bollettino di guerra: 5dic1940

E’ curioso ogni volta notare la discrepanza delle informazioni che provengono da fonte britannica e da fonte italiana; da parte inglese quasi si annuncia (come ho segnalato) una totale debacle italiana mentre da parte italiana sembra che le cose siano sotto controllo.
In realtà la situazione di casa nostra è veramente cupa; lascio al lettore l’impressione che ne ricaverà leggendo i bollettini che ritrovo. Di certo, se i greci ci hanno spinto fino in Albania la cosa si commenta da sola.
In questi giorni, ho visto il film “Siluri umani” dove si parla di un attacco disperato alle navi inglesi nella baia di Suda. Si ha sempre l’impressione costante che, per gli italiani tutto sia appeso ad un filo ed affidato alla fortuna occasionale che, guarda caso, non ci appaoggia mai. E MAI è davvero poco. Ma questo è un altro discorso.

bollettinimidNel pomeriggio di ieri e pubblicato oggi, il Quartier Generale italiano ha diramato il comunicato n.180.

Sul fronte greco rinnovati attacchi di numerose formazioni nemiche con preparazione e rilevante appoggio di artiglierie sono stati contenuti dalla tenace resistenza delle nostre truppe che hanno anche vigorosamente contrattaccato.
Le nostre formazioni aeree hanno appoggiato l’azione delle truppe concentrando violenti bombardamenti specialmente nelle zone ad ovest di Erseke. I porti di Prevesa e di Santa Maura sono stati attaccati con successo dai nostri bombardieri. Una nostra formazione di aerei, incontratatsi con una squadriglia di velivoli P.Z.L ne ha abbattuti 6 in fiamme nel cielo di Tirana. Tre nostri apparecchi non sono rientrati. Aerei  nemici hanno lanciato bombe a Mirake (El Bassan), uccidendo due donne, un bambino e un operaio e senza causare danni.
Nostri velivoli siluranti hanno colpito nella baia di Suda 2 incrociatori nemici.

Nell’Africa Orientale il giorno 29 novembre un incrociatore nemico ha aperto il fuoco sulle opere di Alula, causando qualche danno ma nessuna vittima.

Il primo dicembre un nostro sommergibile ha silurato in Atlantico un cacciatorpediniere nemico.

Appendice delle ore 17.23:

PERDITE COMPLESSIVE UFFICIALI delle FORZE ARMATE italiane.

Dall’11 giugno 1940 a tutto il 30 nov – come risulta dalle somme degli elenchi dei nominativi diramati dal quartier Generale e regolarmente qui pubblicati – le perdite delle Forze Armate sono le seguenti:

Morti   3.695   – Feriti 7.538   – Dispersi 2.885

Truppe ALBANESI: Morti   14   – Feriti 43   – Dispersi 20;

Truppe DI COLORE: Morti 862   – Feriti 2.494   – Dispersi 1.333

 

 

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: