war report: 10mag1941

t557_warbullettin_sxcBollettino di guerra internazionale.

warReport1941

Germania: Il motore a razzo (RII-203) per il Messerschmitt Me163 raggiunge una velocità provata di 623mph. Il motore non è ancora montato sull’aereo ma solo su un macchinario di prova a terra.

Il comando Bomber RAF ha inviato 119 aeromobili per attaccare Amburgo e 23 aerei per attaccare Berlino, durante la notte.

Il tenente britannico Anthony “Peter” Allan è sfuggito al campo di prigionia di Oflag IV-C al castello di Colditz, in Germania, nascondendosi in un materasso di paglia che era stato portato avanti dal campo dai lavoratori francesi cooperativi.

 

Regno Unito: La Luftwaffe ha effettuato la più grande incursione notturna su Londra della guerra.
570 bombardieri tedeschi ,in due e anche tre ondate, hanno sganciato 708 tonnellate di bombe HE (alto potenziale) e 2.393 bombe incendiarie, che hanno causato più di 2.000 incendi. Questo raid ha inflitto più danni delle incursioni precedenti con più di 3.000 persone uccise e ferite. Allo stesso tempo la Luftwaffe ha sofferto le sue più gravose perdite notturne (ciò però rientra nell’ordine matematico delle cose: chi più mette in gioco più ha da perdere…)
27 gli aerei tedeschi  abbattuti, un pedaggio che era stato raggiunto solo durante le prime operazioni di raid.
La bassa marea sul fiume Tamigi ha reso difficile combattere i fuochi, poiché è stato più difficile ripescare l’acqua, quindi gli incendi hanno causato più danni al solito. La Camera dei Comuni, il tetto di Westminster Hall e la parte superiore della torre di Victoria erano in fiamme. Nella città di Londra, la Royal Mint e la Torre erano entrambi in fiamme.

 

Il volo di Rudolph Hess.

Avviando una controversia che dura molto tempo dopo la guerra, il deputato Führer Rudolf Hess si è lanciato in Scozia da un aereo Bf 110 (3869) VJ + OQ con un tentativo di persuadere il duca di Hamilton a presentarlo a re Giorgio VI, per favorire la pace tra il Regno Unito e la Germania. Questa missione non era stata autorizzata da Adolf Hitler.
Hess, il viceführer del Terzo Reich e segretario privato di Hitler – ha preso la dettatura per il libro Mein Kampf di Hitler -, si è allontanato da Augsburg con un aereo disarmato ed è volato nelle isole britanniche per tentare i negoziati di pace da solo.
Vestito da tenente di volo di Luftwaffe, il suo aereo si è lanciato ed è sceso su una fattoria scozzese. Atterrato a 12 miglia dalla residenza del Duca, si è spezzato una caviglia ed è stato arrestato da un contadino e portato in un ospedale di Glasgow.
(il vice fuhrer arrestato da…un contadino…)
Dopo aver mostrato la sua identità, è stato internato nella Torre di Londra, chiedendo agli inglesi di aderire con la Germania nella lotta contro il bolscevismo. Hitler ha ordinato al ministro della propaganda Göbbels di dichiarare il volo di Hess un atto di un uomo sconfortato, affermando; “Sembrava che il membro del partito Hess vivesse in uno stato di allucinazione, per cui sentiva che avrebbe portato a una comprensione tra l’Inghilterra e la Germania. . .
Il Partito socialista nazionalista si rammarica che questo idealista sia stato vittima della sua allucinazione. Ma questo non avrà alcun effetto sulla continuazione della guerra”. Il primo ministro britannico Churchill,che alla notizia dell’atterraggio addirittura rifiutò di vederlo, scriverà più tardi che, nonostante fosse ai fianco di Hitler, Hess aveva espiato i suoi peccati per ” la sua azione completamente inusitata e frenetica di improvvisa benevolenza “.
Hess non vedrà mai più la libertà. Condannato a Norimberga nel 1946, sarà tenuto nella prigione di Spandau, a Berlino Ovest, fino alla sua morte nel 1987, senza aver mai avuto la possibilità di parlare con nessuno per spiegare il suo gesto.

l’aereo di R. Hess schiantato al suolo

Il quartier generale della RAF ha annunciato: ieri sera una squadriglia di bombardieri olandesi è stata schierata per la prima volta. Fino ad ora gli equipaggi aerei olandesi nelle formazioni aeree inglesi servivano come ricognizione. Le spedizioni degli Stati Uniti hanno reso possibile la creazione della prima ala austriaca che ha lanciato la sua missione la scorsa notte contro una base tedesca di Luftwaffe a Kristiansund, nella Norvegia meridionale.

 

Fronte Occidentale: Lo sciopero dei 100.000, che ricorda il famoso sciopero olandese di Rotterdam, è stato uno sciopero di 8 giorni in Belgio che si è svolto dal 10-18 maggio 1941 durante l’occupazione tedesca. Fu diretto da Julien Lahaut, capo del Partito comunista belga (Parti Communiste de Belgique o PCB), anche se il patto nazio-sovietico era ancora in vigore. L’oggetto dello sciopero era quello di richiedere un aumento salariale, anche se era in atto una forte resistenza passiva all’occupazione tedesca. Lo sciopero ha avuto origine nelle fabbriche d’acciaio Cockerill (Cockerill Fonderie) nella città industriale di Seraing, nel Belgio orientale. La data segnò significativamente il primo anniversario dell’invasione tedesca del Belgio.

Il Bomber Command dellaRAF ha inviato 18 aerei per attaccare gli obiettivi costieri.

 

Medio Oriente: I tedeschi di Atene hanno messo in moto il FliegerFührer Irak, quando diversi Me110 e un certo numero di trasporti di truppe volavano a Baghdad via Rodi-Aleppo-Damasco-Mosul. L’obiettivo di questa operazione era quello di fornire aiuti ai generali iracheni ribelli per minacciare il fianco delle forze britanniche in Nord Africa. Churchill ha detto più tardi che in quel momento i tedeschi avevano in realtà una truppa aerea da sbarco abbastanza forte da consentire loro di impadronirsi della Siria, dell’Iraq e della Persia con i loro preziosi campi petroliferi. 4./ZG 76 sotto il dott. Col. Holbein, facevano parte della “Forza Speciale Aerea Junck” che doveva avviare l’operazione prevista in Iraq. Tutti gli aeromobili tedeschi hanno messo emblemi nazionali iracheni. Il colonnello Junck ha riferito più tardi: “La forza è stata schierata in modo eccessivo con aerei non dotati di kit tropicali, alcuni dei quali non dispongono nemmeno di mappe e grafici indispensabili per tali missioni”.

 

Nord Africa: I cacciatorpedini britannici HMS Kelly, Kipling, Jackal, Kashmir e Kelvin di Malta hanno bombardato Bengasi, in Libia, alle ore 17:00.
I bombardieri da picchiata tedeschi hanno battuto la zona, ma non hanno causato troppi danni. Dopo la notte, anche in Libia, i cannoni britannici della nave Ladybird ha sparato su Gazala, a 30 miglia ad ovest di Tobruk.

Le truppe indiane hanno marciato su Passo Falagi, catturato il giorno precedente, verso il Monte Gumsa da 11.400 piedi a est di Amba Alagi, in Abissinia. Le truppe italiane che avevano tenuto il monte Gumsa sarebbero state ritirate in Amba Alagi dopo il tramonto.

 

Oceano Atlantico: Il sottomarino tedesco U-556 ha attaccato il convoglio alleato OB-318 tra Groenlandia e Islanda, affondando la nave britannica Empire Caribou (34 uccisi, 11 sopravvissuti) e la nave belga Gand (1 uccisi, 43 sopravvissuti) e danneggiando la nave britannica Aelybryn (1 ucciso).

Il sottomarino U-110 tedesco, catturato dall’HMS Bulldog ieri, è affondato mentre era trainato verso l’Islanda. La sua macchina cifraria Enigma e il suo libro-codice erano già stati recuperati dagli inglesi.
(mi appare strano, molto strano, che i tedeschi catturati non abbiano trovato un istante per distruggere almeno il codice, conoscendone l’importanza per il sistema germanico. Essendo catturati forse potevano, chessò, gettarlo in acqua o gettarlo nelle sentine del sommergibile in modo che si distruggesse, prima di consegnarlo indenne al nemico)

 

Mediterraneo:

Il destroyer della Royal Navy Fortune è stato danneggiato pesantemente  dagli aerei dell’Asse. la Force H ha deviato per Gibilterra poiché altre cacciatorpediniere britanniche sono state staccate dalla flotta mediterranea per bombardare Bengasi.


Nel manifesto:
Con la rioccupazione di Bengasi da parte delle golriose e vittoriose truppe dell’Asse che inseguono il nemico vilmente in fuga, la sovranità di diritto e di fatto dell’Italia è ripristinata nel territorio occupato.
Sono pertanto abrogate tutte le disposizioni, compresa quella sull’ora estiva, emanate dalle Autorità inglesi e ritornano in vigore tutte le leggi e i regolamenti italiani.
La lira egiziana cessa di avere corso legale ed a norma delle vigenti leggi i possessori debbono fare immediata denunzia al Municipio e tenere la valuta a disposizione delle Autorità per il cambio attraverso l’Istituto Nazionale dei Cambi.
E’ proibita qualsiasi operazione e transizione in moneta egiziana.
Invito la cittadinanza a ritornare nella più assoluta normalità ed i commercianti, specie per quanto riguarda il divieto di incetta ed accaparramento o vendita a prezzi superiori ai valori di ieri, ad attenersi alle disposizioni vigenti in materia.
Il coprifuoco resta in vigore dalle ore 19 alle 5 limitatamente però ai sudditi stranieri, ebrei e libici.
Invito la cittadinanza ad accogliere col più fraterno cameratismo i soldati della Grande Germania e ad esporre le bandiere italiane e tedesche.

Viva l’Italia
Viva il Re Imperatore.
Saluto al Duce.
Saluto ad Hitler.
Viva le Truppe dell’Asse.

L’azienda italiana di produzione, Caproni, ha consegnato i sottomarini CB-3, CB-4, CB-5 e CB-6 alla Marina Militare Italiana di La Spezia, in Italia.

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: