la guerra “magica”: new tools

Esiste un’utile massima germanica: “gli alberi non crescono fino al cielo“. Pure, gli inglesi avevano ogni motivo di attendersi che gli attacchi aerei sulla Gran Bretagna continuassero in un indefinito crescendo. Quindi si impegnarono ad escogitare nuovi metodi per ribattere alle offensive tedesche.
Palloni frenati in serie, rifugi sotterranei, Starfish e l’hackering dei raggi guida tedeschi sono mezzi di difesa, non di attacco; perciò furono presi in esame:
— il lancio di razzi, come rinforzo alle batterie contraeree;
— la creazione, sulla rotta di uno stormo incursore, di cortine di mine aeree a mezzo bombe appese con lunghi cavi a dei  paracadute;
— la ricerca di spolette così sensibili che per scoppiare non avessero bisogno di colpire il bersaglio, ma bastasse loro di passare vicino ad un aeroplano.

Nessuno di questi metodi potè dare i suoi frutti nel 1940.
E ben presto la deviazione del raggio non fu sufficiente.
Una volta colpito il bersaglio, era facile per i tedeschi ritornare sugli incendi  provocati la notte prima e gli Starfish non ingannarono più.
L’attenzione inglese fu spostata su sistemi basati su razzi e mine aeree.

I razzi.   Il taglio da 3 pollici si era mostrato particolarmente adatto perchè facile e molto economico da produrre, ma soprattutto permetteva di costruire lanciarazzi pratici da spostare e da impostare.u-p-sequence
Migliaia di questi vennero costruiti con milioni di cariche. Nel 1941 vennero attrezzate mastodontiche batterie di 96 lanciarazzi che potevano produrre un volume concentrato di fuoco di gran lunga superiore a qualsiasi contraerea convenzionale. Merito del gen. sir Frederick Pile che in breve, si trovò a comandare un esercito di 300mila addetti con 2400 pezzi d’artiglieria, oltre ad una quantità impressionante di razzi.
Nella primavera del 1941, durante gli attacchi su Londra, nelle prime due settimane di maggio — ultima fase dell’offensiva germanica — più di 70 apparecchi vennero abbattuti, più di quanto i quattro mesi invernali avessero fruttato.

Le mine aeree.   Gli inglesi costruirono mine aeree sospese con lunghi cavi a paracadute da seminare sulla rotta delle squadriglie nemiche. Vennero realizzati campi di mine aeree pendenti da cavi lunghi 200 metri ad altezza fino a 6mila metri, da usare nei grandi raid in massa su Londra. Le mine erano seminate da razzi lanciati da aerei o semplicementer portate alla quota designata su piccoli palloni.
Ma quando cominciarono ad essere costruiti in grandi quantità, gli attacchi in massa erano cessati.

Una curiosità. Chissà come mai i tedeschi non abbiano sviluppato mai questo tipo di difesa contro le masse di bombardieri alleati degli anni a seguire; sicuramente avrebbe contribuito notevolmente alla difesa di Berlino mietendo vittime sempre più numerose tra gli attaccanti, a mano a mano che le loro squadriglie divenivano più numerose. Chissà.

Nel 1941 venne disegnata una spoletta a induzione (proximity fuze), con la dotazione di un minuscolo impianto radar che faceva esplodere la testa dell’ordigno quando il proiettile passava vicino all’apparecchio nemico.
Gli americani riuscirono a perfezionare lo strumento e a ridurne le dimensioni al punto che tutto il congegno poteva trovar posto in un comune proiettile. Questi proximity fuzes, costruiti in America, saranno usati larghissimamente nell’ultimo anno di guerra e si riveleranno straordinari contro i piccoli aerei senza pilota del 1944, detti “V1” e nel Pacifico contro i Jap.

proxmity-fuze01
proxmity-fuze02

 

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: