war report: 17apr1941

t557_warbullettin_sxcBollettino di guerra internazionale.

warReport1941

Germania: Una grande forza di aerei della RAF  ha colpito con un pesante bombardamento Berlino nel raid più pesante registrato fino ad oggi. 118 velivoli sono stati inviati per bombardare la capitale tedesca. Di questi, il 50 % dei Wellingtons sono risultati persi. Un aereo della RAF ha riferito  che ” la rotta di destinazione era ovviamente impossibile. Le bombe sganciate su una grande città si pensano sganciate nel distretto della Ruhr“. Le squadre di bombardieri hanno trovato una densa foschia di nuvole sopra Berlino che ha reso i bersagli difficili da individuare.

Regno Unito: Re Pietro II è giunto a Londra, via Atene.

Il bombardamento su Londra, iniziato ieri si è concluso prima dell’alba. E’ risultato che 1.179 persone siano state uccise. La vendetta di Berlino ha avuto luogo e ha fatto scendere centinaia di bombe su centri residenziali lasciando una striscia di morti e feriti impressionante. Principalmente sono stati gli impianti industriali di Londra ad essere bersagliati, ma numerosi sono stati i quartieri devastati dalla continua caduta di bombe dal tramonto all’alba, compreso il palazzo dell’Ammiragliato (ora il Vecchio Admiralty), la Whitehall.

La Luftwaffe ha attaccato Portsmouth durante la notte, con 249 velivoli.

 

Fronte Occidentale: Il RAF Bomber Command invia 35 aerei per attaccare obiettivi costiere tra cui Cherbourg e Rotterdam con 13 aerei.

 

Fronte Orientale: Il comandante SS Maximilian Grabner, al  Campo di concentramento di Auschwitz ha annunciato che le urne contenenti le ceneri di prigionieri politici polacchi uccisi non necessitano più di essere spedite alle loro famiglie.

 

Medio oriente:
Il governo iracheno precedente, di Rashid Ali al-Gaylani, ha presentato una richiesta  di l’assistenza militare alla Germania per assisterlo nel suo tentativo di rimuovere le forze britanniche dall’Iraq. Nel frattempo, le forze irachene hanno circondato la base aerea della RAF a Habbaniya, mentre i britannici del 1° Battaglione del Re attuale, originariamente con sede a Karachi, in India, sono arrivate al campo RAF di Shaibah, vicino a Bassora.

 

Oceano Atlantico: Le motosiluranti tedesche S.41 S.42 S.43 S.55, S.104 hanno attaccato il convoglio alleato FS464 al largo di Great Yarmouth, affondando 2 piccole navi da carico e danneggiando un grande piroscafo. Gli S-barche tedesche sono state attaccate dalla motocannoniere britanniche MGB.60, MGB.59, e MGB.64, senza successo.

Il sommergibile tedesco U-123 ha affondato la nave svedese MV Venezuela, a 600 miglia occidentale dell’Irlanda, alle 17:30; l’equipaggio della nave di 49 uomini è fuggito su imbarcazioni di salvataggio, ma poi è naufragato.


L’incrociatore Atlantis ha attaccato la nave passeggeri egiziana ZamZam, senza preavviso, a 1.400 miglia ad ovest del Sud Africa, alle 06:00, scambiandola per una nave trasporto-truppe britannica grazie ad uno dei suoi canonici travestimenti.
Tutti i 202 passeggeri e 129 uomini dell’equipaggio sono fuggiti nelle imbarcazioni di salvataggio prima che i tedeschi affondassero la nave. Il fotografo David Sherman del Life Magazine, che era a bordo del ZamZam durante l’attacco, ha preso una fotografia dell’Atlantis.

Pochi minuti dopo l’attacco dal raider tedesco Atlantis contro la nave egiziana Zam Zam, i passeggeri dalla nave ascoltano il regolamento di bordo  sul ponte, visto l’affollamento eccessivo nelle stive della nave tedesca.

Mediterraneo: La Jugoslavia si è arresa formalmente alla Germania e il ministro degli Esteri Cincar-Marcovic ha firmato l’armistizio con i rappresentanti tedeschi e italiani a Belgrado.
Gli ungheresi, tecnicamente “non in guerra con la Jugoslavia”, non sono stato convocati a firmare l’armistizio.
I Tedeschi hanno catturato le torpediniere jugoslave Beograd e Dubrovnik a Kotor, mentre il Zagabria è stato affondato dal suo equipaggio (2 uccisi nel processo).
In Grecia, il 21° battaglione della Nuova Zelanda, rinforzato dal 2 ° Battaglione australiano ha demolito il ponte della ferrovia sul fiume Pinios e ha predidiato le gole Tempe e Pinios, ritardando l’avanzata tedesca verso il basso la costa del Mar Egeo, consentendo altre truppe alleate di ritirarsi e formare nuove difese sulla linea Termopili.
Il primo ministro britannico Churchill ha accettato la proposta per l’evacuazione delle truppe alleate dalla Grecia continentale per l’isola di Creta, in caso di necessità; questo piano è stato poi comunicato tempestivamente, al governo della Grecia.

Il sommergibile inglese HMS Truant ha affondato la barca italiana Vanna, al largo della costa libica; il Vanna trasportava munizioni e carburante a Derna, in Libia.

 

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: