war report: 12giu1941

t557_warbullettin_sxcBollettino di guerra internazionale (Alleato).

warReport1941

Germania: Hitler si è incontrato con il leader rumeno Ion Antonescu, a Monaco. È stato raggiunto un accordo che coinvolgerà la Romania nell’invasione dell’URSS.

Una conferenza di tre giorni per uomini Gruppenführer SS è iniziata al castello SS di Schloß Wewelsburg, a Büren, in Germania.

 

Regno Unito: Nelle prime ore del mattino, un solitario Heinkel He111 ha attaccato la città di Birmingham.

Rappresentanti di quattordici paesi alleati e governi in esilio hanno fatto un patto a Londra per combattere fino a quando la vittoria sarà vinta con il patto di non fare accordi di pace separati con tutti i paesi dell’Asse.
I governi del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, del Canada, dell’Australia, della Nuova Zelanda, del Sudafrica, del governo del Belgio, del governo provvisorio della Cecoslovacchia, dei governi di Grecia, Lussemburgo, Paesi Bassi, Norvegia, Polonia e Jugoslavia, e i rappresentanti del generale de Gaulle, leader dei francesi liberi, impegnati insieme nella lotta contro l’aggressione, hanno convenuto:

1. che continueranno la lotta contro l’aggressione tedesca o italiana finché la vittoria non sia raggiunta e si reciprocamente si prestano vecendevolmente in questa lotta fino al massimo delle rispettive capacità;

2. non ci può essere una pace e una prosperità finché i popoli liberi sono costretti dalla violenza in sottomissione al dominio da parte della Germania o dei suoi associati o di chi vive sotto la minaccia di tale coercizione;

3. che l’unica vera base per la pace duratura sia la volontà di collaborazione dei popoli liberi in un mondo in cui, liberati dalla minaccia dell’aggressione, tutti possano godere della sicurezza economica e sociale; e che è la loro intenzione di lavorare insieme ad altri popoli liberi per questo fine, sia che siano in guerra o in pace;

Churchill ha dichiarato che ogni traccia dell’hitlerismo sarà “sbattuto fuori dalla faccia della Terra” e che la RAF “continuerà a insegnare alla patria tedesca che la guerra non è tutta lotta e trionfo”.
(curioso che lo dica lui che ha contribuito a creare l’Impero Britannico solo col ferro e col fuoco…; curioso)

 

Fronte Occidentale: il Bomber Command della RAF ha inviato 12 aerei per un raid costiero mentre i caccia hanno condotto più operazioni Rhubarb e Roadstead. La RAF ha contato di spedire fuori Gravelines 24 caccia sulla Francia .

 

Fronte Orientale: per il momento sono segnalate 130 divisioni dell’esercito tedesco sul confine russo. Ma ogni giorno giungono nelle staziono più prossime al confine almeno 12 treni carichi di truppe e armamenti.

 

Oceano AtlanticoUnternehmen Sommerreise : l’incrociatore pesante tedesca “Lützow”, l’incrociatore leggero Emden e il Leipzig, e le cacciatorpediniere di scorta sono passati attraverso il Kattegat, tra la Danimarca e la Svezia.

Una buona giornata per i branchi di lupi U-boat.
Il sottomarino tedesco U-48 ha affondato la nave britannica Empire Dew nell’Atlantico settentrionale; 23 sono stati gli uccisi e 18 i sopravvissuti. Il comandante, 16 membri dell’equipaggio e due artiglieri sono stati prelevati dal cacciatorpediniere St. Albans e sbarcati a Liverpool.

Il sottomarino tedesco U-371 ha affondato la nave britannica Silverpalm nell’Atlantico settentrionale, uccidendo l’intero equipaggio di 68 uomini.

Il sottomarino U-558 tedesco ha affondato la nave britannica Susan Mærsk (tutti i 24 a bordo uccisi) e la nave norvegese Ranella. A bordo 1 sopravvissuto.
Nell’Atlantico settentrionale. La Ranella, dispersa dal convoglio OG-64, è stata colpita sul lato del serbatoio n. 4 da un sluro lanciato dall’U-553. Dopo che l’equipaggio aveva abbandonato la nave in due scialuppe di salvataggio, la nave-cisterna è stata colpita di nuovo da un colpo di grazia.

Il sottomarino tedesco U-552 ha affondato la nave britannica Chinese Prince, ad ovest dell’Irlanda; 45 sono stati gli uccisi e 19 i sopravvissuti.

L’incrociatore britannico Sheffield ha affondato la petroliera tedesca Friedrich Breme incendiandola nell’Oceano Atlantico; 2 sono stati gli uccisi e 86 i sopravvissuti.

Per quanto concerne quello che oggi chiamiamo “i danni collaterali”, cioè il coivolgimento dei civili nei bombardamenti, Churchill ha assicurato che – i popoli soggetti a queste operazioni sono consenzienti delle responsabilità del proprio governo -.

 

Mediterraneo: il sottomarino britannico Taku ha affondato la nave italiana Silvio Scaroni, a 70 miglia ad ovest di Bengasi, in Libia. Le barche a torpedo italiane Pallade e Polluce hanno controattaccato senza successo.

Il sottomarino britannico Torbay ha affondato lo schooner italiano Gesu e Maria, al largo dell’isola di Skiros, in Grecia.

Il sottomarino olandese O.24 ha affondato la cisterna italiana Fianona e la pattuglia ausiliaria Carloforte, a 10 miglia a nord dell’isola d’Elba, Italia.

Sopra Malta, i caccia RAF e italiani si sono impegnati in combattimenti feroci. Il comandante di volo Thomas Francis Neil del RAF n. 249 Squadron ha distrutto un Mc 200, ma gli italiani hanno distrutto quattro velivoli inglesi.

 

Nord America: Gli uomini della riserva navale statunitense sono stati chiamati al dovere attivo nell’esercito.
Il maresciallo Arthur Harris è arrivato negli Stati Uniti come capo della commissione RAF di acquisizione, ispezione e formazione.

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: