12 ottobre 1940: news

Attività politica e diplomatica.
Da Berlino si ha che il D.N.B. pubblica il seguente comunicato:

war-NewsIn relazione con la garanzia assunta a Vienna nei riguardi della Romania, il Governo del Reich, rispondendo al desiderio rumeno, ha inviato colà una missione militare tedesca, oltre alle necessarie formazioni di istruzione e nello stesso tempo ha trasferito alcuni stormi di caccia tedeschi a protezione complementare dei giacimenti di petrolio rumeni. Le formazioni militari tedesche serviranno come truppe di istruzione e di addestramento nella riorganizzazione dell’esercito rumeno intrapresa dal capo del Governo di Bucarest, gen. Antonescu e dopo aver assolto il loro compito faranno ritorno in Germania. I Governi amici della Germania, che potevano essere politicamente interessati all’invio della missione militare tedesca in Romania, ne sono stati informati dal Governo del Reich“.

Nel suo n.2, L’Aroi (Agenzia Romana di Informazioni) si occupa dell’invio di aerei e di istruttori militari germanici in Romania.

L’invio di aerei e di istruttori militari germanici in Romania, che incontra a Roma la più solidale comprensione, ha, secondo quanto si osserva in questi ambienti, uno scopo evidente: proteggere le zone petrolifere rumene alle quali più volte l’Inghilterra ha attentato.
Ognuno ricorda la serie di incendi dolosi nei bacini petroliferi e nelle raffinerie durante l’inverno e la primavera.
Presso i porti fluviali rumeni a monte delDanubio marittimo, venne sventato e smascherato un colpo organizzato dal servizio segreto britannico contro la navigazione danubiana, che in gran parte è costituita appunto dai rifornimenti di nafta per l’Europa. Recentemente, arresti e retate di inglesi hanno rivelato la persistenza esplicitamente ventilata sui giornali di Londra.
E ciò a prescindere dalle pressioni inglesi sulla Turchia e dall’incerto atteggiamento turco, che fanno considerare prudente qualche misura preventiva di difesa contro una minaccia navale inglese che alle rive rumene del Mar Nero  potrebbe giungere attraverso gli Stretti.
Un regolare ed intenso ritmo di produzione del petrolio rumeno risulta essenziale ai fini della condotta bellica dell’Asse non meno che per la vita economica della Romania. E’ infatti di pieno accordo fra la Romania e l’Asse che le forze germaniche sono andate ad integrare dal punto di vista aereo le forze rumene, le quali già si sono dimostrate vigili nel proteggere le industrie petrolifere contro le mire britanniche e contro le inevitabili connivenze del numerosissimo elemento ebraico.
Il contatto coi quadri e coi Comandi del corpo germanico servirà poi di ausilio alla riorganizzazione dell’esercito rumeno a cui Antonescu si è accinto fin dall’inizio della sua opera ricostruttiva nei vari settori della vita nazionale, opera confortata dal fervido volontarismo delle Guardie di Ferro e dell’amichevole solidarietà italiana e tedesca.
Un’attiva collaborazione germano-rumena nel campo militare rientra altresì perfettamente in quella solidarietà d’armi che ha trovato consacrazione nella garanzia italo-tedesca alla Romania.
Si comprende benissimo che in Gran Bretagna si sia costernati per un atto che fra l’altro taglia corto ad ogni speranza inglese di mettere in pericolo una tra le vitali arterie di rifornimento per la vittoriosa guerra dell’Asse.
Naufragano le conclamate illusioni di immobilizzarci per carestia di carburante. Ma la immediata agitazione della stampa e della radio di Londra per estendere quella che è la costernazione inglese ad altri Paesi, i quali dell’attuale misura nulla hanno da temere, è destinata ancora una volta al completo insuccesso.
La verità è che la pace balcanica trova un nuovo e decisivo motivo di sicurezza. In particolare riescono vani i tendenziosi allarmi — indirizzati ad est — per un preteso affacciarsi della Germania al Mar Nero: proprio all’indomani del rientro in Germania delle colonie tedesche in Bessarabia, che da secoli svolgevano sulla sponda del Mar Nero la loro vita operosa.
E’ concludendo, perfettamente inutile che la propaganda nemica si sforzi di fare accettare all’opinione mondo la definizione di “occupazione” o di “invasione“, per qualificare un atto contingente e limitato, concordato in anticipo tra le due parti fino nei più minuti perticolari e rispondente a reciproci vantaggi ed interessi, sul piano di una leale cooperazione.
Si informa da Bucarest che la Legazione della Gran Bretagna a Bucarest ha consigliato a tutti i sudditi britannici che desiderano lasciare la Romania di partire immediatamente.
La maggioranza di essi si imbarcherà a Costanza su un piroscafo che salperà lunedì per Istanbul.

Da Washington si riceve che in occasione del “Giorno di Colombo” il Presidente Roosevelt ha inviato un messaggio a seicento giovani italo-americani che festeggiano la laurea conseguita nel 1940, esaltando in Colombo la genialità italiana e le sue grandi benemerenze verso il mondo.

Da Vichy è annunciato ufficialmente che le commissioni d’armistizio italiana e germanica hanno iniziato la loro attività di controllo nel territorio francese-non occupato per accettare l’esecuzione delle clausole d’armistizio. Contemporaneamente è formalmente smentito che le due commissioni di controllo svolgano una qualsiasi attività di requisizione.

 

Attività militare.
Comunicati tedeschi. Attacchi aerei su Londra, Liverpool, Birkenhead e Manchester, sull’Inghilterra meridionale e centrale, sulle coste orientali scozzesi. Bombardamento di Dover e di convogli, tiri di artiglieria pesante per tutta la giornata.
21mila tonn. di naviglio mercantile nemico affondate.
Incursioni aeree inglesi sull’Olanda, la baia tedesca e le coste della Germania settentrionale.
Tentativo di bombardamento navale di Cherbourg.
13 apparecchi inglesi e 1 tedesco perduti.

 

 

 

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: