war report: 18mag1941

t557_warbullettin_sxcBollettino di guerra internazionale.

warReport1941

Germania: Lo scopo dell’op. Unternehmen Rheinübung era per la corazzata tedesca Bismarck e l’incrociatore Prinz Eugen di entrare nell’Atlantico e attaccare le spedizioni alleate. Gli ordini dell’ammiraglio di Erich Raeder all’ammiraglio Günther Lütjens erano;

… l’obiettivo della Bismarck non è quello di sconfiggere i nemici di forza simile, ma di obbligarli ad un’azione ritardata, preservando la sua capacità di combattimento quanto più possibile, in modo da permettere al Prinz Eugen di poter perseguire le navi mercantili dei convogli. L’obiettivo primario di questa operazione è il trasporto mercantile del nemico; le navi da guerra nemiche saranno impegnate solo quando questo obiettivo lo renderà necessario e ciò potrà essere fatto senza rischi eccessivi “-.

Il progetto originario era quello di far rientrare nelle operazioni di battaglia della Kriegsmarine le navi tedesche Scharnhorst e Gneisenau, ma la Scharnhorst stava sotto pesanti riparazioni ai suoi motori e la Gneisenau aveva appena subito un danno per un siluramento subito giorni prima.  La riparazione sembrava dovesse occupare 6 mesi. Lütjens aveva chiesto a Raeder di ritardare l’op. Rheinübung abbastanza a lungo per consentire il completamento delle riparazioni sulla Scharnhorst e rendersi operativa come la Bismarck ed il Prinz Eugen e chiese alla Tirpitz di accompagnarli. Raeder però rifiutò perché la Scharnhorst non sarebbe stata pronta fino all’inizio di luglio. L’equipaggio del Tirpitz, appena completato, non era ancora pienamente addestrato e, nonostante le proteste di Lütjens Raeder, ordinò comunque di andare avanti. Alle 10:00 del mattino del 18 maggio 1941 a Gotenhafen, l’ammiraglio Lütjens ispezionò l’equipaggio del Prinz Eugen. Successivamente, una riunione dei comandanti si è tenne sulla Bismarck. Alla presenza c’erano Kapitän zur See Harald Netzband (Capo di Stato Lütjens), il General Admiral Alfred Saalwächter (Commanding Officer, Gruppo West) e i due ufficiali comandanti interessati. Fu allora che Lütjens rivelò i dettagli dell’op. Unternehmen Rheinübung a Lindemann e Brinkmann.
Si decise che se il tempo fosse stato favorevole, non si sarebbero fermati nel Korsfjord (oggi Krossfjord). Invece arrivarono a nord per il rifornimento dal “Weissenburg” prima di girare nello stretto di Danimarca tra l’Islanda e la Groenlandia. Tra 11:12 e 11:15 la Bismarck ed il Prinz Eugen lasciarono i loro ancoraggi a Gotenhafen (Gdynia) per imbarcare rifornimenti e carburante. Durante il rifornimento, uno dei tubi flessibili del carburante si rupper e la Bismarck non poteva essere rifornita alla sua piena capacità. Dopo il tramonto, la Bismarck e l’incrociatore Prinz Eugen partirono per l’Atlantico settentrionale. Il Prinz Eugen navigò fino dalle 21:00 fino alle ore 02.00, il 19 maggio, seguita dalla Bismarck. Tutta la flotta fu comandata dall’ammiraglio Günther Lütjens a bordo di Bismarck. Entrambe le navi procedevano sotto scorta e si riunirono da Cape Arkona sull’Isola di Rügen nel Baltico occidentale. Fu allora che il capitano Lindemann informò l’equipaggio della Bismarck, per altoparlante, che andavano nell’Atlantico settentrionale per attaccare i trasporti britannici per un periodo di diversi mesi.
Varie navi di approvvigionamento erano già in mare.

Regno Unito: A Scapa Flow, l’ammiraglio Tovey sta valutando il modo migliore di evitare una guerra navale coi tedeschi. Tovey ha ordinato all’incrociatore HMS Suffolk, di pattuglia nello Stretto di Danimarca, di sorvegliare attentamente il passaggio vicino ai ghiacci.

Eastern Europa: La leadership sovietica ha inaspettatamente iniziato una purga contro i propri ufficiali dell’aviazione.

Medio Oriente: Oltre alle forze che attraversano il fiume Eufrate, 4 biplani hanno sbarcato una compagnia del Reggimento Reale del Re di Vickers Valentia sulla strada di Baghdad. Gli aerei britannici di RAF Habbaniyah hanno bombardato le posizioni irachene a Falluja per tutta la giornata. Nel frattempo, le truppe arabe fedeli alla Gran Bretagna hanno rotto l’assedio al campo RAF di Habbaniyah che è stato difeso solo da aerei di formazione non aggiornati. La base era stata attaccata dalle forze pro-tedesche del generale Rashid Ali che usavano aerei Bf110 e He111.

General Dentz trasmette, avvertendo le sue truppe nella Siria controllata francese di Vichy di incontrare con forza il nemico.
Gli aeroporti in Siria sono nuovamente bombardati dalla RAF.

Nord Africa: Il generale Mosley Mayne, comandante britannico della quinta divisione indiana, ha pranzato con il duca di Aosta nella sua grotta di montagna a Amba Alagi, in Etiopia, mentre le truppe italiane stavano seppellendo i loro morti e si preparavano a partire. Gli italiani hanno onorato l’accordo del Duca di non distruggere armi o negozi e di smantellare o identificare le mine e le trappole.

Oceano Atlantico: La corazzata britannica HMS Nelson ed il vettore Eagle, in viaggio da Città del Capo a Freetown, in Sierra Leone, in cerca dell’incrociatore mercantile armato tedesco Atlantis, hanno navigato a 7 chilometri dalla nave tedesca senza rilevarla.

Il sottomarino tedesco U-107 ha affondato la nave britannica Piako, a 130 miglia ad ovest di Freetown,in  Sierra Leone, alle 22:27; 10 uomini sono stati uccisi e 65 sono sopravvissuti e salvati dal British sloop Bridgewater.

 

Mediterraneo: L’Italia ha annesso molti territori della Dalmazia al suo Regno.

A Roma, il duca di Spoleto ha accettato la corona della Croazia da una delegazione croata; Sarà il re Tomislav I.
Il conte Ciano ha scritto:

Arrivano i Croati, con Pavelic in testa.
Sono di buon umore e cordialmente disposti. Vorrei dire più di quanto lo fossero gli albanesi quando fecero l’offerta della Corona. Il cerimoniale è più o meno uguale a quello dell’Albania. Per le strade, poca folla e freddina. Soltanto da pochi è realizzata l’importanza dell’avvenimento. Quando Sua Maestà ha designato il Duca di Spoleto e i delegati lo hanno visto, v’è stato tra loro un mormorio d’approvazione. Speriamo che lo stesso avvenga quando lo sentiranno parlare! Tutto si è svolto regolarmente, anche per quanto concerne la firma degli atti, il cui contenuto politico è apparso a coloro che ne hanno presa conoscenza di gran lunga superiore alle aspettative. Sta adesso a vedere se quanto abbiamo costruito sarà definitivo. Probabilmente è una mia erronea impressione personale, ma c’è nell’aria un gran senso di temporaneità. Ed è per questo che il pubblico è indifferente. Una notizia darebbe fuoco al Paese intero: che è stata fatta la Pace.
Pavelic è abbastanza sicuro del fatto suo ed è oggi calmo e modesto come lo era a Roma, da emigrato.
Chiede alcune cose di secondaria importanza che a noi conviene fare per consolidare la sua posizione. In serata, dopo uno dei soliti pranzi a Corte, formalistici e noiosi, la Delegazione Croata parte.

Aerei tedeschi hanno attaccato la nave ospedaliera britannica Aba, a 50 miglia a sud di Creta, in Grecia. In attesa di un’invasione tedesca a Creta, 700 soldati, provenienti da Argyle e dal Sutherland, sono stati imbarcati sul trasporto-truppe Glengyle, da Port Said a Tymbaki e poi a Creta, dopo il tramonto.

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: