dopo. dopo 15gg

Contro quattro ore solo di allarme a Berlino in quindici giorni, l’aviazione germanica presenta il bilancio di quindici giorni e di quindici notti di continui bombardamenti sull’Inghilterra con in più undici bombardamenti di proporzioni spettacolose eseguiti in massa da centinaia apparecchi sopra il medesimo bersaglio industriale e portuario.

Fra la notte il 14 ed il 15 nov col lancio di 500 tonn. di esplosivi su Coventry;
la notte del 17 sul 18 un bombardamento analogo su Southampton;
la notte del 19 e del 20 bombardamento su Birmingham;
la notte dal 23 al 24 nov nuovo raid su Southampton;
la notte dal 25 al 26 nov e dal 26 al 27 due grandi bombardamenti su Bristol;
la notte dal 27 al 28 bombardamenti in massa su Plymouth;
la notte dal 28 al 29 nov bombardamenti in massa su Liverpool;
nelle notti dal 1 al 2 e dal 2 al 3 dic si sono registrati due altri attacchi in massa contro Bristol e Southampton.

coventry1image very large

Dopo il bombardamento di Coventry, l’Inghilterra, sorpresa dalla novità, accusò la gravità del colpo ricevuto sperando forse che il colpo ricevuto provocasse nel mondo un’ondata di emozione; ma il mondo, dopo aver constatato l’aridità dell’egoismo inglese durante questo conflitto, non si è minimamente commosso.
Londra ha cercato in seguito di nascondere con tutti i mezzi la gravità dei colpi ricevuti per non stimolare ulteriormente il nemico, ma l’avversario ha ottenuto le informazioni egualmente attraverso corridoi non controllati dalla censura che confermano senza dubbi l’enormità delle rovine. Londra precisa anche le consegienze disastrose dei bombardamenti in massa sullo stato d’animo delle popolazioni le quali escono da codesti cicloni intontite e disorganizzate.

coventry2image very large

L’aviazione inglese, impotente a impedire gli assalti germanici, non ha altra risorsa se non quella di andare il giorno dopo a gettare in territorio tedesco e sul litorale francese le sue bombe senza alcun risultato pratico.

In taluni ambienti si presume che questa ripetuta e sistematica “coventrizzazione” dei centri inglesi sia destinata non solo a sovvertire e a frantumare i centri militari e logistici inglesi ma ad ammonire gli ostinatamente illusi e gli increduli ad andare cauti nel confidare sulle probabilità di ripresa di una nazione che ormai è destinata solo ad un’irreparabile sconfitta.

Advertisements

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: