 ottobre 1941: news

Attività politica e diplomatica.
war-News

Da Londra si apprende che nel pomeriggio di giovedì ha varcato il confine indiano un primo gruppo di cittadini italiani e tedeschi fatti rimpatriare celermente dall’Afganistan.
Questo gruppo, composto da 101 persone, verrà trattenuto a Peschawar, donde inizierà il viaggio verso i propri paesi attraveso l’Irak e la Turchia.
(si ha comunque l’impressione che i cosiddetti “liberatori di domani” abbiano sempre dimostrato pochissima attenzione per i cittadini civili, in particolar modo per quelli dell’Asse, colpevoli di essere affiliati alle decisioni di un governo quasi sempre magari lontano dalle loro ideologie (se mai ne avevano una) e intenzioni. A queste persone, sicuramente malcapitate, sono stati assegnati quasi sempre trasporti di infimo ordine e pulizia, con assistenza al viaggio nulla (il mangiare ed il dormire) e costringendoli ordinariamente a cercare di sopravvivere spesso a trasferimenti che duravano giorni o settimane. Senza dimenticare l’aspetto, non trascurabile, che questi trasferimenti forzati implicavano sempre la perdita assoluta ed immediata di ogni bene economico mobile ed immobile conseguito fino ad allora nel paese ospitante)

Si imbarcheranno la prossima settimana a Bombay, su un piroscafo giapponese, tutti i sudditi nipponici già residenti nell’India e concentrati in tale città. Tra i partenti è pure il Console generale giapponese a Bombay.

E’ giunto a Yokohama il primo dei piroscafi che riportano in patria i sudditi americani già residenti in Giappone. Esso riporterà in patria, nel viaggio di ritorno, un migliaio di di residenti giapponesi residenti negli Stati Uniti.

 

Attività militare.
FRONTE ORIENTALE. Continuano le operazioni in Crimea e nel bacino del Donetz. Tentativi di sortita sovietica, finiti nel sangue, nel settore di Pietroburgo. Bombardamento pesante sulla città.
Attacchi aerei sulle coste del Mar Nero a Eupatoria e Kertsch.
13mila tonnellate di naviglio mercantile nemico affondate.

FRONTE NORD-OCCIDENTALE. 29mila tonnellate di naviglio mercantile nemico, un cacciatorpediniere e due navi vedetta nemiche affondate da sottomarini tedeschi. Attacchi aerei a porti inglesi.

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: