28 aprile 1941: news

Attività politica e diplomatica.
war-NewsDa fonte autorizzata si apprende che il Ministro inglese a Belgrado, sir Ronald Campbell e l’addetto militare britannico tenente colonnello C. S. Clarke, che avevano seguito il Governo jugoslavo quando questo abbandonò la capitale e di cui non si avevano più notizie dal dal giorno 5 aprile, sono stati presi a bordo di una torpediniera italiana al largo delle coste dalmate mentre tentavano con un piccolo piroscafo di raggiungere Creta. Era con loro anche il giornalista americano Beok.

In merito a certe notizie diramate dalla stampa estera si precisa oggi -alla Wilhelmstrasse – che i nuovi accordi commerciali tedesco-turchi rientrano nel quadro delle relazioni economiche già esistenti tra la Germania e la Turchia.

In merito a notizie lanciate dalla propaganda inglese di una presunta intensificazione dell’attività diplomatica tra Berlino, la Spagna ed il Portogallo, si sottolinea come queste manovre tendano a sviare l’attenzione internazionale su altri settori politici meno scottanti per l’Inghilterra.
Il contegno dei governi di Spagna e del Portogallo — si osserva inoltre — dimostra nettamente come questi due Stati non si siano lasciati impressionare dalle manovre inglesi di seminare zizzania, provocando il panico.

E’ stato pubblicato oggi a Budapest l’elenco delle perdite subite dall’Ungheria dall’11 al 20 aprile per l’occupazione dei territori ungheresi del sud. Esse ammontano a 5 ufficiali e 60 soldati morti; 8 ufficiali e 300 soldati feriti; 15 soldati dispersi; 8 ufficiali e 328 ammalati.

 

Attività militare.
FRONTE SUD-ORIENTALE. Attacchi aerei su navi da trasporto e di scorta tra il Pireo e Creta. Sono stati affondati, il 26 aprile, nelle acque elleniche 11 piroscafi per complessive 48mila tonnellate. Inoltre, un incrociatore britannico a nord di Creta e 19 altre navi danneggiate da bombe centrate in pieno.

Il 27 aprile l’arma aerea ha affondato un incrociatore ed una nave mercantile di 5mila tonn. ed ha danneggiato altri 2 incrociatori e 12 navi mercantili.

Continua l’occupazione della Grecia centrale e del Peloponneso.
Attacchi aerei germanici ad Argos e Tripolis.

FRONTE LIBICO E MEDITERRANEO. Tentativi di sortita da Tobruk falliti. Attacchi aerei italiani a Marsa Matruh. Attacco aereo germanico a Malta. Un apparecchio inglese abbattuto.

FRONTE NORD-OCCIDENTALE. 11mila tonn. di naviglio mercantile nemico affondate. 5 navi danneggiate. Attacchi aerei su Portsmouth e città portuali in Cornovaglia e sull’Inghilterra sud-orientale.

Nel periodo di tempo tra il 23 ed il 27 aprile il nemico ha perduto complessivamente 100 apparecchi; di questi 26 sono stati abbattuti in combattimento e dai caccia notturni; 8 dall’artiglieria della Marina, e da forze navali leggere e 3 dall’artiglieria contraerea; 63 apparecchi sono stati distrutti al suolo. Nello stesso periodo sono andati perduti 9 nostri velivoli.

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: