war report: 11ott1940

Durante la notte, 4 aerei britannici Hampden (su 5 lanciati) dal Lindholme, nello Yorkshire, hanno attaccato la corazzata Tirpitz senza ottenere risultati positivi.
(una domanda innocente: se la Tirpitz viene attaccata ogni giorno per quale motivo i tedeschi non hanno installato un sistema contraereo molto più efficace? Aspettano forse che la Tirpitz sia affondata?)

warReport1940Operazione Medium: tra le 03:33 e le 03:51, una vedetta corazzata britannica e le torpediniere Javelin, Jaguar, Giove, Kashmir, Kelvin, e Kipling hanno bombardato Cherbourg, in Francia. Alcune torpediniere tedesche hanno tentato di interferire, ma l’attacco era già stato portato a termine e gli inglesi si erano già allontanati.

Il cacciatorpediniere britannico HMS Zulu ha colpito una mina acustica nel Firth of Forth, in Scozia, alle 09:20, danneggiando gravemente la nave che fortunatamente non ha subito nessuna vittima.

Le torpediniere tedesche Falke, Greif, Kondor, Seeadler, Wolf hanno affondato il peschereccio britannico anti-sommergibile HMT Warwick Deeping (senza vittime), i cacciasommergibili francesi Ch.6 (9 uccisi, 12 catturati) e CH.7 (12 uccisi) e il francese Listrac, un peschereccio armato (con 12 morti, 25 feriti), al largo dell’isola di Wight durante la notte.

Il sommergibile tedesco U-48 ha attaccato il convoglio alleato HX-77, a 250 miglia a nord ovest di Irlanda, in serata; alle 21:50, la nave norvegese Brandanger è stata affondata  (6 morti, 24 sopravvissuti); alle 22:09, la nave britannica Port Gisborne è stata affondata (26 uccisi quando la scialuppa si è capovolta, 38 i sopravvissuti).

mv-brandanger

Bombardieri italiani hanno attaccato il convoglio alleato BS.6, nel Mar Rosso, a 50 miglia al largo dell’Africa Orientale Italiana, danneggiando lo sloop britannico di scorta HMS Auckland.

Un convoglio di 4 navi mercantili è arrivato a Malta da Alessandria d’Egitto. La  flotta di scorta inglese del Mediterraneo ha cominciato a navigare di nuovo a Alexandra, ma è stato avvistato da un aereo civile italiano a 100 miglia a sud est di Malta.
Gli incrociatori e le torpediniere italiane sono state inviate per intercettarla.

Mentre piccole incursioni di 10 o più aerei hanno creato danni a sud dell’Inghilterra per tutto il giorno, una serie di incursioni più grandi, da 25 fino a 90 velivoli, hanno attaccato le città più grandi. Le incursioni più numerose erano composte in gran parte da caccia per cercare di logorare la forza combattente britannica.
Oggi, i tedeschi hanno perso un bombardiere Do 17  e 4 caccia Bf109, mentre i britannici hanno perso 8 caccia con 3 piloti uccisi. Durante la notte, Londra, Liverpool, Manchester, Bristol e le aree di Tyne Tees  sono state bombardate; 3 bombardieri Do 17  sono stati abbattuti.

Battaglia di Inghilterra.

Molte delle incursioni effettuate questo venerdì hanno portato a lanciare bombe dai Bf109 ed hanno visto anche il primo combattimento della giornata.
Sei bombe sganciate dai Bf109 hanno causato pochi danni.
I caccia e i cacciabombardieri hanno continuato a usare tattiche di rircircolo sugli obiettivi, generalmente da 30.000 a 35.000 piedi dove erano difficili da contrastare.

Nel corso delle prossime ore, molti raid di ricognizione sono stati portati nel sud Inghilterra fino circa alle 10:30, quando quattro ondate separate di bombardieri Bf109 e caccia hanno attraversato la costa del Kent per quasi 1 ora a fare bombardamenti sugli obiettivi attorno Kent e Londra.
Molti tentativi sono stati fatti per penetrare le zone di Londra, ma sono solo riusciti a far cadere alcune bombe nella periferia sud della capitale.
Le bombe sono state sganciate su Ashford, Canterbury, Maidstone, Folkestone, Whitstable e le aree Tamigi.
Molte squadre di caccia avevano affiancato gli aggressori, ma solo la Spitfire della RAF e gli Hurricane sono riusciti a coinvolgere gli attaccanti con un certo impatto.

La musica non è cambiata nel pomeriggio. Dalle 14:00, ondate di Bf109s hanno attraversato la costa di Hastings e Dungeness e si sono divise gli obiettivi vicino a Portland, Londra e Hornchurch. Un altro raid ha attraversato la costa dell’Essex e North Weald e poi le aree di Biggin Hill.
13 Squadroni RAF sono stati inviati per contrastare questo tipo di attacco.  I caccia tedeschi hanno coinvolto gli Hurricane e squadroni di Spitfire fino quasi alle 17:00. Gli scontri si sono rivelati furiosi.
Gli Spitfire hanno perduto 3 apparecchi ed un altro si è scontrato con aereo tedesco che si è schiantato vicino a West Kingsdown, nel Kent.
Come è arrivata la sera, un raid di Do17 è arrivato sugli obiettivi nel Midlands e Merseyside, fra le 18:00 e le 19:30.

I raid notturni sono iniziati alle 18:35 e alle 21:00: circa 55 incursioni da Cherbourg, Le Havre, Dieppe e coste belghe e olandesi hanno attraversato la costa in direzione Londra, che è stato ancora una volta l’obiettivo principale.
Wimbledon è stata bombardata, quando un gruppo di cinque bombe da 500 libbre è stato sganciato da bassa quota.
La prima bomba ha demolito un edificio. La seconda bomba è caduta sul tetto del Centre Court. La terza bomba è piombata in Church Road all’ingresso di un club e le ultime due nel Wimbledon Park Golf Club. Il danno al Centre Court ha significato una perdita di 1.200 posti a sedere.
Lo stabilimento di Lever a Port Sunlight è stato colpito. Le bombe degli HE sono cadute al City of London Electric Light Co, Bankside Power Station, causando alcuni danni agli alimentatori. Il servizio SR a Heston è stato interrotto a causa di un bomba inesplosa sulla linea tra Syon Lane e la stazione di Isleworth.

Altri raid sono apparsi su Liverpool nello stesso periodo. Aerei nemici sono stati visti anche su Aberdeen e il Firth of Forth. C’è stato un movimento continuo, verso Liverpool, fino alle 23:30, tranne nella zona di Londra e nei suoi dintorni di sud-ovest. Altri distretti sono stati visitati durante la notte, inclusi Southampton, Portsmouth, città del Dorset, Berkshire, Surrey, Kent e Norfolk, e parti della Scozia, ma i danni sono relativi.
Mine sono state posate al largo della costa orientale della Scozia e del Tamigi.

london05

 

 

 

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: