war report: 8mag1941

t557_warbullettin_sxcBollettino di guerra internazionale.

warReport1941

Germania: 359 bombardieri britannici della RAF hanno attaccato Amburgo e Brema in Germania.
Il Bomber Command della RAF ha inviato 19 aerei per attaccare il canale di Kiel, durante questa notte.

 

Regno Unito: Gli aerei tedeschi hanno condotto l’ultima delle due incursioni notturne consecutive su Hull. Nella luce lunare, la Luftwaffe ha fatto un altro attacco pesante a Hull con 120 aerei. Come la scorsa notte, questo raid ha assunto proporzioni importanti grazie all’aggiunta di aerei distolti da un altro bersaglio, questa volta da Sheffield, attaccata ancora con 34 aerei. Tra le 00:00 e 03:40, 120 aeroplani nemici hanno sganciato 157 tonnellate di bombe HE e 19.467 IBs. Le zone più colpite sono state il King George, Alexandra e Victoria Docks e l’est e il nord di Hull.  Molti i danni su case, industrie, sulla ferrovia assieme a grandi incendi a Hedon Road e nel legname sulle banchine. Le perdite sono state ancora una volta, molto pesanti e calcolate in 116 morti e 160 feriti seriamente. Numerosi grandi incendi sono esplosi in tutta Hull, con 150 fiammate in una sola volta, il più grande è stato nelle vicinanze degli Albert e William Wright Docks e delle fabbriche lungo il fiume. Esplosioni e fuoco sono stati segnalati presso i Gasworks (Hull era senza gas per sei settimane dopo l’attacco) e dove una centrale elettrica è stata distrutta. Quasi l’intera riva fu invasa dal fuoco, i porti di Riverside e Alexandra erano devastati. Le rovine lungo le rive del fiume Hull (un piccolo affluente dell’Humber) comprendevano i mulini e i negozi con nomi come Ranges – Spillers – Gilboys – Rishworth – Ingleby e Lofthouse. I magazzini del bacino sono esplosi e migliaia di tonnellate di grano in fiamme è scivolato nel fiume Humber.

La città di Hull è estremamente riconoscente per i 2.000 militari che hanno aiutato ad assumersi i lavori di soccorso, per dirigere il traffico, demolire gli edifici pericolanti e liberare le strade per i trasporti. Vale la pena ricordare che i funzionari della Dogs Home e la RSPCA, insieme ad altri amanti degli animali, hanno trattato 700 animali domestici, senza esitare ad entrare in edifici pericolanti per salvarli.

galleria foto Blitz su Nottingham

Il blitz su Nottingham è stato un attacco della Luftwaffe con 95 aerei. Al momento dell’incursione, la città aveva costruito un numero importante di rifugi pubblici. La società del tabacco John Player & Sons aveva costruito una rete di gallerie nella sua fabbrica e nelle strade locali capaci di ospitare circa 5.000 dei suoi lavoratori. Nel primo dei raid su Nottingham c’erano più di 100 bombardieri. Sono state rilevati i raggi X-Gerät per colpire la fabbrica della Rolls Royce e le contro-misure radio hanno deviato in parte l’attacco alle baie a nord-est della città. Un sistema antincendio di Starfish decoy, situato vicino a Cropwell Butler nella Vale di Belvoir, ha confuso gli aerei e molte delle bombe destinate a Nottingham sono state sganciate su terreni agricoli aperti nella valle. Sono stati registrati 12 primi incendi seri, 40 come principali e 42 come medi. C’erano fuochi fuoco nell’edificio di Trivett vicino alla chiesa di S. Maria, a Short Hill e in tre delle fabbriche dei Boots in Poplar Street, Street Island e Street Station. Le vittime sono state moltissime. 159 persone registrate come uccise, con 274 feriti. Alla panetteria Coop sulla Meadow Lane sono stati uccisi 49 tra i dipendenti e membri della Casa Guardia, più altri 20 feriti.
Al College universitario, sono state uccise 45 persone.

 

Fronte Occidentale: Germania e Spagna hanno firmato un accordo per inviare lavoratori al Reich.

 

Oceano indiano: Un idrovolante Walrus, partito dall’incrociatore britannico HMS Cornwall ha scoperto l’incrociatore mercantile armato tedesco Pinguin, a 400 miglia dalla Somalila britannica.
Le due navi hanno sparato l’una sull’altra, a 17:14. Il Pinguin” è stato fatalmente colpito  da un colpo da 8 pollici del Cornwall che ha fatto detonare il suo magazzino colpi affondando la nave.  Anche il Cornwall è stato colpito. 341 dell’equipaggio e 214 prigionieri sono stati uccisi, 66 dell’equipaggio nella nave tedesca e 22 prigionieri sono sopravvissuti.

Nord Africa: Le truppe indiane hanno attaccato Amba Alagi, in Abyssinia all’alba, prendendo rispettivamente il Passo Falagi e tre colline ad est e sud della città. Più tardi nella mattinata, le truppe italiane hanno contrattaccato e riconquistato due delle colline.

Distruttori distaccati dalla flotta mediterranea Royal Navy hanno bombardato Benghazi.

 

Oceano Atlantico: Il sottomarino tedesco U-97 ha affondato la nave inglese Ramillies nell’Atlantico settentrionale; 29 sono stati gli uccisi e 12 i sopravvissuti.

 

Mediterraneo: Il Convoglio Tiger è stato messo sotto attacco aereo innanzitutto dall’Aeronautica Italiana, poi dalla Luftwaffe che è stata impegnata dai caccia della Fleet Air Arm della Ark Royal e della Formidable. Il convoglio Tiger era scampato alla scoperta per merito del cattivo tempo e della scarsa visibilità fino all’8 maggio, ma da oggi sarà il centro di battaglie aeree che imperverseranno nei prossimi quattro giorni.

 

Medio Oriente: Le forze britanniche e della cisgiordania hanno iniziato l’assalto al Forte di Rutbah. Una colonna della Legione araba, sotto Glubb Pasha, ha raggiunto il forte a Rutbah. Hanno scelto il terreno che circonda il forte, aspettando l’imminente bombardamento di Royal Air Force. I Blenheim del 203° Squadron sono arrivati e hanno bombardato il forte, e pensando che la fortezza si era arresa, hanno abbandonato il compito. Il forte non si era arreso e la RAF è dovuta tornare due volte per bombardare il forte, ma senza successo.

 

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: