la guerra “magica”: hackering

I Tedeschi furono i primi ad utilizzare il sistema chiamato Knickebein, che con l’incrocio tra due onde direzionali trasmesse da terra, era il derivato del sistema Lorentz per gli atterraggi strumentali, esistente già dagli anni ’30.
In sostanza, se si voleva volare fino al bersaglio, c’era da seguire un fascio radio che in cuffia mandava segnali Morse a punti se si era a sinistra, a linee se era a destra, tutte e due se era centrato sulla rotta. Quando incontrava il segnale radio incidente era nella condizione di sganciare perché a quel punto trovava i due raggi incrociati sull’obiettivo.

Questo sistema era tutto sul quale Goering fondava le sue speranze di prevalere sull’Inghilterra di Churchill. Aveva imposto alla Luftwaffe a credere che il bombardamento sarebbe potuto continuare nononstante la nebbia e le tenebre e con tutta l’immunità che queste avversità davano all’attaccante dalle batterie di terra e dallaintercettazione dei caccia.
Quindi, di colpo, il Comando Supremo germanico della Luftwaffe affidò le proprie fortune a questa tecnologia abbandonando tutte le tecniche collaudate di navigazione che avevano, sino ad allora, portato i risultati bellici che conosciamo.

knickebein

Da considerare c’è un altro fattore. Il tedesco.
Il tedesco non considera. Obbedisce. Cioè, lo spiego a modo mio:
si dimentica della sua conoscenza precedente e segue nuove le direttive. Sempre.
Con la loro mentalità fondamentalmente logica e così dedita all’obbedienza si erano convinti che quello era il metodo nuovo da seguire senza dover ragionare.
Nel 1940 non si presero il disturbo di addestrare i piloti dei loro apparecchi per il bombardamento a medio-lungo raggio.
In fondo avevano fatto il loro dovere fino a quel momento, raggiungendo sempre Londra e qualsiasi altro obiettivo, magari navigando a vista.
Ma ora c’era un nuovo metodo.
I piloti germanici dovevano seguire il raggio come il popolo seguiva il Fuhrer.
Non c’era altro da seguire.

londra-1940-devastazione-ne

Gli inglesi, più abituati a ragionare, eressero in breve stazioni adatte a confondere il raggio perchè qualcuno aveva indovinato come rafforzare il segnale di una metà del raggio doppio e non dell’altra.
Così il pilota nemico, che cercava di volare in modo che i segnali delle due metà del raggio scisso fossero uguali, sarebbe stato deviato inesorabilmete deviato dalla sua rotta.
Il diluvio di bombe che avrebbe potenzialmente ditrutto una città si sarebbe rovesciato a quindici o venti miglia, in aperta campagna.
Fu così che i raggi Knickebein furono inizialmente confusi e deviati, dirottando gli aerei tedeschi a bombardare alla cieca e poi a vagare per i cieli britannici fino a perdersi definitivamente.

I tedeschi non ci misero molto a capire che il loro raggio era stato sventato. Sembrò che nessuno avesse il coraggio di dire a Goering che i suoi sistemi non avevano funzionato; cosa che al Maresciallo dell’Aria pareva impossibile. Infatti, conferenze e moniti vennero fatti con l’assicurazione che il raggio era infallibile e che chiunque avesse espresso dubbi in merito sarebbe stato immediatamente punito.
E questo è il problema. Il punto.

Fino ad ottobre 1940 si calcola che l’hackering del segnale intralciò talmente la Luftwaffe che non più di 1/5 delle loro bombe cadde dentro le zone-bersaglio.

Dopo interni e violenti conflitti i tedeschi furono costretti a rivedere i loro metodi. Fu così che comparve l’X Gerat, più preciso in quanto i segnali radio direzionali erano tre:
Rheine per avvertire l’equipaggio dell’avvicinarsi al bersaglio,
Oder per gli ultimi 20 km, Elbe per gli ultimi 5 km.
Curioso che abbiano scelto nomi di fiumi: forse la loro fantasia non poteva andare oltre.
Comunque bastava un segnale singolo, perché un calcolatore di bordo potesse valutare la velocità al suolo e quindi il momento per sganciare le bombe.
In pratica, il sistema esordì con il drammatico bombardamento di Coventry nel novembre del ’40 ed era anche molto resistente ai disturbi, anche più del sistema Y-Gerat, che era su di un unico fascio che serviva a guidare il bombardiere calcolando la sua distanza in base ad un trasponder.

x-gerat
Un segreto.

L’upgrade del sitema guida tedesco successe sorprendentemente per una trasgressione (più unica che rara) del “Kampf Gruppe 100” che, trasgredendo gli ordini perentori di Goering, usasse in segreto un suo speciale raggio proprio. Lo chiamava “apparato X“.
Successe a metà del settembre 1940.
Per l’Intelligence britannica fu un fatto imbarazzante.
Ricaddero nel buio più totale.
Ora i tedeschi erano avanti ancora una volta.

Fu proprio questo gruppo che diede l’idea dei bombardamenti di precisione. Bombardamenti con bombe incendiarie e ritardate.
Una novità estrema, per l’epoca.

Direi anche una rabbiosa rappresaglia per aver hackerato il Knickebein! E la cosa funzionerà ottimamente fino a quasi marzo 1941 inoltrato.

 

Nel balletto del botta e risposta tra Germania ed Inghilterra ci saranno nuovi episodi che sto elaborando ora.            Nella prossima puntata cominceremo a valutarli.

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: