bollettino di guerra: 4nov1940

bollettinimid

Nel settore dell’Epiro l’azione delle nostre unità continua oltre le posizioni di Kalibaki.
La nostra aviazione ha concorso alle operazioni terrestri battendo intensamente le posizioni nemiche nella zona ad est del Korciano e rinnovando il bombardamento di Salonicco, della cittadella di Corfù, del forte Navarrino e del costone a nord-est di Gianina, lungo la rotabile Gianina-Kalibaki. Un nostro aereo è caduto. Durante il combattimento aereo svoltosi nel cielo di Salonicco risultano abbattuti 5 aerei avversari. Si ritengono della RAF di Creta.
Un nostro idrovolante da ricognizione, attaccato da un bimotore tipo Blenheim, lo ha colpito più volte costringendolo ad allontanarsi con gravi danni a bordo.

Nell’Africa settentrionale una nostra colonna celere ha posto in fuga autoblinde nemiche. Aerei inglesi hanno attaccato nostri elementi a Garn Ul Grein (a nord-est di Giarabub) causando due morti ed alcuni feriti.

Nell’Africa Orientale attacchi nemici contro le nostre forze di occupazione a monte Sciusceib (Cassala) sono stati nettamente respinti con lievi perdite da parte da parte nostra. Sono rimasti nelle nostre mani alcuni prigionieri.

Nel Mar Rosso la nostra aviazione ha bombardato un piroscafo scortato da un incrociatore e gli impianti portuali dell’isola di Perim. Aerei nemici hanno colpito Assab causando tre morti ed alcuni feriti e lievi danni materiali alle costruzioni della città.

Durante la scorsa notte aerei nemici hanno tentato di colpire la città di Napoli; accolti dal fuoco di sbarramento contraereo sono stati costretti a lanciare le bombe in aperta campagna, causando un morto e tre feriti. Colpiti i contadini locali.

 

propaganda-britannica
Alla Camera dei Comuni, il Ministro delle Informazioni Duff Cooper ha dovuto rispondere — come informa l’Agenzia Reuter — a molte interrogazioni mossegli dai deputati in merito alle farlocche radiodiffusioni britanniche sulla Grecia e l’Albania.
Evidentemente la “campagna di sciocchezze” inscenata dalla propaganda inglese a proposito della nostra azione in Grecia, a base di mirabolanti avanzate greche, con migliaia di prigionieri italiani, aerei italiani abbattuti, aerei italiani coi colori greci (questa non è male…), battaglie inesistenti, ecc. ecc., ha passato il segno, a giudizio degli stessi deputati britannici.
Le menzogne incredibili di Duff Cooper che la stampa e le radio italiane hanno via via elencate senza bisogno di speciali commenti, a edificazione del pubblico, sono state in questa occasione tanto marchiane da sentirsi da sè e da sortire nell’opinione mondiale un effetto contrario a quello che il Ministro delle Informazioni si riprometteva.
Per due giorni il tono della propaganda britannica è apparso alquanto mutato; si è notata un serie di recenti ammissioni sulla necessità di non illudersi e di non sottovalutare la forza nemica.

Ma il vizio della bugia è troppo radicato sull’isola di Sua Maestà.
E ieri sera, in mezzo ad altre ammissioni circa il ripiegamento delle truppe elleniche, si sono già ricominciate a udire le più svariate favole di una  stupidità unica come quelle dell’accerchiamento di 12mila alpini e della cattura di 1200 prigionieri e perfino di un attacco che i carri armati italiani hanno fatto contro i loro stessi soldati che battevano in ritirata (da Radio Londra).
E’ evidente che a Londra ci considerano scarsi e anche stupidi.

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: