war report: 24ott1940

Il governo britannico ha dichiarato che il risparmio della luce del giorno con l’ora legale deve essere proseguito per tutto il prossimo inverno.

Operazione DNU: le navi da battaglia inglesi HMS Hood e HMS Repulse, 2 incrociatori e 8 cacciatorpediniere hanno condotto un’incursione al largo della costa norvegese alla ricerca della spedizione tedesca. La nave WBS5 tedesca è stata affondata dai cacciatorpediniere HMS Somali, HMS Matabele HMS Punjabi a 30 miglia al largo della penisola Stadlandet e questo sarà l’unico bersaglio distrutto durante tutta l’operazione.

Adolf Hitler ha incontrato Philippe Pétain e Pierre Laval a Montoire-sur-le-Loir, in Francia. Nel colloquio, in linea di principio incontrandosi per la collaborazione, Pétain si è però rifiutato di dichiarare guerra alla Gran Bretagna. Ciò risponde in massima parte alle richieste di Roosevelt sulla posizione della Francia non-occupata, in merito alla guerra.

Il cacciatorpediniere britannico HMS Mendip ha subito un’accidentale detonazione di una carica di profondità a Scapa Flow, alle 11:35, che ha dilaniato la sua poppa. Scampata all’esplosione, sarà in fase di riparazione per i prossimi quattro mesi.

Durante il giorno, il cattivo tempo ha limitato gli sforzi tedeschi contro la Gran Bretagna, limitando le missioni a quella della sola di ricognizione; un bombardiere Do 17 è stato abbattuto in un missione di queste.
Durante la notte, Londra e Birmingham sono state bombardate.

 

naval-losses

 

 

FV Encourage affondata per mina vicino a Plymouth;
FV Windsor affondata per mina al largo di Spurn Point;piroscafo Carltone affondata per mina al largo di Spurn Point;
MSW Lord Inchcape affondata per mina vicino a Plymouth;
HMT Duthies affondata per attacco aereo.

 

Battaglia di Inghilterra.

Circa alle 11:00, un aereo ha volato sopra la costa occidentale di Southwold ed è penetrato a meno di 20 miglia di Coventry prima di tornare indietro. Questo aereo, un Dornier Do 215, è stato intercettato e abbattuto sopra St. Neots dagli Hurricane della RAF. Tutti e 3 i piloti hanno espresso il parere che l’aereo tedesco non ha fatto buon uso della copertura nuvolosa prima degli attacchi.

Alle 14:30 Hurricane hanno intercettato una piccola incursione di Do17s sopra Middlesex. Le bombe sono state sganciate a Hayes e un grave incendio è stato avviato sui lavori del Fairey Aviation Co, dove il negozio principale è stato danneggiato.

Anche durante il pomeriggio un aereo da ricognizione è stata rilevato nei pressi di Weston-Super-Mare e Taunton. Tragicamente, due Hurricane che inseguivano un incursore sono entrati in collisione in una nube ed uno è stato distrutto. L’altro pilota, è riuscito a scendere, atterrando a Exeter con la coda decisamente compromessa. Il raider è riuscuto sfuggire.

Durante la notte gli obiettivi principali sono stati Londra e Birmingham, con ulteriori raid contro Liverpool.
Aerei tedeschi hanno cominciato ad apparire dalle isole olandesi, dalla zona Somme e da Cherbourg, circa alle 19:00, la maggior parte erano in volo verso Londra e il resto – circa sei gruppi – verso la testa di St Alban. A Birmingham un attacco è iniziato durante il quale molti HE e bombe incendiarie sono state sganciate causando 90 incendi, alcuni dei quali molto gravi. La stazione di New Street ha subito notevoli danni, con incendi su cinque piattaforme. Danni gravi ovunque, incluso un treno passeggeri, tutte le seganletiche, furgoni di pacchi caricati e il tetto della stazione che è stato duramente colpito.
A Londra, le comunicazioni e servizi di pubblica utilità sembravano essere gli obiettivi principali, però, come è già accaduto, molte bombe sono cadute una certa distanza da qualsiasi obiettivo importante.

Mine sono state posate nel Tamigi, nella costa dell’Essex e lungo la costa, i moli del porto e il Firth-di-Forth.

 

ali-italiane-su-inghilterra

the Italian part.

Un aereo italiano con sede in Belgio, ha fatto il suo primo attacco con un raid in Harwich in una missione congiunta con la Luftfhlotte 2.
I piloti italiani si erano lentamente trasferiti in Belgio dalla fine di settembre e si sono sentiti finalmente pronti per l’azione il 22 ottobre.
Il Generale Corso Fougierha  installato il suo quartier generale a Petite Espinette di Rhode-St-Genesis (tra Bruxelles e Waterloo) e i servizi tecnici sono stati stabiliti nell’aerodromo di Evere. Una volta stabilitisi nelle nuove basi le unità avevano meno di un mese per abituarsi ai nuovi campi di aviazione, alla lingua, alle condizioni climatiche del nord e all’integrazione (non facile) nella struttura Luftwaffe.
Il Fliegerkorps doveva essere la formazione di controllo e doveva facilitare il controllo e le comunicazioni.
Gli obiettivi meritevoli erano lungo la costa tra il Tamigi e Harwich, compresi gli estuari del Orwell e Stour.
Pochi giorni dopo l’arrivo, i buffi giubbotti degli italiani (soprannominato “salsicce“) sono stati sostituiti con giubbotti di gomma gonfiabili tedesca, forniti dotati di una borsa fluorescente per facilitare essendo situato sul mare. Un certo numero di modifiche sono state apportate al dispositivo e uno speciale divisa grigio-blu è stata creata per la truppa, eliminando i knickerbockers e le mollettiere della prima guerra mondiale.

aerei-italiani-su-inghilter
Gli aeroporti in Belgio hanno ricevuto nomi in codice. I nomi noti erano “Dedalo” (Melsbroeck) e “Icaro” (Chièvres). L’arrivo della task force italiana in Belgio ha provocato l’
esilio a Londra del governo belga che ha dichiarato guerra l’Italia.
Le operazioni sono iniziate il 24 ottobre con un raid notturno di bombardamenti su Felixstowe e Harwich, dodici BR.20Ms di 13o Stormo e sei da 43o Stormo ne hanno preso parte.
Il primo aereo, pilotato dal Capitano Bassi del 43o Gruppo, ha preso il via alle 20:35 ed è stato rapidamente seguito dagli aerei del Capitano Gastaldi e il Tenente Albertini.
Alle 20:50 l’MM21928 (5-8) della
5a Squadriglia ha pilotato dal Capitano Carlo Pagani ha decollato, ma pochi minuti dopo l’aereo si è schiantato nei pressi della chiesa di Houtem, uccidendo Pagani ed il suo equipaggio.
Dieci dei velivoli da 13o Stormo sono riusciti a localizzare Harwich e hanno lasciato cadere le loro bombe da quota 5000 metri.
L’incursione,
al rientro, è stata funestata  da diversi problemi meccanici che hanno determinato la perdita e il danneggiamento del 22% degli aerei; i risultati del bombardamento sono apparsi scarsi ad un primo esame.
Contrariamente alla propaganda di guerra dai mezzi di informazione italiani, il bombardamento effettuato dal CAI fino ad ora si è rivelato relativamente inefficace e costoso però in equipaggi e velivoli.

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: