5 agosto 1940: news

Attività politica e diplomatica.
Da Roma si ha  che il Governo francese ha pregato quello americano di intervenire presso quello di Londra per ottenere una attenuazione del blocco navale.
La Francia chiede il libero passaggio delle sue navi commerciali e prodotti destinati all’economia nazionale tra le colonie ed il territorio metropolitano.
war-NewsDa Sofia si informa che con la partenza per Bucarest dell’Ambasciatore rumeno Cadere, che durante il suo soggiorno a Sofia ha incontrato ripetutamente i dirigenti della politica estere bulgara, si possono considerare concluse le trattative preliminari bulgaro-rumene per il componimento della composizione dobrugina.
Il Ministro di Romania a Roma, Bossy, è giunto oggi a Bucarest. Egli ha avuto in serata il primo colloquio col Ministro degli Esteri, Manoilescu, circa la missione che gli è stata affidata, quale delegato dal Governo rumeno alle imminenti trattative col Governo ungherese che avranno lo scopo di risolvere le questioni pendenti tra i due Paesi.
Da Tokyo si ha che tra l’Ambasciatore francese ed il Governo del Principe Konoye sono in corso negoziati in rapporto alle due richieste formulate giapponesi nei riguardi dell’Indocina; e cioè:
1) concessione di basi aeree e navali in modo da consentire al Governo nipponico di accelerare e portare rapidamente a termine la guerra contro Chang Kai Schek;
2) intensificazione degli scambi tra Giappone ed Indocina.
Il Giappone vuole esportare nella colonia francese i suoi prodotti in quantità maggiore ed ottenere in cambio ferro, stagno e altri minerali.


Attività militare.
Comunicati italiani. Nell’Africa settentrionale una formazione di cacciaha impegnato un vivace combattimento contro una numerosa formazione britannica che tentava di bombardare truppe libiche al confine con la Cirenaica. Nella lotta sono caduti 10 aerei inglesi, dei quali 7 Gloster e 3 Blenheim. Sono risultati anche incendiati una decina di automezzi.
Un altro caccia inglese è stato abbattuto nei pressi di Marsa Matruh.
Nell’Africa Orientale è stato respinto, col concorso della popolazione, un attacco in forze del nemico a Namaraput, sul confine dell’Alto Sudan, sul Lago Rodolio. Una formazione italiana ha bombardato il porto di Berbera, colpendo in pieno una nave. Un’altra incursione nemica su Massaua ha causato lievi danni nel porto: quattro morti ed una trentina di feriti, di cui 11 ascari. 3 velivoli nemici sono stati abbattuti.
A Cassala un aereo inglese è risultato abbattuto dalla difesa contraerea.
Il Comando di Marsa Matruh ha notato concentramenti di mezzi meccanici nelle posizioni nemiche a Sidi Barrani.
Nell’Africa orientale le truppe hanno occupato ed oltrepassato Adueina, nella Somalia britannica.
Automezzi nemici sono stati incendiati anche a Buna e nelle incursioni di Harrar, Massaua e Gura.
sommergibili-italiani-a-Mas

Comunicati tedeschi. Ricognizioni aeree sull’Inghilterra e la Scozia. Attacchi aerei a Sheerness, North-Killingholm e Thameshaven.
Incursioni aeree britanniche sulla Germania occidentale.
L’Ammiragliato britannico comunica l’affondamento del dragamine Marsona.

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: