war report: 4lug1941

t557_warbullettin_sxcBollettino di guerra internazionale (Alleato).

warReport1941

Oceano Atlantico: i marines americani sono arrivati in Islanda per l’occupazione, con l’intento di sostituire le truppe britanniche e liberarle per gli sforzi di guerra da sostenere altrove.
(queste manovre sono, a mio attuale modo di vedere, estremamente scorrette. Se un Paese si proclama neutrale lo deve essere nei fatti, oltreche nelle parole. Diversamente non si deve meravigliare se, difronte ad un comportamento così sfacciato, altri paesi le dichiarano guerra. Non che la cosa sia ancora segreta, nel 1941 almeno, o in dubbio. Tutti hanno inteso chiaramente le intenzioni di Roosevelt che, come tutti i signori della guerra, si autosostiene con il principio mondiale dell’auto-determinazione. Cioè; io che sono considerevolmente potente proclamo dapprima che si debba liberare l’Atlantico dalle forze dell’Asse, poi dichiaro (ancora a bassa voce) che è necessario liberare il Pacifico dalle forze del Tripartito, poi sostengo di fronte alle Camere che sia fondamentale proteggere gli aiuti via-nave all’Inghilterra fino davanti a casa sua. Poi, già che ci sono alzo lo stato di allerta della navi di scorta, dando loro l’autorizzazione di difendersi col fuoco se necessario ai fini della sicurezza, ed infine – da agosto 41 – estendo la mia giurisdizione (in barba a quanto dichiarato nel 40) e l’area di intervento armato fino a dove mi pare, piace e mi fa comodo. Tanto nessuno può alzare tanto la testa da dirmi: – NO. COSI’ NON LO PUOI FARE! Questa è l’autodeterminazione.      Alla fine è così.)

Gli aeromobili americani USN PBY della VP 72 iniziano le pattuglie anti-sommergibili da Reykjavik.

 

Mediterraneo: La nave francese S. Didier, che trasportava truppe e forniture al Levante, è stata affondata nella costa meridionale della Turchia dagli aerei britannici della Fleet Air Arm basata su Cipro. La nave francese Chateau Yquem, che trasportava truppe e forniture a Levante, è stata costretta a tornare indietro.

 

Nord Africa: A il Cairo, Orde Wingate – demotizzato, malato e depresso – cerca senza successo di suicidarsi colpendosi nel collo, e poi è fatto ritornare in Gran Bretagna per riprendersi. Rommel l’ha mandato fuori di melone.

La Luftwaffe attacca l’aereo Tobruk.

 

Fronte Occidentale: la RAF ha condotto un raid importante nel pomeriggio. Dodici Blenheim IV hanno fatto un’incursione impegnativa, alle 14:30, sulla stazione ferroviaria di Aire senza però ottenere i risultati sperati.
Un Blenheim è stato danneggiato dai Flak ed è stato abbandonato a Gravelines.
Alle 15:00 hanno incontrato una fiera opposizione di caccia tedeschi JG 2 e JG 26 che avevano intercettano il volo.
La formazione britannica non è rientrata alle proprie basi.

(foto presa da un aereo Blenheim, ritrovata dopo il conflitto, del tentativo di bombardamento)

Il Comando dei Bomber della RAF invia 88 aerei per attaccare Brest e 47 aerei per attaccare Lorient durante la notte.


Fronte Orientale: Unternehmen Barbarossa. I rapporti di intelligence tedeschi indicano che i sovietici sono, al massimo, fino a 30 divisioni effettive. L’euforia della vittoria infetta l’alto comando tedesco. La forza sovietica continua a ricostituire le proprie forze dopo i disastri sulla frontiera. Nonostante la perdita di decine di divisioni e di tonnellate di forniture e attrezzature, i russi dispongono di 180 divisioni presso o nelle immediate vicinanze del fronte.
(qui si verifica uno dei primi grossolani errori di valutazione del Comando tedesco. Nella migliore delle stime, 39 divisioni sono circa 600mila uomini. 180 divisioni reali (di probabili 13 o 15mila uomini sono però 2.340mila unità. Che è tutta un’altra storia)

Armata Nord: il 4.Panzergruppe raggiunge Ostrov (a sud-est del lago Peipus in Russia) e si congiunge alle forze del 41.Panzerkorps (4.Panzergruppe). I tedeschi sono ora a meno di 200 miglia dal loro obiettivo di Leningrado, mentre avanzano attraverso il confine polacco-URSS del 1939.

Armata Centrale: il 2.Panzergruppe detiene le teste di ponte sul fiume Dnieper.

Armata Sud: Sul fronte tedesco dell’Armeegruppe Sud, pesanti combattimenti nei pressi di Mogilev-Podolski.

Non contento dei progressi fatti dal III./JG 52 nella campagna russa, il Reichsmarschall Göring ha inviato una lettera al Gruppenkommandeur, maggiore Albert Blumensaat:

La tua unità continua a distinguersi per i suoi fallimenti contro il nemico. Per quanto tempo permetterai ai russi di entrare nel tuo spazio aereo? ”

L’NKVD sovietica ha arrestato il colonnello generale Dimitry Pavlov per non aver attaccato le forze tedesche come aveva ordinato Stalin.

 

Germania: Dodici bombardieri britannici Blenheim hanno attaccato Brema, bombardando una fabbrica di aeromobili e una di mine. Quattro aerei sono stati abbattuti.

 

Regno Unito: il Partito Comunista Britannico ha deciso di interrompere la campagna per la pace. Decide invece, di sostenere lo sforzo nazionale della guerra.

Bersagli diversi, attaccati da 75 aerei Luftwaffe, durante la notte. La nave britannica Ravenscar è affondata dagli aerei della  Luftwaffe.

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: