war report: 14dic1940

t557_warbullettin_sxcBollettino di guerra internazionale.

Oggi in Nord America, per la prima volta, è stato isolato e prodotto il plutonio-238.

Philippe Pétain ha declinato l’invito di Adolf Hitler di partecipare alla cerimonia durante la quale i resti di Napoleone II sarebbero nuovamente internati al cimitero Les Invalides a Parigi, in Francia. Nello stesso messaggio, ha anche detto che ad Hitler che Pierre Laval era stato dimesso dalla suo incarico di leadership nella Francia di Vichy, cosa che ha fatto infuriare Hitler. Ma non gli ha riferito che, oltretutto, è stato anche arrestato.

la nave tedesca Rio Grande è arrivata in Francia dal Brasile con 300 prigionieri presi dall’incrociatore Thor durante lo scontro nel Sud Atlantico.

Nord Africa. L’intenzione di trasferire la 4a Divisione indiana dall’Egitto al Sudan, nel mese di dicembre, era nell’aria da diverso tempo. Oggi è arrivato l’ordine di partecipare, con la 5 ° Divisione indiana, all’attacco alle zone occupate dagli italiani, in Abissinia. Queste truppe, all’alba, sono state ritirate dalla battaglia in Egitto occidentale; erano state in prima linea nelle azioni negli ultimi quattro giorni e, tra queste, anche l’assalto a Sidi Barrani. In totale hanno subito perdite per 41 ufficiali e 391 uomini.
La 6a divisione australiana, che doveva sostituire le truppe indiane, era stata ampiamente dispersa ed alcune unità di riserva non erano ancora arrivate in Egitto.
Tuttavia la decisione, ora, era di continuare l’inseguimento delle forze italiane in Libia. Gli italiani sembra che stiano cadendo di nuovo nel caos. Elementi avanzati delle forze britanniche, guidate dall’11° Ussari, erano ormai sulla via di uscita dal deserto, viaggiando parallelamente alla strada principale della costa. Oggi hanno anche attraversato la strada costiera ad ovest della base italiana di Bardia.
In breve un altra enorme forza italiana sarebbe rimasta intrappolata nella loro presidio costiero. Un carro armato Vickers ha catturato Forte Capuzzo, in Libia, appena oltre il confine con l’Egitto.

La Royal Navy ha iniziato la spola di prigionieri di guerra italiani tornando ad Alessandria, in Egitto. La nave imbarco Fiona e golette ausiliari Farouk e Fawzia hanno consegnato 3100 prigionieri di guerra da Mersa Matruh e poi sono tornate.
Il sommergibile italiano Naiade, inviato ieri ad attaccare le navi da guerra britanniche, è stato rilevato dal cacciatorpediniere HMS Hereward e HMS Hyperion, a 20 miglia a nord-est di Bardia, in Libia e costretto in superficie con bombe di profondità. Il Naiade è stato quindi affondato e tutto l’equipaggio di 41 uomini è stato messo in salvo da HMS Hereward.

8 aerosiluranti Fairey Swordfish, dell’ 830° Naval Air Squadron a Malta, hanno attaccato il porto di Tripoli, in Libia.

Nel mar Mediterraneo la RAF ha fatto un’incursione su Napoli.
L’incrociatore Pola è risultato danneggiato.

Il III Corpo d’Armata greco sospende le operazioni offensive a causa delle condizioni meteorologiche avverse in montagna nel settore nord del fronte.

Gli internati dell’IRA hanno dato fuoco al Curragh Camp, nei pressi di Dublino, e hanno combattuto con le truppe della polizia Garda; 4 sono i feriti (un uomo dell’IRA verrà ucciso in ulteriori scontri il giorno successivo).

In Inghilterra, l’aviazione italiana ha attaccato Harwich durante la notte con 11 bombardieri.

In Oceano Atlantico,  a 400 miglia ad ovest dell’Irlanda, l’U-100 ha affondato i piroscafi britannici SS Kyleglen, alle 08:16  (tutti i 36 occupanti deceduti) e l’SS Euphorbia, alle 19:55  (stesso destino per 34 occupanti).

Alle 08:55, a 200 miglia a sud dell’Islanda, l’U-96 ha fermato nave britannica Western Prince con un siluro (14 morti).
Dopo aver lasciato 100 persone dell’equipaggio e 55 passeggeri abbandonare la nave nelle imbarcazioni di salvataggio, l’U-96 ha affondato il Western Prince, alle 10:21.
154 sopravvissuti sono stati raccolti dal piroscafo britannico Baron Kinnaird e dal cacciatorpediniere HMS Active.

La nave HMS Branlebas, catturata da una torpediniera francese al largo di Portsmouth in data 3 luglio 1940, è affondata per maltempo, nella Manica, a 30 miglia sud-ovest di Plymouth (97 morti, e 3 sopravvissuti sono salvati dal cacciatorpediniere francese Free Mistral).

L’incrociatore pesante Admiral Scheer è stato rifornito dalla nave Nordmark.

 

naval-losses

 

 

 Mv Macedonier  U-96 mv-macedonier
 Mv Stureholm  U-96 mv-stureholm
 steamer Sebastiano Bianchi  sub Truant  no image
 steamer Schwalbe  unknown  no image
 trawler Avant Garde  DD Forester  no image
 Mv Kyleglen  U-100 mv-kyleglen
 Mv Euphorbia  U-100 mv-euphorbia
 liner Western Prince  U-96 liner-western-prince
 sub Capitano Tarantini  sub Thunderbolt sub-capitano-tarantini
 Tb Branlebas  unknown tb-branlebas

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: