29 marzo 1941: news

Attività politica e diplomatica.
war-NewsA Berlino il Maresciallo Goering ha ricevuto il Ministro Josuke Matsuoka, alla Karinhalle. Il lungo colloquio, a cui presenziava anche l’Ambasciatore tedesco a Tokio, si è svolto nello spirito di cordiale amicizia che unisce i due popoli. nel corso di esso sono state trattate questioni di carattere economico. Successivamente il Ministro nipponico si è recato alla Wilhemstrasse, dove ha avuto un altro lungo colloquio con il Ministro degli Esteri germanico, von Ribbentrop, per fare il punto sugli accordi commerciali tra i due Paesi.
(io mi chiedo come può un popolo, come quello tedesco, sentire l’amicizia per un popolo così lontano non solo nella distanza, ma negli usi, nei costumi e soprattutto nella cultura. Differenze, direi, insormontabili. Al massimo, posso comprendere l’accettazione di vicinanza di pensiero e di intenzioni che i loro politici posso condividere. Questo è l’episodio diplomatico unico che vedrà un faccia a faccia col Giappone, nell’arco della guerra in corso).

Da Belgrado si informa che il Capo dei Croati, Macek, si è rifiutato di accettare l’invito di Re Pietro che lo chiamava in città per un colloquio. L’episodio è stato accolto con stupore dalla casa reale e si prevedono ripercussioni politiche.
Il Consiglio dei Ministri si è riunito sotto la Presidenza del gen. Simovic, Presidente del Consiglio appena nominato.
Nella nazione si registrano intanto manifestazioni di malcontento, sommosse contro il Governo e si respira aria di rivoluzione.

 

Attività militare.
Comunicati tedeschi. Attacchi aerei contro la flotta mercantile britannica. 7 navi colpite in zone di mare intorno all’Inghilterra, delle quali 3 affondate per 7500 tonnellate.
Nell’isola di Malta bombardamento aereo dall’Aeroporto di Hal-Far. 1 apparecchio inglese abbattuto.
La Marina germanica ha installato numerose batterie costiere lungo le rive del Mar Nero nei ponti di maggiore importanza strategica.

Da Beirut si informa che gli inglesi hanno occupato le isole Farsan, nel Mar Rosso. La notizia è stata accolta con la più viva indignazione nel regno dell’Arabia Saudita al quale le isole appartengono. La sezione stampa del Corpo di spedizione giapponese in Cina, passando in rivista gli avvenimenti dell’ultima settimana, sottolinea che l’offensiva di primavera del Governo di Chung King è stata nettamente arrestata e stroncata dalla controffensiva nipponica che ha portato all’occupazione di Shang Kao, a 120Km ad ovest di Nan Chang, capitale della prvincia del Kwangsi.

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: