21 dicembre 1940: news

Attività politica e diplomatica.
war-News

Da Budapest si informa che ufficialmente che il Reggente d’Ungheria ha concesso al Conte Csaky, su richiesta, un periodo di licenza indefinito e ha incaricato il Presidente del Consiglio, Conte Teleki, di provvedere alla cura degli affari esteri per tale periodo.

Da Washington l’Agenzia Ins informa da Washington che il Presidente Roosevelt ha preso una decisione provvisoria secondo la quale l’Inghilterra riceverà d’ora in poi il settanta per cento (70%) degli aerei costruiti negli Stati Uniti.
(NON VALE! questa è una competizione completamente sleale! Ciò sposta l’ago della bilancia in modo decisivo a favore di chi ha dichiarato guerra. Questo la dice lunga sul peso delle ruffianerie di Churchill mettendo in secondo piano il peso degli ideali giusti di democrazia e di libertà. L’episodio è il defribillatore per un Inghilterra che era uscita dal Continente europeo con le ossa rotte e che con l’ipnotismo ha catturato le simpatie della persona più influente inculcandogli la paura di vedere cadere l’ultimo baluardo contro la tirannia di Hitler.
Ammesso e concesso che sia così.
A mio modo di vedere è come regalare Parco della Vittoria, 4 stazioni, i verdi ed i gialli ad un altro giocatore. Che gioco è, a quel punto?)
Finora la fornitura era del cinquanta per cento. Il Ministro della Marina, Knox, ha annunciato che sono stati stipulati contratti per la costruzione di 31 navi ausiliarie della marina, le quali costeranno complessivamente 265 milioni e 765.000 dollari.
(a questo punto a quanto ammonterà il debito dell’Inghilterra? … e non sto certo parlando di riconoscenza…)

Nota. A questo punto, non appena appresa la notizia, Hitler deve dichiarare subito guerra agli Stati Uniti che hanno clamorosamente violato ogni protocollo di neutralità. Costi quel che costi. Se tutti si rimangiassero sempre le proprie dichiarazioni che mondo sarebbe?)

 

Attività militare.
Comunicati tedeschi. Attacchi aerei su Londra e località dell’Inghilterra meridionale e centrale.
Incursioni aeree inglesi su Berlino ed altre città tedesche.
2 apparecchi inglesi abbattuti.

 

Nota sull’interno.

In questo periodo, informandosi su quanto ho trovato disponibile — e compatibilmente con le mie possibilità — dopo i disastri sul fronte greco e la clamorosa disfatta in Africa, non ho trovato notizie di particolari esternazioni di Mussolini, nè tantomeno manovre militari correttive degne di tale nome. Parlo del Duce ma anche degli altri al Comando. In Grecia sono state inviate 2 divisioni (sempre male equipaggiate — lo scrive Ciano) e nulla più. Sembra che in Italia sia salita alla ribalta una penuria di armi, attrezzature di vario genere e non ultima, quella di munizioni.
Vista dal 2016, la situazione sembra da film tragicomico.
Appare però che a Palazzo Venezia siano tutti narcotizzati.
O le notizie non arrivano o arrivano sbagliate. Il futuro appare molto grigio. La popolazione ne è completamente all’oscuro. La gente dice: nessuna nuova, buona nuova. Però non credo che funzioni così.

Advertisements

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: