30 aprile 1941: news

Attività politica e diplomatica.
war-NewsLa radio di Atene ha annunciato che il generale Zolagoglu ha formato un nuovo Governo. Subro dopo egli ha lanciato alla nazione un proclama nel quale è detto fra l’altro, che dopo l’occupazione di Atene da arte dei tedeschi, la fuga degli inglesi e dopo che il Re ha lasciato il Paese, non è più il caso di continuare la guerra. Il generale dice quindi che la Grecia ha bisogno di un Governo energico ed autoritario  ed è per questo che si è deciso a formare un nuovo Governo d’accordo con i generali dell’esercito greco.
Il proclama termina invitando il popolo a seguire il nuovo Governo che avrà per scopo la riorganizzazione della Patria.
Alla domanda di un giornalista estero su come deve essere giudicata la dichiarazione di Roosevelt, secondo la quale le navi da guerra americane, se necessario, potranno spingersi fin nella zona di guerra stabilita dalle Potenze dell’Asse, la fonte competente tedesca ha dichiarato che il punto di vista del Reich è stato esposto da un foglio ufficioso.
Questo punto di vista è contenuto nell’avvertimento del Fuhrer e cioè, che qualsiasi nave, con o senza scorta, diretta in Inghilterra sarà silurata. L’avvertimento era diretto in primo luogo al Governo di Washington. Esso conserva il suo pieno valore. Non sarà poi superfluo ricordare che fissando la zona di blocco le Potenze dell’Asse non intesero di subordinare la loro decisione al riconoscimento di tale zona da parte di terzi.

 

Attività militare.
FRONTE SUD-ORIENTALE. Continua l’occupazione del Peloponneso.
5mila inglesi, fra cui un generale e numerosi serbi, fra i quali 300 ufficiali, prigionieri. 5 apparecchi inglesi distrutti.

FRONTE LIBICO E MEDITERRANEO. Attacco aereo germanico a La Valletta (2 apparecchi inglesi abbattuti). A Tobruk attacco aereo italo-tedesco.

FRONTE NORD-OCCIDENTALE. 36.263 tonnellate di naviglio inglese ed una nave di scorta affondate da sottomarini tedeschi.
4500 tonn. di naviglio commerciale inglese affondate da motosiluranti.
Attacchi aerei aerei a Plymouth, Cardiff, Lowestoft e Ipswich.
Un piroscafo di 4mila tonn. affondato.
Bombardamento di Dover da parte dell’artiglieria a lunga gittata.
8 apparecchi inglesi abbattuti. Incursione aerea britannica sulla Germania occidentale e sud-occidentale. Le perdite complessive del nemico del 28 e 29 aprile ammontano a 49 aeroplani, 21 dei quali abbattuti in combattimenti aerei e dalla caccia notturna, 9 dall’artiglieria della Marina e da forze navali leggere, 1 abbattuto dall’artiglieria contraerea ed il resto distrutto al suolo. Nello stesso periodo di tempo 6 apparecchi tedeschi sono andati perduti.

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: