6 agosto 1940: news

Attività politica e diplomatica.
Da Tokyo si ha che l’Ambasciatore britannico si è recato dal Ministro degli Esteri, col quale ha avuto un colloquio durato un’ora e dieci.
L’agenzia “Domei” informa che in tale colloquio sono state trattate ampiamente le questioni relative agli arresti dei cittadini britannici in Giappone ed i cittadini giapponesi in Inghilterra (dando rilievo alle opportune minacce).
Da Washington si ha che, nella sua allocuzione, il generale Pershing, comandante in capo del Corpo di spedizione americano dell’ultima guerra, ha detto che secondo lui sarebbe un’assoluta follia intraprendere o semplicemente considerare come possibile l’invio di un nuovo corpo di spedizione nel corso dell’attuale guerra.

Attività militare.
war-NewsComunicati tedeschi. Risultano affondate 16.875 tonn. di naviglio mercantile avversario.
Scontri aerei sulla Manica e attacchi a porti inglesi; 8 apparecchi inglesi abbattuti.
Incursioni aeree britanniche sulla Germania settentrionale ed occidentale.

Il bilancio della guerra commerciale dall’inizio delle ostilità, fino al giorno 8 luglio è stato reso noto dal bollettino diramato dal Supremo Comando tedesco in data 12 luglio. Il naviglio nemico o utilizzabile dal nemico e affondato nel periodo cha va dal 9 al 31 luglio, si ripartisce come segue:
– per opera dell’arma subaquea tedesca: 344.174 tonn.
– da unità di superficie 98.500 tonn.

In queste cifre non figurano gli affondamenti ad opera di mine, assai rilevanti per l’appunto in questo ultimo tempo.
Se sono taciute finora dal nemico, esse sono confermate dalla ripetuta chiusura di porti britannici e da altri evidenti sintomi.
L’arma aerea germanica ha affondato navi da guerra per 21.650 tonn. e navi mercantili per 215mila tonn.
Inoltre sono state danneggiate: navi da guerra per 32mila tonn. e navi mercantili per 328mila tonnellate.
Le perdite totali inflitte al nemico dal 9 al 31 luglio ammontano dunque, senza tener conto degli affondamenti a mezzo di mine del naviglio da guerra e mercantile danneggiato, a 679.324 tonnellate.
Con ciò il,nemico ha perduto dall’inizio della guerra in  naviglio commerciale proprio o da esso utilizzato 3 :  725.547 tonnellate ad opera della marina germanica da guerra, e 1.261.313 tonn. ad opera dell’aviazione.
Complessivamente quindi:  4.968.860 tonnellate.
Inoltre, dall’inizio delle ostilità ad oggi l’arma aerea ha danneggiato mercantili nemici per una stazza totale di circa un milione e mezzo di tonnellate.

Advertisements

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: