war report: 11nov1940

Alle 23:00, 21 aerei Swordfish  lanciati dall’HMS Illustrious hanno sorvolato Taranto, in Italia, dove la flotta italiana era ancorata.
11 aerei hanno attaccato con siluri, affondando la corazzata Conte di Cavour e danneggiando le corazzate Littorio  e Caio Duilio.
Gli altri 10 velivoli hanno attaccato il porto interno, causando danni minori agli impianti di terra.
2 aerei sono stati abbattuti (2 morti, 2 catturati).
Intanto la restante flotta ha lasciato Taranto per riparare nelle basi di Napoli e Genova.

conte-cavour-ship(quanto conta in Italia NON avere i radar. Mi sono sempre chiesto come mai vicino ai possibili obiettivi militari non esistono mai dei campi-volo con aerei caccia e nemmeno una contraerea adeguata…
Perchè molti episodi disastrosi sarebbero stati prevedibili e forse evitabili. Comunque non attrezzare nessuna difesa è da matti…    Non avevamo neanche gli audiofoni;
li ho anche mostrati in un war report di qualche tempo fa
)

Alle 13:30, il radar britannico di Essex, in Inghilterra, ha rilevato aerei in arrivo; 12 bombardieri BR.20M e 12 CR 42 caccia biplano italiani erano diretti a Harwich.
I caccia Hurricane si sonoalzati ad intercettarli sopra il Tamigi   abbattendo 3 bombardieri e 3 caccia, danneggiando altri due bombardieri, senza incorrere in eventuali perdite.
Winston Churchill avrebbe poi osservato che “gli aerei italiani avrebbero fatto molto meglio a difendere la flotta a Taranto”, riferendosi al raid britannico di successo che si è verificato in giornata.
(Ha sicuramente ragione. Il punto è anche un altro.
Se ogni volta che si fa un’azione militare aerea si perde un quarto della forza dovrebbe scaturire una considerazione doverosa: o i piloti inglesi sono davvero dei fenomeni rispetto a quelli italiani, oppure hanno dei velivoli decisamente superiori.   O, magari, entrambe le cose.
Nell’uno e nell’altro caso ci si dovrebbe chiedere se ci si può permettere perdite in mezzi e vite umane così devastanti e se non sia il caso di abbandonare competizioni belliche insostenibili…
)

Il cacciatorpediniere britannico HMS Vega ha colpito una mina ed è stato gravemente danneggiato a 5 miglia a nord di Westgate-on-Sea, nel Kent,in  Inghilterra, mentre scortava un convoglio; ha dovuto essere rimorchiato a Sheerness, per le riparazioni. In giornata, il peschereccio britannico da sminamento HMT Stella Orion ha colpito una mina ed è affondato nel Tamigi senza vittime.

La corvetta britannica Rhododendron ha attaccato il sommergibile tedesco U-103 con bombe di profondità, a 200 miglia a nord ovest di Irlanda; l’U-103 è riuscito a fuggire senza alcun danno.

L’incrociatore armato Atlantis ha fermato la nave britannica Automedont, con armi da fuoco, nel Golfo del Bengala, uccidendo 7 uomini dell’equipaggio e 1 mitragliere.
L’equipaggio dell’Atlantis ha catturato 87 sopravvissuti, il carico di cibo e sigarette e documenti segreti della Royal Navy che dettagliano dispiegamento militare in Asia schemi e codici.
Questo episodio ha ulteriormente aumentato lo stress dell’Ammiragliato britannico.
E’ ufficialmente nato il caso della nave fantasma tedesca che riesce a mascherarsi, ogni volta in modo diverso, ingannando regolarmente i malcapitati del caso.

atlantis-shot

L’esercito degli Stati Uniti ha preso in consegna la sua prima jeep. L’origine del nome è ancora un mistero.
Alcuni dell’esercito dicono che è una denominazione derivata da “GP”(come General Purpose), ma altri preferiscono il riferimento a un personaggio del fumetto Popeye noto come Eugene la Jeep.
Il personaggio è in grado di attraversare i muri, arrampicarsi sugli alberi, volare e andare ovunque voglia e si pensa che i soldati, rimasti sono rimasti così colpiti per la versatilità del nuovo veicolo che hanno pensato di chiamarla Jeep.

a-i-mkiv
Il 640° Squadrone RAF ha registrato il primo abbattimento col Bristol Beaufighter, non appena il primo aereo tedesco Ju 88A è stato abbattuto con l’aiuto del radar A.I.IV.

 

 

a-i-mkiv
(mi sono sempre chiesto se sia mai capitato di abbordare un naviglio britannico per carpire i primi segreti di questo radar. Oppure, un aereo munito di Asdic. Perchè ritengo che navigare 5 anni di guerra nella consapevole ed assoluta ignoranza di questa tecnologia è da folli… Oltretutto noi avremmo avuto un certo Marconi e piuttosto bravino in queste cose…)

(ma SE, se… mio nonno avesse avuto 5 palle allora mi sarei fatto un flipper gratis…)

A proposito di difese; sulle coste inglesi 22 proiettori ed equipaggi specializzati sono stati installati a terra e su pontili galleggianti. La loro funzione è quella di illuminare gli aeromobili in arrivo per i loro artiglieri, mentre abbagliano i piloti.
(questa non mi sembra un’idea fulminante ed irraggiungibile!)

Tra le 03:33 e le 03:51, la corazzata britannica Revenge e gli incrociatori Javelin, Jaguar, Jupiter,Kashmir, Kelvin e Kipling hanno bombardato Cherbourg, in Francia.
Le torpediniere tedesche hanno tentato di interferire, ma l’attacco è stato combattuto fuori.

Intanto a Parigi si è verificata la prima manifestazione anti-tedesca.

Il ministro spagnolo della Marina ha sottoposto a Franco un rapporto che indica la Germania deve catturare il Canale di Suez prima che un’operazione possa essere lanciata contro Gibilterra.

Le truppe italiane hanno fatto un piccolo guafagno nel settore di Negrades mentre la 1° divisione di fanteria greca continua ad attaccarle verso il confine con l’Albania, nel settore del Pindo.

Gli incrociatori britannici Aiax, Orion e Sydney hanno distrutto un convoglio italiano nello stretto di di Otranto.
Quattro trasporti sono affondati. Si tratta delle navi Antonio Locatelli, Capo Vado, Catalani e Premuda.

Intanto la RAF conduce raid notturni sui porti italiani di Valona e Durazzo (Albania). Naturalmente, porti indifesi.

Due grandi formazioni di caccia-bombardieri della Luftwaffe
hanno tentato di raggiungere Londra. Qualche bomba ha colpito in tre distretti di Londra. Alcuni Stukas hanno compiuto un raid di successo su un convoglio fuori del Kent.
Le navi britanniche Trebartha e Creemuir sono state affondate.

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: