22 luglio 1940: news

Attività politica e diplomatica.
war-NewsDa Berna si ha che il redattore diplomatico del Sunday Times esamina le ripercussioni che la rottura delle relazioni franco-inglesi può avere sulla situazione del Canale di Suez.
«La direzione della Compagnia del Canale, osserva il giornale, è composta di 19 francesi, 10 inglesi, 1 olandese e 2 egiziani. La questione è di sapere se i francesi sotto la pressione dell’Asse potrebbero cercare di modificare tale situazione a danno dell’Inghilterra. Il Canale, conclude il redattore, è aperto alle navi di tutti i Paesi, ma siccome ambedue i suoi accessi sono controllati dalla flotta inglese, questo fatto non ha alcun valore pratico».
Da Tokio si ha che il Primo Ministro Principe Konoye, ha completato la lista ufficiale del nuovo Governo che sarà presentato oggi stesso all’Imperatore.
Questi i membri del Gabinetto:
ministro Affari Esteri e d’Oltremare: Yosuke Matsuoka;
Interni e Benessere Sociale: Eiji Yasui;
Finanze: Isao Kawada; Guerra: gen. Hideki Tojo;
Marina: vice-ammiraglio Zengo Yoshida;
Giustizia: Akira Kazami; Educazione: Kunihiko Hashida;
Agricoltura e Foreste: Tadaatsu Ishiguro;
Commercio ed Industria: Ichizo Kobayaschi;
Comunicazioni: e Ferrovie: Shozo Murata;
Ministro senza portafoglio: Naochi Hoshiso;
Segretario generale del Gabinetto: Kenji Tomita, attuale governatore della Prefettura di Nagano.

.
Da San Sebastiano si informa che il Ministro britannico  degli Affari Esteri, Halifax, ha pronunciato alla radio un discorso, in risposta a quello del Fuhrer, dicendo fra l’altro:
«Ci rendiamo conto che in questa lotta rischiamo tutto e nessuno in Inghilterra vuole che essa duri un giorni in più del necessario, ma non cesseremo di combattere finchè non avremo conseguiti i nostri scopi di guerra, capovolgendo i piani di Hitler».

 


Attività militare.
Comunicati italiani. Da alcune informazioni Italiane accertate risulta che, in seguito a combattimenti aero-navali svoltisi il giorno 8 ed il 13 luglio, oltre alla nave portaerei “Ark Royal”, e alla nave da battaglia “Hood”, anche una nave da battaglia tipo Warspite (31mila tonn.), più gli incrociatori “Gloucester” (10mila tonn.) e “Arethusa” (5.200 tonn.) hanno subito gravi avarie. Decisamente sensibili inoltre, sono le perdite tra gli equipaggi nemici.
Un velivolo britannico che, durante le operazioni di salvataggio di un apparecchio italiano sceso in mare per avaria ai motori, aveva tentato di mitragliarne l’equipaggio, è stato abbattuto in fiamme; il pilota inglese è stato preso prigioniero da un idrovolante dopo essere sceso col paracadute.
Nell’Africa settentrionale sono stati effettuati intensi ed efficaci bombardamenti italiani sulle basi nemiche di Sidi Barrani e Marsa Matruk. Nell’Africa Orientale sono stati colpiti apparecchi e truppe inglesi sulla base di Buna ed a Wajir, dove un velivolo inglese è stato abbattuto.
Incursioni aeree britanniche su Asmara non hanno causato nè vittime nè danni.
Comunicati tedeschi. Azioni aeree in Inghilterra: una nave cisterna e 4 mercantili, per 40mila tonn. affondate.
Incursioni aeree inglesi sulla Germania occidentale e settentrionale e su territori occupati. 8 apparecchi britannici e 4 tedeschi abbattuti.

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: